PA Sport

L'Old Firm è tornato! Triplo Dembelè e 5-1 del Celtic ai Rangers

L'Old Firm è tornato! Triplo Dembelè e 5-1 del Celtic ai Rangers

Il 10/09/2016 alle 15:27Aggiornato Il 10/09/2016 alle 21:28

Il Celtic infligge un'umiliante 5-1 agli eterni rivali dei Rangers nel sentitissimo derby di Glasgow. Mattatore al Celtic Park il francese Dembelè, autore di una tripletta. Da quattro anni non si vedeva un Old Firm in campionato: l'evento è stato celebrato dai 60 mila del Celtic Park.

10/09/2016, Glasgow, spalti del Celtic Park: un bambino di biancoverde vestito regge a favore di camera una lapide cartonata recante la seguente dicitura: "R.I.P. Rangers 1872-2012". Basterebbe questa diapositiva per illustrare il significato dell'Old Firm a un marziano appena sbarcato sul pianeta terra. L’accoglienza del Celtic ai "cugini” dei Rangers, assenti dal 2012 dai palcoscenici della Scottish Premiership causa fallimento societario, non è stata delle più soffici: 5-1 al cospetto dei sessantamila del The Paradise tanto per mettere le cose in chiaro sin da subito, senza concedere sconti. Risultato? 402° capitolo dell’eterna saga senza storia o giù di lì ma ugualmente significativo per l'impagabile spettacolo dentro e fuori lo storico impianto scozzese. Ben ritrovato Old Firm, abbiamo avvertito tutti la tua mancanza!

Cattolici/protestanti: More than a football game!

Questa è LA sfida per eccellenza del calcio scozzese: la secolare diatriba tra cattolici e protestanti, indipendentisti e unionisti, bhoys e gers. (Molto) più che una semplice partita di calcio, sorta di guerra dei mondi nell'accezione sportiva dell'espressione. Se si escludono i due incontri ravvicinati in Coppa di Scozia, il derby di Glasgow nel massimo campionato scozzese non si vedeva dal 29 aprile 2012, giorno di un sonoro 3-0 a favore del Celtic. Quattro anni dopo le gerarchie paiono immutate: per la matricola di lusso c’è ancora parecchia strada da percorrere prima di covare sogni di gloria (i punti in campionato da recuperare nei confronti dei bhoys ammontano già a quattro, con una partita in più nel serbatoio per giunta).

La partita: Moussà Dembelé Superstar

Monologo biancoberde al Paradise: l'acuto dell'attaccante dei Rangers Garner ad accorciare le distanze e autografare il provvisorio 2-1 è solo estemporaneo, il Celtic infierisce senza pietà sulla neo promossa. La star dell'Old Firm numero 402 è senza ombra di dubbio l'attaccante francese classe 1996 Moussa Dembelè, autore di una tripletta da sogno: stacco di testa imperioso, dribbling secco ad eludere l'intervento dello sciagurato ex Milan Senderos (poi espulso per somma di ammonizioni) ed esterno destro in buca d'angolo e sinistro di controbalzo da opportunista. Aggiungete un assist servito sul piatto d'argento al compagno Sinclair e la partita perfetta è servita, con tanto di pallone dello (storico) match in saccoccia. Per i biancoverdi si iscrive alla festa anche il centrocampista Stuart Armstrong.

***

Video - Il sinistro da favola di Espinoza: palla sotto il "sette"

00:27
0
0