LaPresse

Le pagelle di Atalanta-Udinese 1-3

Le pagelle di Atalanta-Udinese 1-3

Il 11/12/2016 alle 18:03Aggiornato Il 11/12/2016 alle 18:30

Diamo i voti ai protagonisti del match dell'Atleti Azzurri d'Italia: il migliore in campo è un mostruoso Karnezis. Tra i nerazzurri spicca Kurtic.

=== Atalanta ===

Marco SPORTIELLO 6 – Al contrario del suo collega, subisce tre tiri in porta e tre gol. Non ha responsabilità evidenti.

Rafael TOLOI 5,5 - Si fa superare da Zapata sul gol d’apertura, un po’ troppo statico.

Mattia CALDARA 5,5 - Incerto nell’occasione dello 0-1. Va in scivolata e provando il contrasto da terra lascia la possibilità di partire a Zapata. Sfiora il gol, ma di fronte a lui c’è un mostro greco.

Andrea MASIELLO 6 – Nemmeno lui è perfetto sul primo gol subito, anche se Zapata in progressione è un cliente scomodo. Sfiora il 2-2, ma sul ribaltamento di fronte l’Udinese trova l’1-3. È questa l’immagine di una gara sfortunata.

Andrea CONTI 6 – E’ una spina nel fianco per l’Udinese. Le sue sgroppate sulla destra sono innumerevoli, si coordina bene al volo e costringe Karnezis a un grande intervento. Fallisce un gol su suggerimento di Gomez dopo aver iniziato l’azione. Esce senza aver demeritato (dal 73’ Boukary DRAME’ 5,5 – Non è al meglio fisicamente e si vede).

Franck KESSIE’ 6 – Insieme a Gagliardini distribuisce palloni nel primo tempo. Trova in profondità Petagna, ma non è giornata.

Roberto GAGLIARDINI 6 – Forma un asse solido e propositivo con Kessié. La sua assenza a Torino si era fatta sentire, il suo ritorno dopo la squalifica è positivo.

Leonardo SPINAZZOLA 6 – Dalla sinistra confeziona cross e palloni prelibati per gli inserimenti dei compagni a centro area. Nella ripresa esaurisce la benzina e viene sostituito a dieci minuti dalla fine (dall’80’ Aleksandar PESIC s.v.).

Jasmin KURTIC 6,5 – Il suo bolide a colpo sicuro centra la traversa. Si riscatta con il colpo di testa dell’1-1, ma sfortunatamente per l’Atalanta la gioia dura poco (dal 77’ Remo FREULER s.v.).

Andrea PETAGNA 6 – Fa a sportellate nella prima frazione, si sacrifica e va vicino al gol in due occasioni: Karnezis e Danilo si rivelano insormontabili.

Alejandro Dario GOMEZ 6,5 – Il Papu dispensa la sua qualità a tratti, ma sale in cattedra con un cross perfetto che regala a Kurtic l’incornata del pareggio.

All. Gian Piero GASPERINI 6 – La sua squadra spinge, crea ma non concretizza: la seconda sconfitta consecutiva è beffarda, ma forse servirà per ripartire con ancora più fame.

Jasmin Kurtic Atalanta Udinese 2016

Jasmin Kurtic Atalanta Udinese 2016LaPresse

***

=== Udinese ===

Orestis KARNEZIS 8 - L'Udinese vince 3-1 fuori casa e il migliore in campo è il suo portiere? Certamente. Il greco tiene in vita i friulani nel momento più difficile, quando nel primo tempo è vittima di un vero e proprio tiro al bersaglio. È lui il protagonista di questo successo.

Silvan WIDMER 5,5 – Rischia l’autogol deviando verso la propria porta il tiro di Conti. Spinge poco e là dietro contiene a fatica Spinazzola.

DANILO 7 – Un colosso. Il salvataggio sulla linea di porta sulla conclusione di Petagna vale quanto un gol. Dopo il gol decisivo contro il Bologna, conferma il suo momento d’oro.

FELIPE 5,5 – Ha il suo bel da fare con Petagna. Soffre gli inserimenti degli avversari che attaccano l’area di rigore con molti uomini.

SAMIR 6 – Il brasiliano è rude quando serve con contrasti vigorosi, ma sa anche anticipare gli avversari per impedire guai: Conti ne sa qualcosa.

Seko FOFANA 7 – Inventa il gol che decide la partita. L’1-2 è una magia, un tiro a giro che muore sul secondo palo togliendo la ragnatela dall’incrocio dei pali. Una prodezza alla Del Piero. Non è nuovo a questi capolavori e il Palermo ne sa qualcosa. Suo anche l’assist per l’1-3 di Thereau.

Sven KUMS 5,5 – Andamento lento. Ci capisce poco e nulla nel primo tempo, nel secondo migliora anche lui ma il suo contributo è modesto (dall’83’ Jakub JANKTO s.v.).

Emil HALLFREDSSON 5 - Un corpo estraneo. I friulani ballano per 45 minuti e l'islandese non vede mai il pallone. Giustamente sostituito (dal 52’ Stipe PERICA 6,5 – Il suo ingresso aggiunge peso all’attacco dell’Udinese. Intraprendente).

Emmanuel Agyemang BADU 5,5 – Il ruolo di terzo attaccante non gli si addice. Indietreggia quando entra Perica e a quel punto comincia la sua gara di contrasti e lotta.

Duvan ZAPATA 6,5 – Il suo gol caparbio è degno di un bomber vero. Dopo aver lasciato il segno lascia il posto a Matos, ma indirizza il match in maniera determinante (dal 65’ Ryder MATOS 6 – Partecipa alla festa dell’Udinese nel momento di calo dell’Atalanta. Utile a dialogare con gli altri attaccanti).

Cyril THEREAU 6,5 – Per 45 minuti è un fantasma. Poi, però, s’insinua tra le maglie nerazzurre, diventa pericoloso e segna su assist di Fofana la rete della sentenza.

All. Luigi DELNERI 6 – Udinese cinica e fortunata. San Karnezis firma un successo pesante, il secondo di fila.

0
0