Getty Images

Il Tottenham vince a Leicester e fa riposare i "big" per la Champions: 2-0 con Son e Alli

Il Tottenham vince a Leicester e fa riposare i "big" per la Champions: 2-0 con Son e Alli

Il 08/12/2018 alle 22:45Aggiornato Il 08/12/2018 alle 22:52

Colpo grosso di Pochettino, che si riprende il terzo posto e, al contempo, risparmia Kane ed Eriksen (subentrati nella ripresa) in vista del match della vita, in Champions, contro il Barcellona al Camp Nou. Un gol per tempo al King Power Stadium e 36 punti in classifica.

Colpo grosso del Tottenham, colpo grosso di Pochettino, che al King Power Stadium di Leicester vince 2-0, si riprende il terzo posto - con tanti saluti Chelsea e Arsenal - e, al contempo, risparmia Kane ed Eriksen (subentrati nella ripresa) in vista del match della vita, in Champions League, contro il Barcellona al Camp Nou. Un gol per tempo al King Power Stadium e 36 punti in classifica. Le Foxes, dal canto loro, restano a quota 23.

La cronaca della partita

Buon ritmo nei primi 45 ma nessuna occasione da gol. Sino nel primo e unico minuto di recupero assegnato da Craig Pawson. Il Tottenham - che fino a quel momento aveva provato a stanare il Leicester con la solita, interminabile manovra in orizzontale - trova il vantaggio con un colpo istintivo di Son: palla lavorata sulla destra di Aurier e consegnata al sudcoreano, che dal limite dell'area la scia partire un sinistro a giro imparabile per Schmeichel. La gara si sblocca, così, nell'unico tiro in porta registrato nel corso della prima frazione. Nella ripresa, gli Spurs chiudono il match allo scoccare dell'ora di gioco: Son, ancora lui, scodella dalla mancina un pallone a giro che Alli, smarcatissimo sul secondo palo, spedisce in fondo al sacco ma in sospetta posizione di offside, non ravvisata dalla terna di Pawson. E' 2-0. Da qui in avanti, entreranno in gioco anche Eriksen e Kane, che faranno staffetta rispettivamente con Lucas Mooura e Son. Il Tottenham si limita così a controllare un Leicester che nemmeno con gli ingressi in campo degli offensivi Ghezzal e Okazaki, riesce a rendersi pericoloso dalle parti di Schmeichel.

La statistica chiave

Zero pareggi in 16 giornate di Premier per il Tottenham, che conta sin qui 12 vittorie e 4 sconfitte.

Il tweet

Il migliore

Heung-Min SON (Tottenham): sblocca la partita con un gesto tecnico che vale il prezzo del biglietto ed è l'autore, tra i tanti, del cross vincente per Dele Alli. Talento vero.

Leicester City-Tottenham, Premier League 2018-2019: Heung-Min Son porta in vantaggio gli Spurs (Getty Images)

Leicester City-Tottenham, Premier League 2018-2019: Heung-Min Son porta in vantaggio gli Spurs (Getty Images)Eurosport

Il peggiore

Kalechi IHEANACHO (Leicester City): completamente sconclusinato là davanti. Con la maglia delle Foxes, l'ex Manchester City continua a deludere.

Il tabellino

LEICESTER CITY-TOTTENHAM 0-2

Leicester City (4-3-3): Schmeichel; Ricardo Pereira, Evans, Morgan, Chilwell; Ndidi, Mendy (79' Okazaki), Iborra (56' Albrighton); Gray, Maddison; Iheanacho (56' Ghezzal). All.: Puel.

Tottenham (4-2-3-1): Lloris; Aurier (78' Walker-Peters), Alderweireld, Vertonghen, Davies; Dier, Sissoko, Winks; Lucas Moura (67' Eriksen), Alli; Son (74' Kane). All.: Pochettino.

Arbitro: Craig Pawson di Sheffield.

Gol: 45'+1 Son (T), 59' Alli (T).

Note - Recupero 1+3. Ammoniti: Dier, Mendy, Albrighton, Gray.

Video - Vichai Srivaddhanaprabha, il filantropo thailandese che ha regalato al mondo la favola Leicester

01:18
0
0