Eurosport

Icardi vs Higuain: una sfida per la classifica marcatori e per un posto in Nazionale

Icardi vs Higuain: una sfida per la classifica marcatori e per un posto in Nazionale

Il 02/02/2017 alle 12:15Aggiornato Il 02/02/2017 alle 14:19

Sfida nella sfida in Juventus-Inter con i due bomber argentini che si giocano qualcosa in più di una semplice gara di campionato. In palio c'è anche la leadership nella classifica marcatori (entrambi a quota 15 gol) e un posto al sole in Nazionale dove Higuain è comunque uno dei titolari.

Che sfida quella dello Stadium, in un momento decisivo del campionato. L’Inter continua la sua ascesa verso la zona Champions, la Juventus vuole provare la fuga titolo visto i passi falsi di Roma e Napoli. Tanta carne al fuoco, visto che ci sarà anche il duello tra bomber, quello tra Icardi ed Higuaín: chi dei due sarà decisivo?

Mauro Icardi è il simbolo della rinascita dell’Inter: 15 gol in 22 gare di Serie A

Icardi è chiamato ad una grande prestazione contro la Juventus, la sua vittima preferite in carriera con ben 7 gol in 9 presenze (in tutte le competizioni) contro i bianconeri. L’argentino è stato decisivo all’andata con gol e assist ma non segna allo Stadium da gennaio 2015, quando i nerazzurri pescarono un 1-1 poco utile ai fini della classifica, con Icardi a pareggiare il gol iniziale di Tevez. Il classe ’93 è, per ora, in testa alla classifica marcatori con 15 reti in 22 presenze, con un gol ogni 132 minuti anche se in queste ultime settimane le sue medie si sono abbassate: solo un gol nel 2017, quello contro il Chievo il 14 Gennaio scorso.

" Abbiamo lavorato molto per riportare la squadra dove deve essere, il derby d’Italia è una grande partita, si è visto all’andata dove abbiamo vinto, dobbiamo fare una grande gara. [Mauro Icardi dopo Inter-Lazio di Coppa Italia]"

Gonzalo Higuaín decisivo anche con la Juventus: 15 gol in 21 gare di Serie A

C’era un po’ di scetticismo in avvio di campionato, soprattutto a causa della sua condizione fisica. Higuaín è riuscito, però, a ritagliarsi uno spazio in questa Juventus, fino a segnare ben 15 reti nelle prime 21 gare di campionato con un gol ogni 100 minuti. L’argentino, dopo un primo periodo di apprendistato, sta trovando sempre più l’intesa con Dybala e Mandzukić e anche il 4-2-3-1 varato da Allegri gli dà più spazio in avanti. L’ex Napoli arriva anche da una serie molto positiva: il classe ’87 segna da 6 gare consecutive, dove ha realizzato ben 8 gol. Contro l’Inter? Lui è uno specialista dei gol importanti, in stagione - fino ad adesso - ha segnato a Fiorentina, Napoli, Torino e Roma, risultando spesso e volentieri decisivo. Il piede è già caldo…

" La Juve è come il Real Madrid, sono squadre che ti insegnano a vincere. Qui però il pubblico non è così esigente come al Real, non è nella cultura dei tifosi juventini fischiare i propri giocatori. Il fatto che una squadra mi abbia cercato ed abbia pagato una clausola così alta, non può che rendermi molto orgoglioso della cosa. [Gonzalo Higuaín alla Gazzetta dello Sport]"

La classifica marcatori della Serie A:

Giocatore Squadra Gol
Gonzalo HIGUAÍN Juventus 15
Edin DŽEKO Roma 15
Mauro ICARDI Inter 15
Andrea BELOTTI Torino 14
Dries MERTENS Napoli 13

Icardi vs Higuaín: sfida anche in ottica Nazionale

Non solo la classifica marcatori, la sfida Icardi vs Higuaín potrebbe essere decisiva anche in ottica Nazionale. Allo Stadium ci sarà in tribuna Edgardo Bauza, con Icardi che proverà così a convincere il ct argentino a chiamarlo in Nazionale, Nazionale che Icardi ha visto in un’unica occasione nel 2013 in quei 7 minuti giocati contro l’Uruguay nelle qualificazioni per i Mondiali del 2014 (occasione inoltre decisiva per toglierlo dalla lista dei papabili per la Nazionale italiana che si era interessata a lui). Dall’altra parte, invece, Higuaín è ormai un punto fermo dell’Albiceleste, con il classe ’87 che è sesto nella classifica marcatori di tutti i tempi della Nazionale argentina con 31 reti in 67 gare, dal 2009 ad oggi. Nelle ultime convocazioni la rosa degli attaccanti dell’Argentina era composta da Higuaín, Agüero, Messi, Dybala, Di María, Alario, Lavezzi, Correa e Pratto: Icardi riuscirà a rubare il posto a uno di questi?

0
0