LaPresse

Le pagelle di Inter-Juventus 2-1

Le pagelle di Inter-Juventus 2-1

Il 18/09/2016 alle 20:38

Migliore in campo Icardi, ma bene quasi tutta l'Inter. Banega e Joao Mario danno qualità. Freccia Candreva. Distro Juve in difesa, imbarazzo Mandzukic. De Boer vince alla grande la sfida con Allegri

===Le pagelle dell’INTER===

Samir HANDANOVIC 6 – Poco impegnato. Sul gol non ha colpe. Qualche buona uscita.

Danilo D'AMBROSIO 5 – Alex Sandro lo mette in difficoltà. La Juve sfonda sempre dal suo lato. Punto debole era e punto debole rimane.

Jeison MURILLO 7 – Si fa guidare da Miranda e sbaglia pochissimo. Khedira lo grazia, per il resto duelli aerei vinti e tanti tackle riusciti. Bene.

MIRANDA 7,5 – Uno dei migliori dell’inter. Prova perfetta. Irretisce Mandzukic, lo anticipa, lo ferma sempre e poi tiene a bada nel finale Higuain. Grande prestazione.

Davide SANTON 5,5 – Insomma. Male la diagonale sul gol bianconero. Troppa timidezza. Non ancora al livello adeguato. (Dal 78’ MIANGUE sv)

JOAO MARIO 7 – Bene nel mezzo. Gioca con intelligenza, copre, ruba palloni e li gioca puliti. Mezz’ala atipica, ma interessante.

Gary MEDEL 6,5 – Trottola nel mezzo, placando le ripartenze bianconere. Nessuna apprensione, nessun errore grave. (Dal 75’ MELO 6 – Nel finale con voglia. Non combina alcun danno e già questo è una notizia)

Ever BANEGA 6,5 – Si abbassa, si alza, detta i tempi, regalando alcune giocate pregevoli nella prima frazione. Anche nel secondo sale in cattedra. Mezzo voto in meno per il rosso, ma conferma di essere giocatore di categoria superiore.

EDER 6,5 – Un destro fuori di poco, alcune buone accelerazioni. Anche nella ripresa punge. Esce stanchissimo. (Dal 70’ PERISIC 7 – Entra e segna. Gol vittoria, giusto per far capire che con la testa c’è. In tutti i sensi)

Mauro ICARDI 8 - Decisivo e finalmente anche trascinatore morale. Subito in partita e vicino al gol, segna ancora alla Juventus e poi fornisce il gioiello per il 2-1 di Perisic. Chi lo critica di calcio capisce davvero poco.

Antonio CANDREVA 7 – Bene a destra. Attacca Chiellini, crossa, va vicino al gol. Sempre sul pezzo.

ALL. Frank DE BOER 7,5 – Partita preparata alla grande. Pressing alto, poco respiro a Pjanic e Bonucci, fasce sfruttate alla perfezione. Una gran bella Inter.

Inter-Juventus Asamoah ed Eder in azione - 2016/17

Inter-Juventus Asamoah ed Eder in azione - 2016/17LaPresse

===Le pagelle della JUVENTUS===

Gianluigi BUFFON 6 – Non sicurissimo, ma sui gol può poco. Nessun errore particolare, ma nessun miracolo.

Mehdi BENATIA 6 – 25 minuti e poi il ko. Eder lo punta un paio di volte, lui lo ferma con esperienza. Poi l’infortunio muscolare. (Dal 25’ BARZAGLI 4,5 – Ma era davvero Barzagli? Entra a freddo e non ne azzecca una. Subito ammonito, sbaglia in appoggio e in chiusura. Che disastro)

Leonardo BONUCCI 4,5 – Una delle peggiori prove in bianconero. In ritardo nel leggere le azioni offensive, Icardi lo disturba e spesso lo mette in difficoltà. Sul corner del primo gol ha responsabilità anche lui.

Giorgio CHIELLINI 5 – Male. Candreva quando lo punta lo fa ballare. Sbaglia anche lui in impostazione, Impreciso e falloso. (Dall’80’ PJACA sv)

Stephan LICHTSTEINER 6 – Il gol gli permette di arrivare a un sei stiracchiato. Ma spinge poco e copre male nel complesso.

Sami KHEDIRA 5 – Si divora un gol clamoroso nel primo tempo. Nel mezzo arriva sempre con un tempo di ritardo. Svagato e in palese calo fisico. Andava fatto riposare.

Miralem PJANIC 5,5 – Sfiora il gol con un piazzato dal limite e con una punizione nel finale. Nel complesso nessuna giocata di rilievo e tante aperture elementari. Ci si aspetta di più.

Kwadwo ASAMOAH 5,5 – Spesos ha spazio, ma preferisce girarsi su sé stesso anziché affondare. Tanto dinamismo, qualità limitata.

ALEX SANDRO 6,5 – Cross, recuperi, corsa, attenzione. Suo l’assist per Lichtsteiner. Ok, penalizziamo la pagelle perché è co-protagonista nel gol del 2-1 nerazzurro, ma è senza dubbio il migliore della Juventus.

Mario MANDZUKIC 4,5 – Malissimo. Ai limiti dell’impresentabile. Anticipato, poco reattivo, mai uno spunto. (Dal 74’ HIGUAIN 6 – Entra e mette subito aggressività e voglia sul campo. Andava fatto giocare prima).

Paulo DYBALA 6 – Solito gran movimento, solita qualità nel palleggio. Non riesce a segnare, ma crea, anche se continua a giocare troppo distante dalla porta.

ALL. Massimiliano ALLEGRI 4,5 – Squadra poco compatta e molto lenta nell’impostare e nel ripartire? Stanchezza post-Champions? Giustificazione non valida. Tenere oltre 70 minuti fuori Higuain con un Mandzukic in queste condizioni è da denuncia. Cambi poco azzeccati. Insomma, un mezzo disastro. Avrà modo di rifarsi.

***

0
0