AFP

Hiddink non sbaglia un colpo: il Chelsea passa anche a Norwich

Hiddink non sbaglia un colpo: il Chelsea passa anche a Norwich

Il 01/03/2016 alle 22:40Aggiornato Il 01/03/2016 alle 23:07

Ancora imbattuti in Premier League sotto la guida dell'olandese, i Blues vincono 2-1 grazie alle reti messe a segno nel primo tempo da Kenedy (dopo 39 secondi) e Diego Costa. Redmond accorcia, ma non basta una ripresa coraggiosa ai Canaries per trovare il pareggio

Non è il miglior Chelsea di sempre, questo no, ma è un Chelsea che adesso sa vincere. Diversamente da quanto accadeva con Mourinho, quando le sberle da parte degli avversari non si contavano. Pochi giorni dopo aver rimesso in piedi una gara quasi persa a Southampton, la squadra di Guus Hiddink si impone per 2-1 anche a Norwich, giocando solo per un tempo prima di mettersi in trincea nella ripresa a subire i costanti attacchi dei Canaries. Kenedy e Diego Costa fanno nuovamente felice zio Guus: dodicesimo risultato utile di fila in Premier League (sei vittorie e altrettanti pareggi) per una squadra che, dopo il cambio di allenatore, non ha mai conosciuto il ko. Un caso? Probabilmente no, ma sta di fatto che a inizio marzo è ormai tardino per raddrizzare una stagione nata male e proseguita peggio. Il Norwich, di contro, fa il suo, soffrendo per 45 minuti e giocando benissimo per gli altri 45: ritmo, occasioni, conclusioni verso la porta di Courtois, che subisce un gol da Redmond e potrebbe raccogliere altri palloni dalla propria porta, non fosse per l'imprecisione di Jerome. Anche questi sono segnali: nella Londra blue il vento è finalmente cambiato.

La cronaca della partita

39 secondi di partita e il Chelsea è già avanti: Kenedy parte dalle retrovie, si incunea nella difesa di casa e con un sinistro secco rasoterra infila Ruddy mandando la sfera sul secondo palo. Esiste un modo peggiore di iniziare una gara? No, probabilmente no, ed in effetti il Norwich fatica ad assimilare il colpo al mento ricevuto: Traoré manca l'impatto col pallone e il teorico 2-0 da pochi passi, e nei primi 20 minuti solo un colpo di testa di poco alto di Jerome provoca qualche grattacapo a Courtois. Diego Costa fa le prove del gol in due occasioni: prima non riesce a servire l'accorrente Traoré in area, quindi Ruddy gli esce a valanga sui piedi impedendone il dribbling vincente. Alla fine il punto del raddoppio arriva proprio nel recupero: Traoré per Diego Costa, che lascia sfilare il pallone e davanti al portiere avversario lo batte con un dolcissimo scavetto. Gol tanto bello quanto viziato dal fuorigioco di partenza dello spagnolo: i Canaries protestano, ma non c'è nulla da fare.

Dagli spogliatoi rientra in campo un altro Norwich. Volitivo, più convinto, con più idee. Anche se la precisione sotto porta, purtroppo per gli uomini di Neil, non c'è: Jerome ha più di un'occasione per dimezzare lo svantaggio, ma prima calcia a lato col sinistro, poi inzucca sopra la traversa da ottima posizione, infine si divora un'occasione colossale spizzando, al volo, la parte alta della trasversale. Alla fine il gol arriva veramente: taglio di Hoolahan per l'inserimento di Redmond davanti a Courtois, destro imparabile e al 68' siamo 1-2. Il Chelsea si limita a difendere, il Norwich attacca senza sosta e più volte ha l'opportunità di pareggiare: con O'Neil, che sfiora il palo dal limite, ma soprattutto con lo scatenato Redmond, abile nel dribbling e nella conclusione da fuori. Ma il 2-2 non arriva, nonostante un finale di tensione inframmezzato solo dalla chance mancata sottomisura da Diego Costa: Hiddink, ancora una volta, se la cava.

La statistica chiave

Se l'avete pensato, avete pensato bene: sì, il gol di Kenedy, arrivato dopo 39 secondi dall'inizio del match, è il più rapido della stagione di Premier League.

Il tweet

Il migliore in campo

Nathan Redmond (Norwich). Suona la carica con la sua vivacità e con tante buone iniziative, illudendo il Norwich a metà ripresa: suo il gol che regala speranza ai padroni di casa, suoi gli altri tentativi che nel finale portano più di un brivido a Courtois.

Il peggiore in campo

Cesc Fabregas (Chelsea). Poca roba in mezzo al campo. Una punizione insidiosa per Ruddy e poco altro nella sua prestazione, nella quale si fa ammonire e soffre il ritmo dell'azione avversaria.

La dichiarazione

Gary Cahill (Chelsea): "Secondo tempo di sofferenza pura, gli ultimi 15-20 minuti sono stati terribili. Nel primo tempo eravamo in controllo, nella ripresa la gara è cambiata completamente. Ci teniamo il risultato".

Il tabellino

Norwich (3-4-3): Ruddy; Bennett (60' Mbokani), Martin, Klose; Pinto, Tettey (36' O'Neil), Howson, Brady; Redmond, Jerome, Hoolahan. All. Neil

Chelsea (4-2-3-1): Courtois; Azpilicueta, Cahill, Ivanovic, Kenedy (69' Baba); Fabregas, Matic; Traoré (60' Obi Mikel), Oscar (60' Willian), Hazard; Diego Costa. All. Hiddink

Arbitro: Lee Mason

Gol: 1' Kenedy (C), 46' pt Diego Costa (C), 68' Redmond (N)

Note: ammoniti Howson (N), Bennett (N), Oscar (C), Fabregas (C), Klose (N)

0
0