Getty Images

Il Liverpool scaccia la "mini-crisi": 3-0 al Bournemouth, Reds di nuovo a +3 sul City

Il Liverpool scaccia la "mini-crisi": 3-0 al Bournemouth, Reds di nuovo a +3 sul City

Il 09/02/2019 alle 17:51Aggiornato Il 09/02/2019 alle 18:03

Dopo due pareggi che avevano permesso al City di rifarsi sotto, il Liverpool regola con facilità il Bournemouth e torna a +3 sulla squadra di Guardiola. In gol Mané, Wijnaldum e Salah.

La mini-crisi è già alle spalle. Il Liverpool riparte dal Bournemouth e lo fa con un rotondo 3-0 tra le mura amiche di Anfield. Una partita che forse farà poco testo per il livello dell’avversaria (che lontano da casa è parecchio insufficiente), ma che ha un peso specifico importantissimo per Klopp. Dopo i due pareggi con Leicester e West Ham, che anziché permettere di allungare a +7 sul City avevano messo addirittura i conti in pari prima di questa partita, arrivano 3 punti che rimettono a una vittoria di distanza il Liverpool. Una bella iniezione di fiducia in vista delle prossime settimane, quando il pesante intermezzo del Bayern Monaco in Champions League sarà una bella discriminante nella corsa a un titolo che resta il reale obiettivo n°1 nel Merseyside.

La cronaca

Il Liverpool parte un po’ a rilento e per 20 minuti combina sostanzialmente poco, quasi come se ancora sia impacciato dalla situazione a sorpresa creatasi negli ultimi 10 giorni. Poi però Mané, su cross di Milner da destra, mette dentro di testa. Il gol è in fuorigioco ma in Inghilterra non c’è la VAR. L’errore arbitrale permette dunque ai Reds di metterla in discesa. Da lì la partita si scioglie un po’ per la squadra di Klopp; e il tocco in pallonetto di Wijnaldum è un cioccolatino che mette al riparo il punteggio già prima dell’intervallo.

Già perché nella ripresa il Bournemouth non ha neanche il tempo di provare a cambiare le cose che Salah – dopo un assist delizioso di suola in no-look di Firmino – mette dentro il 3-0. Da lì in poi è accademia vera. Il Liverpool gioca con ritmo e pallone, spreca almeno tre altre occasioni nitide e chiude così la partita. La corsa dei Reds è ripresa. Servirà però un test più attendibile per testarne la reale consistenza sulla distanza.

La statistica

Ottava sconfitta consecutiva in trasferta in campionato per il Bournemouth. Una squadra che non riesce a trovare equilibrio: bene in casa, male fuori.

Il tweet

Il migliore

Firmino. Non segna, ma come si muove là davanti. Movimenti, assist ai compagni in un lavoro di super qualità per tutto il reparto. L’assist per il 3-0 di Salah, poi, è un autentico gioiello.

Il peggiore

Ibe. Lui, ex di turno, oggi combina davvero molto poco. Non è incisivo in mezzo, non impatta dal punto di vista agonistico.

Il tabellino

Liverpool (4-3-3): Alisson; Milner, Matip, Van Dijk, Robertson; Fabinho, Wijnaldum (75’ Alexander-Arnold), Keita; Salah, Firmino, Mané (87’ Origi).

Bournemouth (4-5-1): Boruc; Smith, Cook, Aké, Rico (80’ Mepham); Ibe (59’ Solanke), Gosling, Lerma (73’ Mousset), Surman, Fraser; King.

Gol: 24’ Mane, 34’ Wijnaldum, 48’ Salah.

Note – Ammoniti: Rico, Smith; Matip.

0
0