Getty Images

La parata del secolo: quando Gordon Banks disse di "no" a Pelé

La parata del secolo: quando Gordon Banks disse di "no" a Pelé

Il 12/02/2019 alle 14:36Aggiornato Il 12/02/2019 alle 15:34

In omaggio a Gordon Banks, il portiere dell'Inghilterra campione del mondo nel 1966, scomparso all'età di 81 anni, ricordiamo l'azione più spettacolare della sua carriera, quando, durante ai Mondiali del 1970, effettuò una parata pazzesca su Pelé nella partita contro il Brasile.

" Quella parata su Pelé è stata la più bella della mia carriera. Non avrei mai pensato che potesse diventare così famosa, anzi, nemmeno mi ero accorto di averla fatta. Avevo sentito Pelé urlare 'gol' al momento del colpo di testa, seguito da un grido gigantesco, assordante. Pensavo che, nonostante l'avessi toccata, fosse comunque riuscito a segnare. Poi mi accorsi che, in realtà, quel grido dello stadio era per me... - Gordon Banks."

Nell'immaginario comune collettivo, il ritratto di Gordon Banks è descritto sostanzialmente in due fotografie in bianco e nero. La prima lo ritrae a mezz'aria, disteso in tuffo in posa plastica, mentre respinge un tiro alla sua destra con il pallone che schizza via in primo piano. Difende la porta del Leicester City, con cui giocò per otto stagioni conquistando la Coppa di Lega del 1964. La seconda è, semplicemente, la parata del secolo.

Gordon Banks con la maglia del Leicester City in una delle immagini più rappresentative della sua carriera (anno 1966).

Gordon Banks con la maglia del Leicester City in una delle immagini più rappresentative della sua carriera (anno 1966).Getty Images

Messico 1970, l'Inghilterra si presenta da campione in carica grazie al trionfo in casa di quattro anni prima. Dopo la vittoria all'esordio sulla Romania, è già tempo di big-match contro il Brasile. E lì, arriva quel momento che, nelle parole dello stesso Banks, "viene ricordato più della mia vittoria del Mondiale del 1966".

L'azione si sviluppa sulla destra. Carlos Alberto lancia sulla fascia Jair, che supera Terry Cooper in velocità prendendo il fondo. Bobby Moore scala per aiutare lasciando Tostão solo in mezzo all'area, ma Jair calibra un cross perfetto sul palo opposto, dove si inserisce Pelé. O'Rey impatta splendidamente sul pallone prendendo il tempo a Tommy Wright, indirizzandolo verso l'angolino destro. Sembra dentro, è gol, ma Gordon Banks, con un riflesso pazzesco, tocca il pallone deviandolo addirittura sopra la traversa, in calcio d'angolo. Pelé, che aveva già alzato le mani per esultare, resta incredulo, esterrefatto, mentre Bobby Moore passa accanto a Banks, ancora a terra, scompigliandogli i capelli lunghi in segno di stima. In quel momento, voltandosi alle sue spalle, Banks vede il pallone a bordocampo e si rende conto di aver compiuto un gesto irripetibile.

" Non ci potevo credere. In quel momento ho odiato Banks più di qualsiasi altro giocatore al mondo. Ma, quando ho sbollito la rabbia, l'ho applaudito con tutto il cuore. Era stata la parata più bella che avessi mai visto - Pelé."

Il Brasile vincerà comunque quella partita con un gol di Jair al 59', ma quella parata rimarrà uno dei gesti indimenticabili della storia del calcio.

0
0