AFP

Francesco Totti e la Roma: "Benedetto contratto! Posso vincere il secondo scudetto"

Totti: "Benedetto contratto! Posso vincere il secondo scudetto"
Di Eurosport

Il 07/06/2016 alle 20:56Aggiornato Il 07/06/2016 alle 21:30

Il capitano giallorosso parla dell'ufficialità del rinnovo: "Farò un altro anno da calciatore e poi 6 da dirigente, magari come Direttore Tecnico". Su Totti, il presidente della Roma James Pallotta: "Continuerà a fare il capitano. Il finale di stagione è stato un finale stile Hollywood in cui Francesco sembrava Superman"

"Ci crediamo, è normale che a inizio stagione si fanno tabelle e pronostici e sembra sempre più semplice: i nostri obiettivi sono quelli più ambiti, ma sappiamo che c'è una squadra più forte di tutte come la Juventus". Fresco di rinnovo contrattuale per un ultima stagione in giallorosso, Francesco Totti è ottimista in vista della prossima stagione, nella quale l'obiettivo di partenza resta lo scudetto. "Parlando oggi con il presidente, però, mi ha garantito che farà una grande Roma e io gli ho detto che almeno avrò la possibilità di vincere il secondo Scudetto - ha proseguito in un'intervista rilasciata a Roma TV - Ora mi godo queste vacanze e il benedetto contratto. Però, quando rientrerò, penserò alla nuova stagione come ho sempre fatto. Cosa può dare Spalletti lavorando in estate? Tanto, come ho sempre detto secondo me è uno dei più forti tecnici che c'è in Italia. Ha tutte le caratteristiche positive e conoscendo anche l'ambiente romano può dare veramente tanto. Se noi non lo seguiamo come lui chiede diventerebbe molto più difficile".

Totti - Roma - 2016

Totti - Roma - 2016LaPresse

"Sono felice: un anno di calcio e 6 di dirigenza"

Totti s'è poi soffermato nuovamente sul rinnovo di contratto, a cominciare dal colloquio con Pallotta. "Un incontro semplice, come sempre. Ogni volta che ci rivediamo parliamo di tutto, di quello che è successo durante l'anno. L'ho trovato molto in forma", ha rivelato il capitano giallorosso, che ha messo le basi per un futuro da dirigente. "Sono felicissimo, perché dopo quest'anno da calciatore ho altri sei anni da dirigente. Come ho sempre detto al Presidente e alla Società, preferirei fare un ruolo ben specifico come il Direttore Tecnico, loro hanno acconsentito e glie ne sono molto grato - ha evidenziato - Se mi aspettavo di fare così tanto la differenza? Nessuno se lo sarebbe aspettato di cambiare in pochi minuti la partita. Da me la gente si aspetta sempre qualcosa di diverso, ma avere a disposizione quattro minuti, sette minuti o dieci minuti e cambiare le sorti della partita, sinceramente non ci avrei mai pensato. Fortunatamente è successo e me lo tengo ben stretto, perché sono cose che rimarranno nella storia della Roma".

VIDEO: Quello che non sai sulle ultime bandiere del calcio

Pallotta: "Il finale di stagione? Totti è stato come Superman"

"Ci sono stati momenti molto importanti a fine stagione che hanno chiaramente dimostrato che Francesco può aiutare la squadra". Così il presidente della Roma James Pallotta parlando ai microfoni di Roma TV dopo l'ufficialità del rinnovo di contratto di Francesco Totti. "Credo che Francesco continuerà a svolgere il ruolo di capitano, poi avremo giocatori come Strootman di nuovo a disposizione per l'intero anno, inoltre io, Walter Sabatini, Alex Zecca, Ricky Massara e Mauro Baldissoni abbiamo lavorato stamattina e nelle settimane scorse sul mercato e su come possiamo migliorare la squadra, quindi siamo molto ottimisti - ha proseguito - Ieri ero con Luciano Spalletti e oggi con Mauro, sono convinto che abbiamo gettato le basi per un'ottima squadra per il prossimo anno".

James Pallotta Roma 2012 Serie A

James Pallotta Roma 2012 Serie ALaPresse

Pallotta s'è poi soffermato sulla doppietta segnata da Totti al Torino nei minuti finali. "E' stato molto bello, sarebbe stato impossibile da scrivere su un copione. Stavo guardando la partita mentre ero a Boston e ho cominciato a ridere e a dire che era un finale perfetto in stile Hollywood - ha rivelato il manager statunitense - E' entrato in campo ed è sembrato come se fosse arrivato Superman che si strappa l'uniforme e salva la situazione! Non si poteva chiedere nulla di meglio! La squadra non poteva chiedere di meglio, Francesco non poteva chiedere di meglio, la città di Roma non poteva chiedere di meglio, è stato davvero un grosso aiuto per tornare in Champions League", ha concluso Pallotta.

VIDEO Santamaria: "Totti e Federer fuoriclasse infiniti"

0
0