Reuters

Il Tottenham sentenzia il Chelsea nella corsa Champions: 3-1 con Eriksen e doppio Alli

Il Tottenham sentenzia il Chelsea nella corsa Champions: 3-1 con Eriksen e doppio Alli

Il 01/04/2018 alle 18:52Aggiornato Il 01/04/2018 alle 19:23

In quello che, di fatto, era uno spareggio per l'Europa che conta, Blues in vantaggio con l'inzuccata di Murata e ribaltati con una prodezza del danese e una doppietta del nazionale inglese. Derby londinese stravinto dagli Spurs (a Stamford Bridge non succedeva dal 1990), che staccano di 8 punti in classifica la band di Conte.

Antonio Conte si mangia le mani. Sino al 45' del derby tra Chelsea e Tottenham, la sua band aveva completamente riaperto la lotta per il quarto posto Champions grazie al vantaggio siglato da Morata alla mezzora di gioco. Poi, una prodezza allo scadere della prima frazione di Eriksen e una doppietta di uno strepitoso Dele Alli, portano gli Spurs a chiudere ogni discorso a 64 punti, a +8 dai diretti rivali londinesi, che restano a 56. Un netto 1-3 a Stamford Bridge: la vittoria del Tottenham, in casa del Chelsea, non cadeva dal 1990. Erano i tempi di un certo Gazza Gascoigne.

Chelsea-Tottenham, Premier League 2017-2018: da sinistra, Dele Alli (Tottenham) e Willian (Chelsea) (Getty Images)

Chelsea-Tottenham, Premier League 2017-2018: da sinistra, Dele Alli (Tottenham) e Willian (Chelsea) (Getty Images)Getty Images

La cronaca della partita

Il Tottenham sembra partire più convinto ma, intorno al 20', il Chelsea prende in mano il pallino del gioco: prima, un potente destro in diagonale di Willian viene respinto da Lloris. Nell'arco del medesimo giro di lancette, Marcos Alonso va a segno al volo, ma in furoigioco, con una conclusione al volo su assist dalla destra di Moses. Gol annullato da Marriner. E' regolarissima, invece, la rete di Morata, che alla mezzora, di testa, approfitta (su assist dalla destra del solito Moses) approfitta di un'uscita a farfalle di Lloris. Lo spagnolo torna così al gol in Premier dopo sette giornate di astinenza.

La sortie ratée d'Hugo Lloris qui a permis à Morata d'ouvrir le score lors de Chelsea - Tottenham

La sortie ratée d'Hugo Lloris qui a permis à Morata d'ouvrir le score lors de Chelsea - TottenhamGetty Images

Tutto parrebbe portare sui binari dello 0-0al termine del primo tempo e, invece, nel primo dei due minuti di recupero concessi da Marriner, arriva la prodezza di Eriksen il quale, dai venti metri, col destro scocca la più classica delle "maledette" alla Pirlo, con la palla che si abbassa all'ultimo e fa secco Caballero sotto la traversa.

Tottenham's Christian Eriksen celebrates scoring their first goal with Erik Lamela and Son Heung-min

Tottenham's Christian Eriksen celebrates scoring their first goal with Erik Lamela and Son Heung-minReuters

Nella ripresa, il Tottenham gioca sulle ali dell'entusiasmo e, con un uno-due micidiale firmato Dele Alli, completa la rimonta e chiude il match: al 62' il nazionale Inglese, aggancia in maniera delizioso un lungo traversone da metà campo di Dier e liquida Caballero in uscita. Quattro minuti dopo, invece, risolve un flipper d'area innescato da Son. Finisce 1-3.

Tottenham's Dele Alli celebrates scoring their second goal with Son Heung-min

Tottenham's Dele Alli celebrates scoring their second goal with Son Heung-minReuters

La statistica chiave

10 febbraio 1990

Era la data, prima di oggi pomeriggio, dell'ultima vittoria del Tottenham a Stamford Bridge. Erano i tempi di Gazza Gascoigne.

Il tweet

Il migliore

Dele ALLI (Tottenham): una doppietta straordinaria, di classe, grinta e personalità. Le caratteristiche che ci vogliono per vincere un derby così importante.

Eden Hazard (Chelsea) et Dele Alli (Tottenham)

Eden Hazard (Chelsea) et Dele Alli (Tottenham)Getty Images

Il peggiore

Hugo LLORIS (Tottenham): esce dai pali in maniera imbarazzante in occasione del gol di Morata.

Il tabellino

CHELSEA-TOTTENHAM 1-3

Chelsea (3-4-2-1): Caballero; Rudiger, Christensen, Azpilicueta; Moses (82' Giroud), Fabregas, Kanté, Alonso (84' Emerson Palmieri); Hazard, Willian; Morata (88'Hudson-Odoi). All.: Conte.

Tottenham (4-2-3-1): Lloris; Trippier, Sanchez, Vertonghen, Davies; Dembelè, Dier (81' Wanyama); Lamela (88' Sissoko), Alli, Eriksen; Son (74' Kane). All.: Pochettino.

Arbitro: André Marriner di Birmingham

Gol: 30' Morata (T), 45'+1 Eriksen (T), 62' e 66' Alli (T).

Note - Recupero: 2+4. Ammonito: Davies.

0
0