Getty Images

Le pagelle di Manchester City-Chelsea 6-0

Le pagelle di Manchester City-Chelsea 6-0

Il 10/02/2019 alle 19:41Aggiornato Il 11/02/2019 alle 00:13

Il migliore in campo è Aguero con la sua tripletta, ma tutto il City è un'orchestra straordinaria. Il peggiore è Marcos Alonso, ma anche Barkley ci mette del suo. Nel Chelsea si salva Higuain... Ma non Sarri; specie dopo il triplice fischio.

===MANCHESTER CITY===

EDERSON 7 – Due interventi decisivi: uno su Pedro e l’altro su Higuain. Entrambi nel primo tempo. Perché su questo 6-0 c’è anche la sua firma.

Kyle WALKER 6,5 – Non ha grossi problem dietro. Oggi il Chelsea non costruisce quasi nulla.

John STONES 6,5 – Partita di controllo al centro della difesa. Non ha problemi con Higuain, che gioca bene ma è troppo solo.

Aymeric LAPORTE 6,5 – Torna al centro della difesa e imposta bene la prima manovra del City.

Olexandr ZINCHENKO 7 – Come tutta la linea difensiva non ha un gran da fare, ma si fa vedere in fase di spinta e sforna anche l’assist.

Ilkay GUNDOGAN 7 – Domina in mezzo al campo, dove detta i ritmi di un’orchestra perfetta.

FERNANDINHO 7 – Perno fondamentale di una squadra che sulla sua presenza in campo imposta tutti gli equilibri. Dal 75’ David SILVA – sv.

Kevin DE BRUYNE 7,5 – Una genialata nella punizione che apre la gara, ma soprattutto un ritorno ai suoi livelli. Piano-piano, dopo il grave infortunio, si sta ritrovando il giocatore che è stato fondamentale per i successi e i record dello scorso anno. Dal 68’ Ryhad MAHREZ 6 – In campo a giochi ormai fatti.

Bernardo SILVA 7,5 – Assist sul gol dell’1-0; assist al bacio sulla palla che Aguero non ha inspiegabilmente messo dentro. Un’altra grande prestazione.

Sergio AGUERO 8 – Con l’undicesima tripletta in Premier League Sergio Aguero eguaglia il record di Alan Shearer. Una partita super oggi, trascinatore unico. E dire che era iniziata con un clamoroso – ma proprio clamoroso – gol sbagliato a porta vuota. Ma i campioni sono proprio questi qui, ovvero quelli che sanno mettersi tutto alle spalle e ripartire come se niente fosse. Un gioiello all’incrocio, un gol di rapina, una rigore trasformato con grande freddezza. Dal 65’ Gabriel JESUS 6 – Entra anche lui in campo quando il match è di fatto già finito.

Raheem STERLING 7,5 – Grande protagonist insieme ad Aguero del bollettino odierno. Un giocatore semplicemente trasformato dalla cura Guardiola: da fumoso e consistente solo a tratti; a meccanismo offensivo decisivo. Oggi l’ennesima riprova.

All. Pep GUARDIOLA 8 – Una macchina perfetta il suo City. Almeno così è parsa oggi. Una lezione di calcio assoluta riservata a un altro team che, più o meno, sulla filosofia da lui introdotta 10 anni fa, si vuole rifare.

===CHELSEA===

Kepa ARRIZABALAGA 5 – Lento in occasione del gol di Gundogan.

Cesar AZPILICUETA 4,5 – Se gioca male e fa buchi anche lui, è davvero la peggior notizia possibile per Sarri.

Antonio RUDIGER 5 – Il City entra da tutte le parti. Non riesce spesso a contenerli.

David LUIZ 4,5 – Resta un giocatore impresentabile al centro della difesa per le partite che davvero contano. Malissimo in due o tre situazioni, tra cui la pulizia dell’area nell’occasione che porta al 3-0.

Marcos ALONSO 4 – Non è facile trovarne uno che si salvi oggi nella difesa dei Blues, ma della linea dietro forse Alonso è il peggiore. La distrazione sul primo gol, i mille buchi, l’attenzione del tutto inesistente. Irriconoscibile. Dal 73’ Emerson PALMIERI 6 – Entra a umiliazione ormai avvenuta.

N’Golo KANTE 5,5 – Fa quasi compassione oggi: corre, ma a vuoto intorno al centrocampo del City che la fa girare a piacimento.

JORGINHO 4,5 – Prova a far girare i Blues, ma a parte il quarto d’ora finale del primo tempo, è una missione che proprio non riesce a portare a termine.

Ross BARKLEY 4 – Non si mette davanti a De Bruyne nella punizione che porta all’1-0 City; va con quello che di fatto è un assist ad Aguero per il 3-0. Un disastro, insomma. Peggiore in campo insieme ad Alonso. Dal 53’ Mateo KOVACIC 5 – Non va meglio a Kovacic, che per in un’intero tempo – o quasi – tocca non più di 5 palloni.

PEDRO 5 – Non pervenuto, se non in occasione dell’occasione fallita sull’uscita di Ederson nel primo tempo. Dal 66’ Ruben LOFTUS-CHEEK 6 – Entra e prova a farsi vedere con due accelerazioni. Conquista un paio di buone punizioni dal limite.

Gonzalo HIGUAIN 6 – Sufficiente. Mentre la barca affondava, è stato l’unico a provare a tenerla a galla. Un grande assist di tacco per Pedro e una gran conclusione che impegna Ederson. Ci prova davvero, ma è troppo solo.

Eden HAZARD 5,5 – Due o tre accelerazioni in avvio, ma è ben controllato in una difesa pronta sempre a raddoppiare.

All. Maurizio SARRI 4 – Umiliato. In campo, da una squadra oggi semplicemente superiore alla sua. E fuori, quando scappa fingendo di non vedere Guardiola che prova a dargli la mano a fine partita. Un signore lo spagnolo a dichiarare: “Non mi ha visto, ho parlato con Zola, non c’è problema”. Difficile credergli però, con il buon Pep che ha quasi provato a inseguirlo. Se pensa che in Inghilterra valga la regola ‘bisogna fermarsi’, sbaglia due volte. Insomma, una giornataccia da cancellare sotto tutti i punti di vista.

Video - Sarri: "La mancata stretta di mano con Guardiola? Non l'ho visto, non ho alcun problema con lui"

01:01
0
0