LaPresse

Lasagna condanna il Verona e rilancia il Carpi verso la salvezza

Lasagna condanna il Verona e rilancia il Carpi verso la salvezza

Il 20/03/2016 alle 14:38Aggiornato Il 20/03/2016 alle 17:27

La punizione perfetta del subentrante classe '92 regala ai suoi il 2-1 e il terzultimo posto in classifica (col Palermo), spigendo il Verona in Serie B

Carpi corsaro a Verona, vince 2-1 e ottiene il 2° successo consecutivo che lo porta al terzultimo posto della classifica, appaiando il Palermo e superando il Frosinone. La risolve Lasagna – uomo della provvidenza sempre a segno da subentrante - con una punizione magistrale un minuto dopo il suo ingresso in campo e 3' dopo il pareggio di Ionita (vantaggio iniziale di Di Gaudio nel primo tempo). Il Verona, fischiato dai propri tifosi, con questa sconfitta saluta idealmente la Serie A, chiudendo malamente con l'espulsione di Rebic e tanto nervosismo.

LA CRONACA DELLA PARTITA

Non c'è pareggio che tenga in questa partita, entrambe devono solo vincere: una per fare un altro passo verso la salvezza (Carpi), l'altra per accorciare proprio sugli odierni avversari e non dire già addio alla Serie A (Verona). Partono forte gli ospiti che al 4' colgono una traversa con Bianco, ben servito da Di Gaudio con sponda di testa, ma il Verona si salva. Passano 7' e Toni risponde con un colpo di testa a botta sicura su cross di Fares che viene sventato da Belec, volante all'angolino per mettere in angolo. Il Carpi gioca un po' meglio, cercando di costruire qualcosa ma il solo Mbakogu davanti è isolato e servito male; il Verona si affida alla testa di Toni e ai cross di Fares, ma l'accoppiata fatica a riaccendersi. In chiusura di tempo due occasioni per gli ospiti: Mbakogu si mangia un gol fatto colpendo malissimo di testa su bel cross di Di Gaudio, poi Lollo spara da fuori area un destro che è facile preda di Gollini. Gol nell'area, al 43' arriva: ingenuità di Siligardi a centrocampo, il Carpi recupera e riparte con Di Gaudio sulla sinistra, entra in area saltando facilmente due difensori e piazza col destro sul 2° palo. 0-1, vantaggio meritato per gli ospiti e primo tempo in archivio.

Delneri toglie Siligardi e Pazzini, impalpabili nel primo tempo, dando spazio a Viviani e Rebic, che si dimostra subito pericoloso per la retroguardia ospite. La squadra di casa sembra avere altro piglio rispetto al primo tempo e al 64' trova il pari: corner da sinistra sul quale Belec esce male e fuori tempo, Ionita a porta sguarnita deve solo piazzare comodamente la palla in rete con il colpo di testa. Pari che dura pochi secondi perché il neoentrato Lasagna riporta subito i suoi in vantaggio. E' il 67' quando il mancino del Carpi, implacabile da subentrante (4 gol in 4 occasioni), trova il gol con una punizione magistrale che si insacca all'incrocio dei pali della porta difesa da Gollini. Nel finale di tempo il Verona cerca con la forza della disperazione il pareggio, ma il Carpi tiene e porta a casa tre punti che lo avvicinano al sogno salvezza, ancora tutto da coltivare. Per la squadra di Delneri invece, che finisce in 10 per l'espulsione di Rebic (2 gialli in 8'), la B è ormai quasi una certezza.

Antonio Di Gaudio Verona Carpi 2016

Antonio Di Gaudio Verona Carpi 2016LaPresse

LA STATISTICA CHIAVE

4 – I gol di Lasagna, tutti segnati da subentrante. Anche oggi, come nel match con l'Inter, la sua rete porta punti importanti ai suoi, che vedono la salvezza.

IL TWEET

IL MIGLIORE

Antonio Di Gaudio: il più attivo degli avanti del Carpi, è il giocatore che dà maggiore imprevedibilità alla manovra offensiva della squadra e realizza un gol di pregevolissima fattura, dimostrando non solo grande capacità di corsa ma anche freddezza sotto porta.

IL PEGGIORE

Luca Siligardi: come il compagno di fascia Wszolek non gioca un bel primo tempo, con l'aggravante che la sua ingenuità nel finale consente a Di Gaudio di ripartire e trovare la rete dello 0-1. Delneri lo sostituisce nell'intervallo.

IL TABELLINO

VERONA (4-4-2): Gollini; Pisano, Moras, Helander, Fares; Marrone (70' Gomez), Ionita, Wszolek; Siligardi (46' Viviani), Toni, Pazzini (46' Rebic). All. Delneri

CARPI (4-5-1): Belec; Saugher, Romagnoli, Gagliolo, Poli; Cofie, Bianco, Pasciuti (80' Letizia), Lollo (52' Crimi), Di Gaudio; Mbakogu (66' Lasagna). All. Castori

Arbitro: Russo di Nola

Gol: 43' Di Gaudio (C), 64' Ionita (V), 67' Lasagna (C)

Note: espulso Rebic per doppia ammonizione; ammoniti Pisano (V), Suagher (C), Rebic (V), Poli (C), Crimi (C).

0
0