Getty Images

Sarri mette le ali al Chelsea: 2-0 al City, Guardiola perde imbattibilità e vetta

Sarri mette le ali al Chelsea: 2-0 al City, Guardiola perde imbattibilità e vetta

Il 08/12/2018 alle 20:23Aggiornato Il 08/12/2018 alle 21:37

I Blues si impongono a Stamford Bridge grazie a un gol per tempo. Kanté sblocca il risultato al 45' con un piattone destro, al 78' David Luiz timbra il raddoppio con un gran colpo di testa sugli sviluppi di un corner. Entrambi gli assist sono di Hazard. I Citizens incassano il primo ko stagionale in Premier League e scivolano al secondo posto a -1 dal Liverpool.

Una partita stranissima, dominata nel primo tempo dal City ma che paradossalmente è stata vinta con merito dal Chelsea. Maurizio Sarri si prende una soddisfazione enorme, una delle più belle della sua carriera, e rifila un secco 2-0 al Manchester City spezzando l'imbattibilità della squadra di Guardiola che deve anche cedere il primato in Premier League al Liverpool di Klopp. Di Kanté al 45' e David Luiz al 78' le reti che decidono il big match a Stamford Bridge.

N'Golo Kante e Cesar Azpilicueta

N'Golo Kante e Cesar AzpilicuetaGetty Images

La cronaca

Il primo tempo diventa ben presto un'esibizione corale da applausi del City. La squadra di Guardiola esercita un pressing alto e mette in difficoltà i Blues, ma non riesce a concretizzare le tante occasioni da gol create. Il primo pallone d'oro è sul sinistro di Sterling al 9' ma la conclusione dell'attaccante inglese, tutto solo all'altezza del dischetto del rigore, è sporca e viene bloccata senza problemi da Kepa. Poco dopo la mezz'ora la pressione del City si fa asfissiante. Al 32' Kepa chiude lo specchio a Sané, David Silva spara sulla ribattuta e Rudiger salva sulla linea. Pochi secondi dopo Azpilicueta si immola su un sinistro di Sané e con il corpo si rifugia in corner. Lo 0-0 sta decisamente stretto ai Citizens, ma il calcio sa essere strano e a passare in vantaggio al 45' è il Chelsea. Marcos Alonso serve Hazard in piena area, il belga alza la testa e serve Kanté il cui piattone di prima intenzione si insacca sotto la traversa. Blues avanti al primo tiro nello specchio.

Pep Guardiola - Chelsea-Manchester City 2018

Pep Guardiola - Chelsea-Manchester City 2018Getty Images

Nella ripresa ci si attende la reazione ancora più rabbiosa del City, invece è il Chelsea a sembrare letteralmente trasformato. I Blues sfiorano il raddoppio con una doppia iniziativa di Willian, al 53' Guardiola fiuta il pericolo e prova a cambiare l'assetto tattico alla propria squadra. Fuori Sané, falso 9 rinnegato e spazio a Gabriel Jesus, prima punta vera. Ci prova Walker su punizione al 57': Kepa è attento e smanaccia. La ripresa sembra l'opposto della prima frazione. Il City fa fatica a rendersi pericoloso, mentre il Chelsea quando riparte fa paura. E al 78' la squadra di Sarri raddoppia: Ederson regala ingenuamente un corner, Hazard dalla bandierina crossa a centro area dove David Luiz salta più in alto di tutti e manda il pallone sotto l'incrocio dei pali. Per il Chelsea è festa grande. L'ultimo brivido al 94' quando Kepa rimedia a un disimpegno sbagliato volando sul destro a giro di Gabriel Jesus. Oliver fischia la fine dopo 4 minuti di recupero e Sarri può godersi una serata da sogno.

David Luiz e Ross Barkley

David Luiz e Ross BarkleyGetty Images

La statistica

8 - Sono già 8 gli assist firmati da Eden Hazard nelle prime 16 giornate di Premier League, il doppio di quelli confezionati nelle 34 presenze collezionate la scorsa stagione.

Il tweet

Il migliore

Cesar AZPILICUETA - Il migliore in campo. Non sbaglia praticamente nulla. Determinante nelle chiusure e bravo a far ripartire l'azione. Prestazione da incorniciare.

Il peggiore

Fabian DELPH - Azpilicueta stravince il duello sulla sua corsia di competenza. A differenza di Walker non affonda mai e soffre sulle ripartenze del Chelsea.

Il tabellino

Chelsea-Manchester City 2-0

Chelsea (4-3-3): Kepa; Azpilicueta, Rudiger, David Luiz, Marcos Alonso; Kanté, Jorginho, Kovacic (65' Barkley); Pedro, Hazard (90' Giroud), Willian (75' Loftus-Cheek). All.: Sarri.

Manchester City (4-3-3): Ederson; Walker, Stones, Laporte, Delph; Bernardo Silva, Fernandinho, David Silva (68' Gundogan); Mahrez (84' Foden), Sterling, Sané (53' Gabriel Jesus). All.: Guardiola.

Arbitro: Michael Oliver di Ashington.

Reti: 45' Kanté (C), 78' David Luiz (C).

Note - Recupero 2'+4'. Ammoniti Jorginho, Pedro (C).

Video - Dani Alves: "Essere allenati da Guardiola è meglio che fare sesso"; Guardiola: "Preferisco il sesso"

00:17
0
0