LaPresse

Palermo: Viviani ha firmato e sarà il nuovo allenatore... Aspettando Schelotto

Palermo: Viviani ha firmato e sarà il nuovo allenatore... Aspettando Schelotto
Di Eurosport

Il 11/01/2016 alle 19:26Aggiornato Il 11/01/2016 alle 19:44

L'ex centrocampista, già nello staff di Iachini, ha trovato l'accordo con Zamparini: sarà lui, all'esordio in panchina in A, a rimpiazzare Ballardini, sfiduciato dagli accadimenti degli ultimi giorni e dalle parole di Sorrentino. Fabio Viviani però guiderà la squadra il tempo necessario per definire l'arrivo di Guillermo Barros Schelotto e affiancherà il tecnico argentino dimessosi dal Lanus

L'inevitabile è accaduto: Davide Ballardini non è più l'allenatore del Palermo. Una decisione attesa e scontata, quella del club rosanero e del presidente Zamparini, dopo l'esonero "in diretta" da parte di Stefano Sorrentino al termine della gara vinta a Verona. Al posto dell'ex tecnico della Lazio, ecco Fabio Viviani: come rivela 'Sky', l'ex centrocampista del Vicenza, già nello staff tecnico di Beppe Iachini prima dell'esonero dello scorso 10 novembre, ha firmato dopo un incontro avuto a pranzo col patron. Viviani però allenerà la squadra il tempo necessario per definire l'arrivo di Guillermo Barros Schelotto, ex-calciatore e tecnico argentino di 42 anni, dimessosi lo scorso 27 novembre dalla guida tecnica del Lanus. Schelotto, dello El Mellizo, ha vestito in carriera la maglia del Boca Juniors per un decennio (1997-2007), alzando 16 trofei che lo hanno reso il giocatore più titolato con gli Xeneizes.

La rottura con la squadra

La separazione, inevitabile dopo gli incredibili accadimenti degli ultimi giorni, è dunque divenuta effettiva. "Al momento non caccio Ballardini, anche se potrei farlo per giusta causa, visto che non ha nemmeno preparato la gara", diceva ieri Zamparini. E invece, poche ore dopo, ecco il secondo cambio in panchina in due mesi. Ballardini non ha presentato le dimissioni: si tratta dunque di esonero. La chiusura di una falla apertasi dopo il ko di mercoledì contro la Fiorentina, quando Zamparini aveva telefonato a Iachini nell'intento di riportarlo in panchina senza però trovare l'accordo sui rinforzi invernali, e proseguita negli scorsi giorni con la pesantissima diatriba tra il tecnico romagnolo e la squadra. E in particolare con uno Stefano Sorrentino furioso davanti alle telecamere. Poi, la dichiarazione di Maurizio Zamparini, stasera in conferenza stampa: "Ballardini si è autoesonerato".

Prima esperienza in A

Per Viviani, 50 anni, una vita da centrocampista nel Vicenza dei miracoli di Francesco Guidolin, si tratta della prima esperienza in panchina in Serie A. Da quando ha iniziato ad allenare (2002), ha guidato unicamente formazioni di serie inferiori: Sambonifacese, Portogruaro, Grosseto. Mentre al piano più alto ha ricoperto il ruolo di vice, o di collaboratore tecnico, a Udine, Napoli e proprio a Palermo. Per lui inizia un'avventura inedita, dunque, con la missione di regalare serenità a una squadra scossa dalle polemiche e dai veleni degli ultimi giorni.

L'ipotesi Trap

Per rimpiazzare Ballardini, in verità, Zamparini aveva sondato anche altre possibilità: una, come svelato dal giornalista Claudio Raimondi di 'SportMediaset', rispondeva al nome e al cognome di Giovanni Trapattoni. Ma l'ex allenatore di Juventus e Inter, attualmente seconda voce alla Rai, non ha accettato la sfida. E così il Palermo ripartirà da Viviani: l'esordio del nuovo tecnico è previsto per domenica prossima, nel match di pranzo del Ferraris contro il Genoa. E il Trap? "Gli ho offerto anche la presidenza", ha detto oggi pomeriggio Maurizio Zamparini in conferenza stampa".

Zamparini su Schelotto

“Dopo la vittoria di ieri e dopo i fatti dell’altro ieri e dopo quanto detto dal nostro capitano in tv, ho passato una nottata in bianco per trovare una soluzione, la migliore per il Palermo - dichiara il presidente Maurizio Zamparini in conferenza stampa - Alle volte le disgrazie non vengono per nuocere. La squadra ieri è comunque riuscita a fare risultato. Circa un mese fa è venuto a casa mia, in Friuli, un allenatore argentino importante: gli ho parlato di questo progetto, di un Palermo nuovo. Visto quanto successo in questi giorni, ho chiamato questo allenatore già adesso e lui mi ha dato la sua disponibilità. In più abbiamo in casa Fabio Viviani, che ha il patentino e conosce benissimo la squadra. Ci sarà lui, sarà il trait d’union tra quello che c’è stato prima e quello che ci sarà dopo. Oggi poi ho voluto interpellare Vazquez per chiedere informazioni su Guillermo Barros Schellotto". Ancora Zamparini sul nuovo allenatore del Palermo: "Ha rinunciato alla Nazionale paraguaiana che gli offriva un doppio ingaggio, è ambizioso perché punta al Chelsea, al Real Madrid e al Manchester United e io gli auguro di raggiungerlo. Iachini ho pensato di chiamarlo sì, ma questa è una grande chance che dovevo cogliere. Iachini deve tornare sulla terra perché col Palermo in A è volato in cielo".

0
0