Getty Images

Addio VAR allo stadio? La Serie A pensa a una centrale unica: i pro e i contro

Addio VAR allo stadio? La Serie A pensa a una centrale unica: i pro e i contro

Il 14/03/2018 alle 11:10Aggiornato Il 14/03/2018 alle 11:51

In Italia viene valutato un cambiamento per sfruttare al massimo le potenzialità della tecnologia applicata al calcio: il modello è la Bundesliga, analizziamo gli eventuali vantaggi e i rischi di questa scelta.

Le discussioni sulla VAR sono sempre attuali e un’ipotesi concreta per migliorarne il funzionamento è una centrale unica per la prossima stagione. In Italia sarebbe una rivoluzione, come riporta il 'Corriere della Sera'. Non più dunque arbitri davanti ai video dislocati nei vari stadi della Serie A, ma un sistema centralizzato, una sala di controllo con una sede unica e ben precisa già individuata nella palazzina della Lega Calcio, a Milano, in via Rosellini.

I pro

La gestione di uomini e mezzi sarebbe molto più semplice e lineare: la presenza del Var 1 e dell’Avar allo stadio non dà effettivi vantaggi, visto che il collegamento avviene sempre via microfono. A questo si somma il beneficio economico: la moviola centralizzata farebbe risparmiare parecchio rispetto agli sforzi per avere la tecnologia in 20 stadi.

I contro

Il modello è quello della Bundesliga (la centrale è a Colonia, ndr) e al di là della sostituzione del responsabile VAR che non rientra in questo tipo di discorso – il cambio è avvenuto per motivi di presunta parzialità e non è legato al metodo usato per l’uso della moviola – in Germania ci sono state delle difficoltà per questioni di collegamento. Si temono, infatti, problemi di cablaggio e di efficienza delle linee che dovrebbero unire la sala di controllo milanese agli arbitri in campo.

Video - Allegri: "Giornata storta della Var? Più casotto facciamo peggio è"

01:43

Lavori in corso dunque, ma a prescindere dall’ubicazione della cabina di comando l’obiettivo deve essere quello di garantire un’uniformità nell’utilizzo della VAR. Dai piani alti le direttive devono essere chiare per far sì che questo importante strumento non diventi anch’esso discrezionale a seconda di chi se ne deve servire in campo o ai piani bassi di un ufficio.

Video - Simone Inzaghi: "Vorrei perdere da qui alla fine non per colpa della VAR"

00:41
0
0