Getty Images

Verratti all'86' tiene l'Italia a punteggio pieno: 2-1 in rimonta alla Bosnia

Verratti all'86' tiene l'Italia a punteggio pieno: 2-1 in rimonta alla Bosnia

Il 11/06/2019 alle 22:36Aggiornato Il 12/06/2019 alle 00:14

Gli azzurri si portano a casa un altro successo, questa volta soffertissimo: Dzeko porta in vantaggio i bosniaci nel primo tempo, Insigne pareggia con un gol meraviglioso e il centrocampista del PSG completa la rimonta a 4 minuti dalla fine. La nazionale di Mancini resta in testa da sola nel raggruppamento.

Un altro successo, un altro passo in avanti verso la gloria di Euro 2020. Fondamentale e forse decisivo, considerando la Bosnia come l'avversario più insidioso del gruppo J delle qualificazioni. Che fatica, però, e che sofferenza. Il 2-1 ai bosniaci arriva solo nella ripresa, dopo un primo tempo difficoltoso chiuso sotto di un gol, grazie a una zampata di Marco Verratti a 4 minuti dalla fine. Un'Italia meno bella del solito, più impacciata, meno brillante, ma più che per demeriti propri per i meriti della Bosnia di Pjanic e di un Dzeko mostruoso, autore del gol del momentaneo 0-1 e spauracchio costante per i difensori azzurri. Decisivo è però Insigne, autore della splendida gemma del pareggio e dell'assist vincente per Verratti. Ma decisiva è anche, e soprattutto, la voglia della nazionale di Mancini di non mollare neppure quando le condizioni, per la prima volta dall'inizio delle qualificazioni, sono così avverse. E la classifica ci premia sempre più: 4 vittorie su 4, 12 punti, 3 in più rispetto alla Finlandia ma soprattutto 6 sull'Armenia, nuova terza. La strada verso gli Europei è già tracciata.

La cronaca della partita

L'Italia inizia bene, va vicina al vantaggio con un destro di poco largo di Quagliarella e pare poter fare un sol boccone anche della Bosnia. Che però ben presto reagisce, prendendo possesso del campo e sfiorando il vantaggio con Visca: fondamentale l'opposizione di Bonucci. Poco dopo la mezz'ora, il sempre più evidente predominio bosniaco si trasforma nel gol dello 0-1: tacco di Besic per Visca, centro mortale per Dzeko che da un passo, e con la porta vuota, non può fallire la missione. L'Italia prova a scuotersi nei minuti finali del tempo e va a tanto così dal pareggio: ancora Quagliarella incrocia dal limite, ma Sehic è miracoloso nel salvare in angolo con la punta delle dita.

Dzeko esulta dopo aver segnato in Italia-Bosnia

Dzeko esulta dopo aver segnato in Italia-BosniaGetty Images

Durante l'intervallo Mancini inserisce Chiesa per Quagliarella, ma l'1-1 è una prodezza di Insigne: schema dalla bandierina di Bernardeschi per l'attaccante napoletano, che si coordina al volo e dal limite lascia impietrito Sehic. La Bosnia reagisce e va vicina al nuovo vantaggio con Dzeko, Civic e Visca: bravissimo Sirigu. Poi gli azzurri riprendono a macinare gioco e Sehic deve mettere le mani su Insigne prima e Chiellini poi. Gli assalti finali dell'Italia danno i frutti sperati: all'86' Insigne rientra e tocca in area per Verratti, che piazza con l'interno il pallone alle spalle dell'immobile Sehic. È il gol della vittoria. Soffertissima, ma vitale.

La statistica chiave

Nonostante tutte le difficoltà incontrate contro una bella Bosnia, l'Italia ha tenuto il 65% di possesso di palla, calciando in porta 13 volte. E alla fine si è portata a casa un'altra vittoria.

Il tweet

Il migliore in campo

Dzeko. Mostruoso. Fa reparto da solo, trascinandosi dietro due o tre avversari e facendo le fortune dei compagni che arrivano a rimorchio. Ah, segna pure il gol del vantaggio, ma in un contesto così è quasi un dettaglio.

Il peggiore in campo

Gianluca Mancini. Impacciato palla al piede, timido e spaesato in fase di contenimento: Dzeko, specialmente nella ripresa, fa un po' quel che vuole contro di lui.

La dichiarazione

Edin Dzeko: "Io all'Inter? Per adesso sono ancora un giocatore della Roma. Ora me ne vado in vacanza dopo una lunga stagione, poi vedremo".

Il tabellino

Italia (4-3-3): Sirigu; Mancini (66' De Sciglio), Bonucci, Chiellini, Emerson; Barella, Jorginho, Verratti; Bernardeschi (81' Belotti), Quagliarella (46' Chiesa), Insigne. Ct. Mancini

Bosnia (4-3-3): Sehic; Todorovic, Bicakcic, Zukanovic, Civic (72' Nastic); Besic, Pjanic, Saric; Visca, Dzeko, Gojak (81' Cimirot). Ct: Prosinecki

Arbitro: Javier Estrada Fernandez (Spagna)

Gol: 32' Dzeko (B), 49' Insigne (I), 86' Verratti (I)

Ammoniti: Jorginho, Besic, Bonucci, Saric, Dzeko

Note: -

Video - Mancini: "Manca un bomber all'Italia? A me interessa giocare bene. Io ero un grande attaccante"

01:13
0
0