Getty Images

I casi Nainggolan e Wanda Nara: con Marotta è linea dura, in casa Inter si respira aria di svolta

I casi Nainggolan e Wanda Nara: con Marotta è linea dura, in casa Inter si respira aria di svolta

Il 23/12/2018 alle 19:09Aggiornato Il 23/12/2018 alle 19:10

L'approdo in nerazzurro dell'ex ad della Juventus coincide con un profondo cambiamento della società a livello comunicativo. A fare notizia è la modalità della sospensione del belga ex Roma, avvenuta alla luce del sole e attraverso una nota ufficiale. E a far pensare che qualcosa sia cambiato c'è anche il recente scontro Ausilio-Wanda Nara.

Beppe Marotta, Steven Zhang - Inter-Udinese - Serie A 2018/2019 - Getty Images

Beppe Marotta, Steven Zhang - Inter-Udinese - Serie A 2018/2019 - Getty ImagesGetty Images

Nainggolan, 6 mesi chiacchierati: dalla serata con Corona all'assegno clonato al Casinò

Il bilancio dei primi 6 mesi di Radja Nainggolan all'Inter è decisamente in rosso. Il belga ex Roma si è fatto notare soprattutto per le sue "performance" fuori dal campo. Fermo per infortunio e reduce da una preparazione estiva completamente saltata, il belga viene pizzicato in una discoteca in provincia di Bergamo in compagnia di Fabrizio Corona a due giorni dal primo impegno di campionato contro il Sassuolo a Reggio Emilia, una sfida che Nainggolan salterà per un problema muscolare. Uno dei presenti gli fa notare che il giorno dopo deve giocare e lo invita ad andare a dormire: lui risponde alzando il dito medio. Dopo la diffusione degli scatti con Corona, dai tifosi interisti trapela un certo nervosismo ma la risposta del Ninja, che il giorno dopo il blitz in discoteca si era presentato regolarmente agli allenamenti ad Appiano Gentile con gli stessi vestiti indossati la sera prima, non si fa attendere: "Al lavoro per essere pronto. Tutto il resto sono ca...te". L'ultimo guaio viene alla luce pochi giorni fa. La passione per il gioco tira un brutto scherzo al giocatore: un suo assegno, emesso per coprire una perdita al Casinò di Montecarlo, viene clonato da una banda di truffatori.

I numeri (deludenti) del Ninja giocatore

Arrivato in estate tra l'entusiasmo dei tifosi per 24 milioni di euro più i cartellini di Zaniolo e Santon, Nainggolan ha offerto finora un rendimento decisamente al di sotto delle aspettative. I numeri valgono più di qualsiasi altra considerazione: 11 presenze e 2 gol in campionato, un gol in 4 gare di Champions League. E una condizione fisica precaria che lo ha costretto diverse volte ai box facendogli saltare partite di un certo peso come quelle contro Barcellona, Lazio, Roma, Juventus e Psv Eindhoven (il match di ritorno a San Siro, decisivo per la qualificazione agli ottavi di Champions poi sfumata).

Radja Nainggolan scruta la partita dalla panchina, Inter-Torino, LaPresse

Radja Nainggolan scruta la partita dalla panchina, Inter-Torino, LaPresseLaPresse

Il pugno duro di Marotta e il precedente Ausilio-Wanda Nara

" Da parte nostra c'è coerenza con quanto detto in questi mesi. Siamo contenti di Icardi calciatore, di quel che sta dando sul campo all'Inter. Si prende sempre le sue responsabilità, non ha paura di niente. Il resto non conta: c'è una sede ufficiale, sono a disposizione di tutti. L'agente di Icardi sa dove può trovarmi, in sede o al telefono. Il resto, i social, i media, il cinepanettone, non mi interessa. La trattativa con la Juventus? Se ci fosse stato Marotta avremmo risposto in due. Rispondo con una risata e non commento"

Una bordata, quella del ds, che aveva messo immediatamente a tacere la polemica intorno al capitano e che era arrivata a soli 5 giorni di distanza dall'insediamento di Marotta. Una pura coincidenza dettata dall'attualità? Non è da escludere. Ma due indizi fanno una prova e, nell'attesa di rivedere la migliore Inter anche in campo, la sensazione è che dalle parti di Appiano Gentile la musica stia cambiando. L'era Marotta può dirsi ufficialmente iniziata.

Video - Juventus-Inter, amici mai: l'eterna rivalità della storica sfida del calcio italiano

01:39
0
0