LaPresse

Le pagelle di Fiorentina-Pescara 2-2

Le pagelle di Fiorentina-Pescara 2-2

Il 28/05/2017 alle 23:45

E' tempo di dare i voti ai protagonisti dell'ultimo match di serie A di scena al Franchi di Firenze tra Fiorentina e Pescara. Tra i padroni di casa Vecino è uno dei pochi a salvarsi, malissimo Federico Chiesa, espulso nel primo tempo. Buona prestazione di Caprari, Bahebeck e Campagnaro.

==== FIORENTINA ====

Bartłomiej DRAGOWSKI 6: Alla prima da titolare risponde presente. Bene all'inizio su Caprari e Bahebeck, non può nulla sui gol subiti. Bravo nelle uscite e con i piedi.

Carlos SALCEDO 5,5: Dovrebbe difendere maggiormente, invece sbaglia più volte in marcatura. Sembra spesso fuori posizione.

Davide ASTORI 5,5: L'unico di quelli dietro a giocare meglio nel primo tempo, mentre è in grande affanno nella ripresa quando Rodriguez viene sostituito.

Gonzalo RODRÍGUEZ 6: Diverse le sbavature in mezzo all'area di rigore, ma oggi gli si perdona tutto. Il capitano di mille avventure lascia la barca viola tra gli applausi di tutto il Franchi. (Dal 58' Borja VALERO 6,5: Entra e mette ordine in mezzo al campo, regalando palloni d'oro ai compagni).

Nenad TOMOVIC 5: E' forse il maggior colpevole di entrambe le segnature degli ospiti. Non certo in grande serata.

Matías VECINO 6,5: Sempre utile in inserimento, bravissimo in occasione del gol del pareggio. Una piccola perla in una serata non certo indimenticabile per la squadra viola.

Sebastián CRISTÓFORO 6: Utilissimo in fase di ripiegamento, corre per due per coprire la zona lasciata libera da Federico Chiesa. Poi esce stremato (dal 68' Cristian TELLO 5,5: Il suo ingresso rende più vulnerabile la difesa ospite, anche se sbaglia completamente il contropiede della vittoria).

Federico CHIESA 4: Nonostante le polemiche, i due cartellini, a termini di regolamento, ci stanno. Sciocchezze evitabili, chiude l'anno nel peggiore dei modi.

Riccardo SAPONARA 6: Malissimo nel primo tempo, uno dei migliori nella ripresa. Non azzecca un passaggio ad inizio gara, mai qualcosa di utile creato dai suoi piedi. Poi la rinascita e il gol che riapre la partita.

Federico BERNARDESCHI 5: Gioca troppo lontano dalla porta. Calcia da lontano, non prendendo quasi mai lo specchio. Avulso dalle (poche) azioni della Fiorentina, non riesce a trovare sintonia con la squadra. (Dal 54' Ianis HAGI 6: c'era tantissima attesa per il suo ingresso in campo e il figlio d'arte non delude le attese. Subito dribbling e interessante tiro in porta. Qualche bel lampo di gioco insieme a diversi errori. Ne risentiremo parlare).

Khouma el BABACAR 6: L'inizio gara è tutt'altro che positivo, con tanti errori di controllo. Sale nella ripresa, suo l'assiste che riapre il match.

All. Paulo SOUSA 5,5: Saluta la Fiorentina con una prestazione non certo indimenticabile. Totale confusione nei suoi nei primi 45 minuti. Poi una piccola sveglia nella ripresa. Lascia Firenze con 60 punti in stagione, ma in pochi lo rimpiangeranno.

2017, Esultanza Vecino, Fiorentina-Inter, Getty Images

2017, Esultanza Vecino, Fiorentina-Inter, Getty ImagesGetty Images

=== PESCARA ===

Vincenzo FIORILLO 5,5: Non ha grosse occasioni per mettersi in luce, non è certo perfetto nel gol di Vecino: il tiro è una bomba, ma lui è sicuramente in ritardo.

Francesco ZAMPANO 6,5: Nel primo tempo è forse il migliore in campo. I padroni di casa gli lasciano spazio sulla fascia e lui lo sfrutta dovere. Cala nella ripresa.

Hugo CAMPAGNARO 7: Un leone. Sfrutta la sua esperienza nelle ripartenze viola finali, dove non crolla ma tiene sui vari Babacar e Tello.

Michele FORNASIER 6: Fa il suo, senza grosse sbavature.

Cristiano BIRAGHI 6: Spinge tanto sulla sinistra fin quando ce n'è. Nella ripresa la Fiorentina aumenta il ritmo e si fa schiacciare troppo in difesa.

Valerio VERRE 6,5: Ma quanto corre? Nel primo tempo è assolutamente immarcabile. Bravissimo nel contropiede del primo gol, assolutamente di stampo zemaniano.

Gaston BRUGMAN 4,5: Il peggiore del Pescara, assolutamente avulso dal gioco dei suoi.

Ledian MEMUSHAK 6: Si limita al compitino in mezzo al campo. Dovrebbe comandare di più il gioco, invece smista col contagocce.

Robert MURIC 5: Dopo la buona prestazione di settimana scorsa, Zeman lo rigetta nella mischia, ma stavolta il giovane talento di proprietà dell’Ajax si fa trovare impreparato. Sbaglia tutto ciò che tocca, mai nel vivo dell'azione. (Dal 70' Alexandru Ionut MITRITA 5: Entra e il Pescara praticamente sparisce).

Jean-Christophe BAHEBECK 7: Che giocatorino questo Bahebeck. In stagione non aveva certo rubato l'occhio, ma oggi semina il panico nella distratta difesa viola. Utile sulle palle inattive, fa tanto movimento in zona offensiva, impedendo di dare punti di riferimento alla difesa avversaria. (Dall'86' Mamadou COULIBALY S.V).

Gianluca CAPRARI 7: Insieme a Bahebeck mette paura a più riprese alla difesa viola. Bravissimo in occasione del primo gol, furbissimo in occasione del raddoppio.

All. Zdenek ZEMAN 6,5: Il suo Pescara gioca bene anche se non riesce a portare a casa il bottino pieno che avrebbe meritato per lunghi tratti. Il boemo avrà tanto da lavorare ma le basi per riportare subito gli abruzzesi in Serie A sono buone.

0
0