Getty Images

PSG, Al-Khelaïfi interrogato in Svizzera sul caso dei diritti tv

PSG, Al-Khelaïfi interrogato in Svizzera sul caso dei diritti tv

Il 02/12/2019 alle 19:29Aggiornato Il 02/12/2019 alle 19:32

Il presidente del Parigi Saint-Germain Nasser Al-Khelaïfi e l'ex numero due della FIFA Jérôme Valcke sono stati interrogati lunedì dalla magistratura svizzera per presunta corruzione nell'assegnazione dei diritti televisivi della Coppa del Mondo di calcio.

Il presidente del Parigi Saint-Germain Nasser Al-Khelaïfi e l'ex numero due della FIFA Jérôme Valcke sono stati interrogati lunedì dalla magistratura svizzera per presunta corruzione nell'assegnazione dei diritti televisivi della Coppa del Mondo di calcio. Il ministero della Confederazione svizzera (MPC) ha dichiarato in una nota che si trattava delle "ultime audizioni" dell'indagine penale avviata nel marzo 2017. Al-Khelaïfi, CEO del gruppo televisivo del Qatar beIN Media, è sospettato di aver offerto "indebiti vantaggi" al francese Valcke - compreso l'uso gratuito di una proprietà di lusso in Sardegna - in cambio dei diritti Media della Coppa del Mondo dal 2018 al 2030. In una dichiarazione inviata all'AFP, un portavoce di Al-Khelaïfi ha affermato che il presidente "ha collaborato" con la giustizia svizzera e che "le accuse contro Mr. Al-Khelaïfi non si basano su alcun elemento fattuale". "Di conseguenza, gli avvocati del sig. Nasser Al-Khelaïfi presenteranno una richiesta di chiusura dell'indagine svizzera", conclude il testo.

0
0