Getty Images

Uruguay da urlo: 3-0 alla Russia e primo posto nel gruppo A. Padroni di casa secondi

Uruguay da urlo: 3-0 alla Russia e primo posto nel gruppo A. Padroni di casa secondi

Il 25/06/2018 alle 17:53Aggiornato Il 25/06/2018 alle 20:23

Suarez, autorete di Cheryshev su tiro di Laxalt e gol finale di Cavani, che si sblocca: è la prima volta che la Celeste chiude un girone Mondiale a punteggio pieno. Cherchesov: troppo turnover con diversi big lasciati in panchina e un'espulsione accordata a Smolnikov al minuto 38.

Un turnover massiccio da parte della Russia, un Uruguay solido, concreto e una volta tanto prolifico. Ecco spiegato il 3-0 con cui la Celeste si aggiudica l'incontro coi padroni di casa e il primato del gruppo A, che farà volare la Celeste a Sochi, in occasione del proprio ottavo di finale. La Russia, seconda, tornerà, invece a Mosca, allo stadio Luzhniki. Ancora da definire le due avversarie, che salteranno fuori questa sera nel gruppo B, nel novero tra Spagna, Portogallo e Iran.

La cronaca della partita

Il match si apre con il vantaggio uruguaiano: incomprensione Smolnikov-Samedov sulla destra e Gazinsky costretto a franare sullo juventino Bentancur al limite dell'area; sul calcio piazzato si presenta Suarez, che trova l'angolino con un destro basso, potente e ben calibrato. E' 1-0.

Luis Suárez, Uruguay

Luis Suárez, UruguayGetty Images

La Russia non sta a guardare e al 12', sfiora già il pareggio: sponda di Dzyuba per Cheryshev che, in corsa e di collo pieno, impegna Muslera (alla centesima presenza con la maglia della Celeste) alla respinta in uscita. Al 17', quindi, gli avanti russi si scambiano le cortesina: cross dalla bandierina di Cheryshev e colpo di testa schiacciato di Dzyuba con palla alta di pochissimo. Al 23', però, l'Uruguay raddoppia: sugli sviluppi di un calcio d'angolo, dalla distanza, il genoano Laxalt realizza con un sinistro potente ma deviato in maniera quasi decisiva da Cheryshev.

Diego Laxalt of Uruguay celebrates with teammate Sebastian Coates after scoring his team's second goal during the 2018 FIFA World Cup Russia group A match between Uruguay and Russia at Samara Arena on June 25, 2018

Diego Laxalt of Uruguay celebrates with teammate Sebastian Coates after scoring his team's second goal during the 2018 FIFA World Cup Russia group A match between Uruguay and Russia at Samara Arena on June 25, 2018Getty Images

E' 2-0 per la Celeste, che al 28' va vicina al tris: Bentancur si ritrova a tu per tu con Akinfeev. La palla calciata passa ma viene disimpegnata sulla linea da un eroico Zobnin che allontana il pericolo anticipando il ben appostato Cavani. Al 36', altro episodio chiave dell'incontro: Laxalt fa il diavolo a quattro sulla mancina, e Smolnikov - da già ammonito - lo atterra con un bruttissimo tackle che gli costa il doppio giallo e la conseguente espulsione: Russia sotto di due gol e di un uomo a 9' dal duplice fischio. A questo punto, Cherchesov corre ai ripari per non incappare in pericolose imbarcate (specie per il morale) togliendo la punta Cheyshev per il laterale destro Mario Fernandes, un titolare artatamente risparmiato in vista degli ottavi. Nella ripresa, la partita acquisisce i ritmi di una partitella del giovedì: entrambe le squadre si risparmiano per gli ottavi ed è la Russia, invero, a sfiorare il gol al 75' con Dzyuba (sinistro largo su assist di Zobnin e rinvio disastroso di Muslera) e l'Uruguay va vicino un paio di volte al tris con Cavani e De Arrascaeta, che sfiora il gol olimpico, con Akinfeev miracoloso. E' al 90' che, però, lo stesso Cavani si sblocca, in tap in sugli sviluppi di un corner corretto dalla deviazione di Godin: finisce 3-0.

La statistica chiave

E' la prima volta che l'Uruguay chiude un raggruppamento del Mondiale a punteggio pieno. Da segnalare, anche le 100 presenze con la maglia della Celeste del portiere ex Lazio Fernando Muslera, che in questo torneo mantiene la porta inviolata.

Il tweet

Il migliore

Diego LAXALT (Uruguay): imprendibile sulla sinistra, in cui costringe Smolnikov al doppio giallo. Perviene al suo primo acuto mondiale con un mancino deviato da Cheryshev. In generale, la saetta genoana gode di una forma straripante.

Video - Fast Match Report: Uruguay-Russia 3-0 in 60 secondi

00:59

Il peggiore

Igor SMOLNIKOV (Russia): disastroso. Passi che Laxalt gli faccia vedere, ma sulla destra è disastroso, in combinazione con Samedov, nell'azione che porta al calcio di punizione trasformato al 10' da Luis Suarez.

Senegalese referee Malang Diedhiou shows a red card to Russia's defender Igor Smolnikov (R) during the Russia 2018 World Cup Group A football match between Uruguay and Russia at the Samara Arena in Samara on June 25, 2018

Senegalese referee Malang Diedhiou shows a red card to Russia's defender Igor Smolnikov (R) during the Russia 2018 World Cup Group A football match between Uruguay and Russia at the Samara Arena in Samara on June 25, 2018Getty Images

Il tabellino

URUGUAY-RUSSIA 3-0

Uruguay (4-4-2): Muslera; Caceres, Coates, Godin, Laxalt; Nandez (73' Rodriguez), Torreira, Bentancur (63' De Arrascaeta), Vecino; Suarez, Cavani (94' Gomez). CT: Tabarez.

Russia (4-2-3-1): Akinfeev; Kudryashov, Ignashevich, Kutepov, Smolnikov; Gazinsky (46' Kuzyaev), Zobnin; Samedov, Al. Miranchuk (60' Smolov), Cheryshev (38' Mario Fernandes); Dzyuba. CT: Cherchesov.

Arbitro: Malang Diedhiou (Senegal).

Gol: 10' Suarez (U), 23' aut. Cheryshev (U), 90' Cavani (U).

Note - Recupero: 2+4. Espulso: 36' Smolnikov (R) per doppia ammonizione. Ammoniti: Gazinsky, Bentancur.

Video - Rodrigo Bentancur, precisione e talento alla conquista dell'Uruguay

01:13
0
0