AFP

Evra sull'addio alla Juventus: "Dopo la sosta non ero più felice"

Evra sull'addio alla Juventus: "Dopo la sosta non ero più felice"
Di LaPresse

Il 03/02/2017 alle 16:56

Evra torna sui motivi che l'hanno spinto a lasciare la Juventus. Il terzino sinistro francese reclamava più spazio, ma Allegri non era dello stesso avviso stando alla ricostruzione del nuovo giocatore dell'OM.

"Per dir la verità non è stata una scelta facile, infatti, sono andato via e non me lo aspettavo neanche io. Quando sono tornato, dopo l'Europeo, sono arrivato molto carico, con tanto entusiasmo. Infatti, avevo fatto dei video nei quali dicevo che dovevamo vincere la Champions e veramente era questo il mio obiettivo". Patrice Evra, in un'intervista rilasciata ai microfoni di Sky Sport, ha spiegato i motivi che l'hanno spinto a lasciare la Juventus. "Quando abbiamo iniziato la stagione, nella prima e nella seconda partita non ho giocato, nella terza - siccome sono uno molto educato e non mi piace litigare con nessuno - ho solo detto al mister che avevo solo voglia di giocare. Lui mi ha detto 'sì, ma non ti preoccupare, c'è la Champions' - ha proseguito l'ex giocatore del Manchester United - E allora, alla fine, anche i miei compagni mi prendevano in giro, perché dicevano che ero l'uomo della Champions. Ma una partita al mese a me non conveniva più. Dopo la sosta di una settimana ho sentito qualcosa, non ero più felice".

Evra ha ammesso di aver preferito "essere onesto con me stesso e andare via, invece di arrivare in allenamento non al massimo e non concentrato. Ho detto alla Juve: 'Deve essere un Evra al 100%'. Se c'è anche solo il 90%, non basta, io sono fatto così e, infatti, per non fare questo alla Juve, perché rispetto tanto tutto quello che mi hanno dato, faccio questa intervista perché voglio ringraziare delle persone come Marotta, Paratici, il Presidente Agnelli, Nedved - ha concluso il francese - E' veramente una società di gentlemen, perché hanno capito e mi hanno lasciato andare. Erano anche loro amareggiati, però, alla fine hanno capito. Hanno capito che 'con Evra o si fanno le cose al 100% o lo perdiamo'".

***

0
0