LaPresse

Clamoroso all'Inter: esonerato Pioli, squadra a Vecchi

Clamoroso all'Inter: esonerato Pioli, squadra a Vecchi

Il 09/05/2017 alle 22:31Aggiornato Il 11/05/2017 alle 11:39

Decisione inattesa del club nerazzurro che, nella serata odierna, ha deciso di sollevare dall'incarico l'allenatore affidando la squadra al traghettatore che guidò la transizione post Frank de Boer. L'obiettivo diventa quello di assicurarsi uno tra Diego Simeone e Antonio Conte per la prossima stagione. Intanto, Walter Sabatini diventa consulente di Suning.

Un fulmine a ciel sereno. Dopo settimane e settimane passate a confermare Stefano Pioli, la dirigenza dell’Inter ha rotto gli indugi. E, con tre partite ancora da disputare prima della fine della stagione, ha deciso di esonerare con effetto immediato l’allenatore chiamato a guidare il club dopo l’esonero di Frank de Boer. La squadra, da qui al 28 maggio, sarà guidata da Stefano Vecchi, attuale mister della Primavera nerazzurra che ha già guidato la prima squadra nell’interregno tra l’olandese e Pioli stesso.

" F.C. Internazionale Milano comunica di aver sollevato l’allenatore Stefano Pioli ed il suo staff tecnico dalla guida della prima squadra. L’Inter ringrazia Stefano ed i suoi collaboratori per la dedizione ed il duro lavoro svolto per il Club durante gli ultimi sei mesi di quella che si è rivelata una stagione difficile. L’attuale tecnico della Primavera, Stefano Vecchi, è stato incaricato della gestione della prima squadra con effetto immediato e per le tre partite stagionali ancora da giocare. La società inizierà fin da ora a lavorare in vista della prossima stagione sportiva."

- Il comunicato dell'Inter

Una decisione inattesa

I risultati avevano iniziato a scarseggiare da tempo, se si considera che l’Inter ha ottenuto soltanto 7 punti sugli ultimi 21 a disposizione. Ma nel pomeriggio erano giunte notizie distensive da Appiano Gentile, dove un incontro tra la dirigenza e la squadra era parso il chiarimento necessario per rimettersi in corsa e cercare di spremere il massimo dalle ultime tre partite stagionali, in cui l’Inter proverà a recuperare i tre punti di ritardo dal Milan nella battaglia per il sesto posto. E, invece, il dialogo del pomeriggio di martedì ha portato a una decisione clamorosa. L’esonero di Pioli porta al terzo cambio in panchina nella travagliata stagione nerazzurra. Iniziata con Roberto Mancini, proseguita nelle prime uscite ufficiali con de Boer e, adesso, conclusa da Vecchi.

Il futuro e il sogno: Simeone o Conte?

Nelle pieghe del comunicato stampa diramato dall’Inter in serata, si legge anche uno sguardo al futuro. Il club nerazzurro annuncia di essere già alla ricerca dell’allenatore giusto con cui impostare il nuovo ciclo. E, ancora una volta, i nomi portano ai sogni malcelati. Diego Simeone da una parte, Antonio Conte dall’altra. In mezzo, anche ipotesi meno affascinanti ma più realistiche come Luciano Spalletti. Un nome, quest'ultimo, che sarebbe più accessibile se fosse ufficializzato Walter Sabatini come consulente di Suning. Una nomina che pare ormai imminente, mentre mentre Pioli, stando a radiomercato, pare a un passo dalla Fiorentina.

0
0