LaPresse

Le pagelle di Torino-Empoli 0-0

Le pagelle di Torino-Empoli 0-0

Il 18/09/2016 alle 18:44

I giovani subentrati Barreca e Dioussé su tutti. Sempre più interessante anche il difensore ex Stoccarda Federico Barba. Mihajlović resta "ingiudicabile", Martusciello dimostra quanto sia importante, per lavorare, il fattore serenità.

=== Torino ===

Joe HART 6,5: poco impegnato ma attento in quel paio di circostanze in cui viene chiamato in causa nella ripresa. In particolare, è bravo a non cadere nel "trappolone" di quel tiro-cross di Laurini. Migliora anche in fase di uscita.

Lorenzo DE SILVESTRI 6: gara stoica, la sua. Prima del quarto d'ora di gioco si prende una gomitata in testa da parte di Croce che gli porterà da gestire un taglio dal sanguinamento particolarmente copioso. Con un turbante che si porta in dote sino al 90'. Nonostante questo è autore di una prova ordinata e senza sbavature

Cesare BOVO 6: ordinaria amministrazione sulle linee difensive. In fase conclusiva (da sempre amata) è, però, a dir poco disastroso.

Leandro CASTÁN 6,5: arcigno in marcatura, dimostra - piano piano - continui miglioramenti nel suo percorso che lo deve portare ai fasti di un tempo.

Cristian MOLINARO 5: la sua gara dura solo poco più di mezz'ora, tra un cartellino giallo, tanto nervosismo e pure un infortunio. Giornata da dimenticare.

Dal 32' Antonio Barreca 7: il difensore classe '95 fa il suo esordio in Serie A senza il minimo timore reverenziale. Sostituendo un mostro sacro come Molinaro, sempre puntuale negli interventi e, per di più con l'anticipo facile. Prodotto proprio del vivaio granata, il ragazzo dell'Under 21 di Di Biagio aveva già stupito con le maglie di Cagliari e Cittadella. E' di gente come lui che il calcio italiano ha bisogno per rilanciarsi.

Afriyie ACQUAH 6,5: avesse segnato quel gol al 28' - con quello scambio con Iago Falque e quel travolgente tuffo di testa - sarebbe venuto giù lo stadio. Purtroppo per quanto la sua foga agonistica gli dia, in fase di recupero della sfera, immancabilmente glielo toglie quando gli viene richiesta precisione.

Mirko VALDIFIORI 5,5: un "giallo" e una prestazione opaca. Dal grande ex di giornata, le aspettative erano ben altre.

Joel OBI 6: grinta, carattere e intraprendenza in fase conclusiva. Nel primo tempo. Nel secondo, invece, l'ex Inter spegne l'interruttore.

Dal 72' Daniele Baselli 5,5: non riesce a far scattare la scintilla nel centrocampo granata. La porzione di partita giocata lo vede più che altro impegnato in falli tattici per evitare le ripartenze empolesi.

Iago FALQUE 5,5: dalla sua, quel cross al 28' per Acquah e, davvero, poco altro...

Dal 65' Davide Zappacosta 5,5: non riesce a trovare le verticalizzazioni giuste.

Lucas BOYÉ 5,5: poca roba. Predilige il ruolo di prima punta ma alla prima opportunità (dovuta alle numerose assenze nell'attacco granata) stecca. Prestazione che verrà ricordata solo per gli eccessi di foga palesati nel primo tempo.

Josef MARTÍNEZ 5,5: pericoloso solo a tratti. Lontano parente dal brioso centravanti sceso in campo contro il Bologna e con la maglia della nazionale venezuelana.

Mister Siniša MIHAJLOVIĆ 6 (in panchina Attilio LOMBARDO) 6: ancora ingiudicabile. Il suo reparto avanzato presenta troppe assenze. E oggi si è visto in maniera notevole.

=== EMPOLI ===

Łukasz SKORUPSKI 6,5: La sua votazione non raggiunge il 7 solo per quei due rinvii maldestri con cui, nel primo tempo, ha regalato palla agli avversari. Su Obi e Boyé, però, salva il risultato.

Vincent LAURINI 6,5: ottima lena e tante idee sulla fascia destra. Arriva spesso sul fondo, specie nel corso del secondo tempo, in cui impegna Hart.

Giuseppe BELLUSCI 6,5: ruvido ma giusto nella maggior parte degli interventi. L'ex Leeds United chiude col lucchetto la difesa empolese e butta via le chiavi.

Andrea COSTA 6: qualche difficoltà, nel corso delle prima frazione, a contenere gli inserimenti di Acquah e Obi. Si infortuna poco prima del duplice fischio.

Dal 44' Federico Barba 6,5: tanti applausi per l'ex difensore dello Stoccarda classe 1993. In tackle o in anticipo, i palloni del secondo tempo sono tutti suoi.

Manuel PASQUAL 6,5: passa ben poco dalle sue Parti. Martìnez completamente annullato.

Andrés TELLO 6: inizia male con un cartellino giallo per intervento decisamente irruento, poi si comporta bene e fornisce diversi spunti in fase di alleggerimento.

José MAURI 5,5: finché c'è lui in campo, la manovra empolese resta compassata e prevedibile.

Dal 56' Assane Dioussé 7: cambia il volto alla zona nevralgica di Martusciello. Il senegalese classe '97 duetta con tutti e inventa, scoprendo le magagne di un centrocampo avversario in fase calante.

Daniele CROCE 6: porta a termine le consegne con la solita precisione su cui ha fondato la sua carriera di mezz'ala.

Riccardo SAPONARA 6,5: il suo piede è sempre fatato e lo dimostra anche in gare difficoltose come quella di oggi pomeriggio.

Dal 76' Rade Krunić: sv

Alberto GILARDINO 6,5: vecchia volpe e grande professionista. Non segna ma tiene in apprensione la difesa granata facendo guadagnare ossigeno ai suoi compagni di squadra.

Manuel PUCCIARELLI 6: non gli arriva la palla giusta ma la grinta, come sempre, non gli manca.

Mister Giovanni MARTUSCIELLO 6,5: già, le cose migliorano. Oggi concentrazione e geometrie erano perfette. Chissà che con un po' di serenità in più non si possano vedere anche grandi evoluzioni come ai tempi dei suoi predecessori Sarri e Giampaolo...

Video - MLS: New York City FC-FC Dallas 2-2, gli highlights

02:13
0
0