Reuters

Old Firm, il botto

Old Firm, il botto di fine anno
Di Eurosport

Il 26/12/2008 alle 16:24Aggiornato

L'atteso derby di Glasgow, in programma a Ibrox Park, chiude il 2008 in Scozia. I Rangers devono recuperare 4 punti in classifica al Celtic

Si chiude con il botto il 2008 della Scottish Premier League, che nell'ultimo turno dell'anno solare ha in programma il derby di Glasgow tra i Rangers e il Celtic. L'Old Firm da 120 anni simboleggia una delle rivalità più antiche e accese a livello internazionale: più che una semplice partita è un evento che monopolizza un paese intero e in particolar modo la sua capitale, divisa tra i 'protestanti' dei Rangers e i 'cattolici' dei Celtic in un confronto che non è solamente sportivo, ma anche tra due differenti culture religiose.

La classifica dopo 19 giornate dice Celtic primo con 47 punti, quattro più dei Rangers che non possono sbagliare per non rischiare di vedersi scappare ulteriormente i cugini biancoverdi. Su Kris Boyd si basano gran parte delle speranze della formazione di Walter Smith, che vuole bissare il successo per 4-2 ottenuto al Celtic Park lo scorso agosto e soprattutto ottenere quei tre punti che riaprirebbero totalmente la corsa al titolo. Il 25enne bomber scozzese, capocannoniere del campionato con 18 gol segnati (praticamente la media di uno a partita), è indispensabile per i Rangers, e non solo per la sua innata capacità realizzativa. Sarà lui a far coppia con Kenny Miller, che dovrebbe giocare regolarmente malgrado qualche lieve acciacco. Disponibile anche Chris Burke, che ha smaltito un attacco influenzale.

Da quando è sulla panchina del Celtic ha vinto una volta sola a Ibrox Park in sei occasioni Gordon Strachan, uno stadio che gli procura sempre delle grandi emozioni: "E' molto bello giocare qui, perchè c'è un'atmosfera fantastica" afferma il tecnico dei Celtic, secondo il quale il risultato di questa stracittadina, per quanto importante e sentita, non sarà in ogni caso decisivo per l'esito finale del campionato: "Tutte le partite sono importanti, gli ultimi anni hanno dimostrato che il risultato dell'Old Firm non ha avuto un grande peso sull'andamento finale del campionato". Strachan recupera McManus, Hartley e Robson ma non può ancora contare su Vennegoor of Hesselink, che ha ripreso ad allenarsi ma non è ancora in grado di giocare.

Segui il nostro LIVE sabato a partire dalle 13:30!

0
0