Getty Images

Facciamo i conti: Totti 200 milioni? Ecco le possibili valutazioni di Ronaldo, Zidane & co.

Facciamo i conti: Totti 200 milioni? Ecco le possibili valutazioni di Ronaldo, Zidane & co.

Il 15/02/2018 alle 17:45Aggiornato Il 15/02/2018 alle 17:47

Nella rubrica settimanale, sfruttando l'imbeccata di Francesco Totti ("Oggi costerei 200 milioni") abbiamo provato a giocare su questo argomento. E cioé a capire quanto sarebbero potuti valere i big del nostro campionato di fine anni '90 e inizio anni 2000 ai giorni nostri. Ronaldo, Zidane, Maldini e non solo.

"L’offerta più concreta per lasciare la Roma è stata quella del Real Madrid, nel 2003/04. Ho fatto una scelta ben precisa: precludermi la possibilità di vincere tanto per rimanere con un’unica maglia, che per me è stata la cosa più importante. E alla fine ho avuto tutto: amore e passione per me sono stati più importanti che vincere trofei altrove. In questo mercato pazzo? Io costerei 200 milioni". Parole di Francesco Totti a Sky Sport. Provocazione? Monito? Frase ad effetto per rendere ancor più chiara la follia delle valutazioni attuali?

In un mercato recente che ha visto muoversi Neymar per 220 milioni di euro, Coutinho per 120, Dembelé per 105, ma anche van Dijk per 84 e Laporte per 65, non è sbagliato pensare che Totti possa avere ragione. Ok, altre epoche, altri tempi, sappiamo benissimo che non si può rapportare nulla al passato. Ma fermatevi un secondo e provate a fantasticare. Un top player attuale è valutato sopra i 200 milioni di euro, un giocatore reduce da un paio di buone stagioni almeno 100, un difensore decente più di 50. E allora, un po' per gioco e un po' per assurdo, abbiamo provato a dare una valutazione a 15 campioni che hanno calcato i campi della Serie A tra metà anni '90 e metà anni 2000, trasportando il loro valore tecnico e ovviamente anche commerciale (sponsor, appeal internazionale, difficoltá di quella Serie A ecc.) ai giorni nostri.

Ronaldo (Luis Nazario da Lima) - 250 milioni di euro

Il "fenomeno" avrebbe avuto clausole alla Messi o alla Cristiano Ronaldo. Pensatelo dopo i 34 gol in 47 partite al primo anno di Inter o dopo gli otto gol al Mondiale 2002. All'apice Ronaldo era un giocatore unico, un top mondiale, in grado di vincere alcune partite da solo, dello stesso livello di chi oggi è considerato stella internazionale.

Zinedine Zidane - 250 milioni di euro

l Real ha speso 150 miliardi di vecchie lire nel 2001 per strapparlo alla Juventus. Oggi spenderebbe almeno 250 milioni di euro. Anche lui da top. E forse, con le potenzialità attuali, sarebbe stato acquistato subito dopo la doppietta nella finale del Mondiale 1998.

Alessandro Del Piero - 220 milioni di euro

Uomo marchiato adidas, immaginatelo dopo i 10 gol in 10 gare di Champions nel 1997/98, a soli 23 anni. Sceicchi e magnati avrebbero bussato alle porte della Juventus con cifre reali. E non inferiori a quelle di Neymar.

Francesco Totti - 220 milioni di euro

Totti come Del Piero. Ovviamente nel loro anno di grazia, che per Totti può esser stato il 2002/03 o l 2006/07. Giocatori unici. Quindi gli diamo ragione.

Christian Vieri - 200 milioni di euro

Dopo il Mondiale 1998 (arrivava da 24 gol in 24 partite con l'Atletico) il prezzo di Bobo sarebbe stato questo. Il miglior centravanti puro del mondo all'epoca. Una sorta di Harry Kane attuale, con molta più potenza.

Gabriel Omar Batistuta - 200 milioni di euro

Pagato 70 miliardi di lire dalla Roma nel 2001 quando aveva già 31 anni. Figuriamoci quante offerte sarebbero arrivate alla Fiorentina dopo i 26 gol in campionato del 1994/95, quando all'epoca la Serie A era considerato il miglior torneo d'Europa. La Premier sarebbe impazzita per un attaccante come Batistuta. 200 milioni base d'asta.

Gianluigi Buffon - 200 milioni di euro

La Juventus lo ha prelevato nel 2001 per oltre 100 miliardi dal Parma. Tutt'ora portiere più pagato della storia. Oggi, visto che all'epoca aveva 23 anni ma chiunque ne inravedeva già il potenziale, varrebbe almeno 200 milioni. Senza se e senza ma.

Andriy Shevchenko, Manuel Rui Costa, Hernan Crespo - tra i 180 e i 150 milioni di euro

Qui usiamo un range per accomunare tre giocatori molto diversi. Tre che, tra l'altro, sono stati pagati cifre molto alte anche al loro apice della carriera. Ma il Chelsea per Sheva o Hernan si sarebbe spinto ben sopra i 100 milioni. E Rui Costa avrebbe fatto gola a tutte le big d'Europa, come un Pogba o un James Rodriguez.

Paolo Maldini - 120 milioni di euro

Il difensore più pagato. Magari non avrebbe comunque lasciato il Milan. O magari lo avrebbe fatto nell'estate del 1994, dopo tre Coppe dei Campioni vinte e una finale mondiale persa. Giusto per cambiare aria, giusto perché una big europea sarebbe venuta a svenarsi per averlo.

Lilian Thuram - 120 milioni di euro

Duttilità. Centrale ma anche terzino. Dopo la doppietta in semifinale al mondiale 1998 una inglese (o una big spagnola) sarebbe venuto a prenderselo dal Parma. Prezzo di partenza: 120 milioni di euro, almeno quanto Coutinho.

Alessandro Nesta e Fabio Cannavaro - 110 milioni di euro

Prezzo uguale per entrambi, sicuramente superiore ai 100 milioni. Solamente perché, pur essendo molto diversi, sono stati per una decina d'anni i migliori difensori centrali del mondo. Van Dijk chi?

Juan Sebastian Veron - 100 milioni di euro

Un giocatore fantastco. Un regista come se ne sono visti pochi altri nella storia. Un leader. Lo United lo aveva puntato nel 2001, prelevandolo dalla Lazio per 28 milioni di sterline. Chiedere oggi almeno il valore di un Milinkovic-Savic può essere credibile?

Video - Totti, Pirlo, Kakà e le leggende del calcio che hanno detto addio nel 2017

02:00
0
0