LaPresse

Il Crotone sogna, il Sassuolo lo beffa nel finale: 2-1 in rimonta

Il Crotone sogna, il Sassuolo lo beffa nel finale: 2-1 in rimonta

Il 16/10/2016 alle 16:50Aggiornato Il 16/10/2016 alle 17:37

L'ex Falcinelli illude i calabresi, che per 83 minuti rimangono in vantaggio accarezzando l'idea della prima vittoria in Serie A, ma vengono superati negli ultimi minuti: decisivi i gol dei neo entrati Sensi e Iemmello. Gara bella e divertente, con tante occasioni e due traverse per parte. La squadra di Nicola resta mestamente ultima con un solo punto.

Tra il Crotone e la storia ci sono due subentrati di troppo: Stefano Sensi e Pietro Iemmello, gli eroi del Sassuolo e i carnefici dei calabresi, che per 83 minuti accarezzano la prospettiva di conquistare la prima vittoria in Serie A salvo essere raggiunti e rimontati da un uno-due terribile dei neroverdi. Decisivi proprio loro due, Sensi e Iemmello, inseriti da Di Francesco nell'ultima parte di gara e fondamentali con una rete a testa: per entrambi è la prima nella massima serie. Un esito devastante per la squadra di Nicola, che era passata in vantaggio dopo una manciata di secondi con Falcinelli e aveva pure avuto la forza di rendersi pericolosa in contropiede. Un premio, invece, per un Sassuolo che ha attaccato di più, che ha fatto valere il proprio tasso tecnico superiore e che in casa non sbaglia mai: 4 partite e 4 vittorie, compresa quella contro il Pescara poi ribaltata per il caso-Ragusa. In generale, gara splendida: oltre ai gol ci sono anche 4 traverse, un paio per parte, a rendere ricco e saporito il quadro. Ma al Crotone, ultimo con un solo punticino in 8 giornate e già costretto a una rincorsa affannosa alla salvezza, importa ben poco.

La cronaca della partita

2 minuti e la legge dell'ex (o meglio: degli ex) non perdona: Rosi fugge a destra e centra per Falcinelli, che anticipa Cannavaro e da due passi non lascia scampo a Consigli per lo 0-1. Doccia gelata per il Sassuolo, che però pochi secondi dopo aver rimesso il pallone a centrocampo potrebbe già tornare sopra il pelo dell'acqua: l'acrobazia di Defrel è tanto bella quanto sfortunata, visto che la sfera va a incocciare contro la traversa. Ancora il francese ha una chance ghiottissima all'8': Ferrari lo libera con un liscio, ma Cordaz gli nega l'1-1. Il quadro, insomma, è chiaro: il Sassuolo attacca, il Crotone si difende e riparte. Anche se, fino all'intervallo, i neroverdi partoriscono solo un destro di poco a lato di Biondini e reclamano un paio di rigori (contatto Pellegrini-Ferrari prima, presunto mani di un avversario poi), venendo solennemente ignorati da Massa.

2016, Esultanza Falcinelli, Sassuolo-Crotone, LaPresse

L'avvio di ripresa sembra un replay dei primi minuti della gara: Falcinelli sfiora la clamorosa doppietta, ma stavolta il suo colpo di testa ravvicinato sbatte contro la traversa dopo aver superato Consigli. Pellegrini non è da meno: cioccolatino a giro dal limite e altra traversa, la terza dell'incontro. Attacca sempre il Sassuolo, che si rende pericoloso perfino con Cannavaro e con l'ottimo Lirola. Ma il Crotone va a un passo dallo 0-2: punizione da posizione defilata di Capezzi, che colpisce la quarta traversa della gara. Nel finale accade di tutto: Di Francesco inserisce Sensi e Iemmello, e proprio loro due sono i protagonisti assoluti. Il centrocampista segna l'1-1 con un destro chirurgico dall'interno dell'area, l'ex foggiano anticipa tutti da azione d'angolo deviando in rete con un tocco ravvicinato. La rimonta è completa, e al Crotone non rimangono che i rimpianti.

La statistica chiave

Soltanto 5 volte era accaduto che una squadra di A ottenesse zero o un punto dopo 8 giornate, l'ultima la Reggiana 1994/95: a fine campionato è sempre arrivata la retrocessione. Crotone già spacciato?

Il tweet

Il migliore in campo

Lirola. Opzione offensiva costante, aiuta Politano andando spessissimo alla sovrapposizione e al cross. Nella ripresa è più un'ala vera e propria che un terzino. Sempre pericoloso con i suoi cross e pure con un paio di conclusioni. Bravissimo davvero.

Il peggiore in campo

Ricci. Molto, molto deludente. Sarà l'emozione dell'ex o il fatto di non poter rientrare sul piede preferito, ma non ne azzecca una. Scontato il cambio all'intervallo.

La dichiarazione

Di Francesco: "In settimana avevo detto ai ragazzi che per recuperare qualche punto perso per strada avremmo dovuto metterci il cuore. Nel finale l'ho visto".

Il tabellino

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Biondini (67' Sensi), Magnanelli, Pellegrini; Politano, Defrel (74' Iemmello), Ricci (46' Matri). All. Di Francesco

Crotone (4-3-3): Cordaz; Rosi, Claiton (74' Dussenne), Ferrari, Martella (77' Mesbah); Salzano, Crisetig, Capezzi; Tonev (69' Rohden), Falcinelli, Palladino. All. Nicola

Arbitro: Davide Massa di Imperia

Gol: 2' Falcinelli (C), 83' Sensi (S), 86' Iemmello (S)

Note: ammonito Crisetig (C), Capezzi (C), Iemmello (S), Palladino (C)

VIDEO: Chi ha convinto di più tra gli acquisti dell’estate internazionale di calciomercato?

0
0