LaPresse

La tripletta di Bacca illumina la prima di Montella, Donnarumma la salva: 3-2 al Torino

La tripletta di Bacca illumina la prima di Montella, Donnarumma la salva: 3-2 al Torino

Il 21/08/2016 alle 19:58Aggiornato Il 21/08/2016 alle 20:10

L’ex Mihajlovic esce sconfitto da San Siro nonostante il momentaneo pareggio di Belotti (che al 95' si fa parare il penalty del possibile 3-3) e alla rete nel recupero di Baselli: infortuni per Ljajic nel primo tempo e Bertolacci nella ripresa

Il calcio champagne torna a San Siro. Ma lo fa nel più incredibile dei modi. L’era di Vincenzo Montella sulla panchina del Milan si apre con un 3-2 pazzesco ai danni di un Torino mai domo, presentato in una veste a metà tra il tradizionale cuore granata e una buona dose di classe dall’ex di turno Sinisa Mihajlovic. A illuminare la scena è Carlos Bacca, rientrato nel progetto rossonero soltanto in extremis eppure già centrale con una tripletta che vale i tre punti grazie a Gianluigi Donnarumma. Che, al 95’, para il rigore del possibile pareggio ad Andrea Belotti.

Un epilogo che ha dell’incredibile, basta considerare che fino al 91’ il Diavolo si trovava avanti di due gol. Sintomo di due squadre dalle ottime potenzialità in termini di gioco e di calcio offensivo, però ancora troppo fragili dal punto di vista difensivo. Per essere ad agosto, però, basta e avanza. Non è ancora il calcio champagne sognato, ma quanto meno i pochi spettatori di San Siro si saranno divertiti.

La cronaca

Montella riparte dal tridente Suso-Bacca-Niang, Mihajlovic risponde con Martinez-Belotti-Ljajic. Sin dal calcio d’inizio, è una sfida tra due squadre che non rinunciano a giocare a testa alta, pressando e sostenendo buoni ritmi. Il più attivo nelle fila rossonere è Niang, che al 7’ spaventa Padelli su un cross di Abate dalla destra, all’11’ effettua il primo tiro in porta del match scaldando i guantoni al portiere ospite e al 15’ calcia a lato di un nulla. Dall’altra parte, invece, è Ljajic a sfiorare il palo con un delizioso destro (16’). La svolta della sfida arriva al 27’, quando l’attaccante serbo del Torino si infortuna al ginocchio sinistro in conseguenza di un tackle di Romagnoli. Al suo posto entra Boyé, ma non è la stessa cosa. E al 39’ il Milan passa in vantaggio. Niang cambia il gioco pescando Abate a destra, cross al volo e incornata vincente di Bacca con la difesa granata che salta in un colpo solo.

Adem Ljajic Alessio Romagnoli Milan Torino 2016

Adem Ljajic Alessio Romagnoli Milan Torino 2016LaPresse

Bello il primo tempo, entusiasmante la ripresa. Belotti dopo tre minuti riapre tutto sfruttando con un gran colpo di testa un cross al bacio di Molinaro. Ma il pareggio vale soltanto due minuti perché sul ribaltamento di fronte Niang pesca Bacca con un cross mancino splendido e il colombiano riporta avanti il Milan. Al 62’ sembrano arrivare i titoli di coda. Poco dopo l’ingresso di Maxi Lopez per Vives che porta il Torino a un 4-2-4 molto offensivo, Obi atterra Bonaventura in area e regala a Bacca il penalty del 3-1. Sembra finita, non è così. Perché al 69’ Mihajlovic finisce i cambi con Baselli per Obi, mentre il Milan finisce le batterie anche per l’infortunio di Bertolacci, subentrato a Bonaventura e subito infortunato. Baselli aggira Romagnoli e accorcia al 91’ e al 94’ accade l’incredibile. Paletta trattiene vistosamente Belotti in area, viene espulso e concede il rigore al Torino. Lo stesso centravanti granata va a colpire per il pareggio definitivo, ma Donnarumma lo ipnotizza parando il penalty. Finisce 3-2 per il Milan. Un risultato tanto giusto quanto sofferto.

Carlos Bacca Milan Torino 2016

Carlos Bacca Milan Torino 2016LaPresse

La statistica chiave

Bacca – alla prima tripletta in rossonero - ha segnato 21 gol in Serie A con 40 tiri in porta. Non si può lasciar partire a cuor leggero un attaccante del genere.

Il tweet da non perdere

Il migliore

Carlos BACCA – Se qualcuno aveva dei dubbi sulla sua possibile compatibilità con il calcio di Montella, li avrà visti spazzare via dalla sua prima tripletta italiana. Testa, sinistro e rigore. Una società che cerca il rilancio non può prescindere da un calciatore simile.

Il peggiore

Emiliano MORETTI – Una sbavatura sul primo gol di Bacca, un erroraccio sul secondo. Ma non è facile guidare una retroguardia reimpostata a quattro e reinventata con due nuovi acquisti arrivati negli ultimi dieci giorni.

Il tabellino

Milan (4-3-3): Donnarumma; Abate, Paletta, Romagnoli, Antonelli; Kucka, Montolivo, Bonaventura (dal 28’ st Bertolacci, dal 33’ st Poli); Suso, Bacca (dal 42’ st Luiz Adriano), Niang. All.: Montella.

Torino (4-3-3): Padelli; De Silvestri, Rossettini, Moretti, Molinaro; Acquah, Vives (dal 13’ st Maxi Lopez), Obi (dal 24’ st Baselli); Martinez, Belotti, Ljajic (dal 28’ pt Boyé). All.: Mihajlovic.

Arbitro: Damato di Barletta.

Ammoniti: 26’ pt Martinez, 35’ pt Rossettini, 45’ pt Paletta, 16’ st Obi.

Espulso: 49' st Paletta.

Reti: 39’ pt, 5’ st e 17’ st rig. Bacca, 3’ st Belotti, 46’ st Baselli.

VIDEO: I giocatori da scoprire della nuova Serie A

0
0