LaPresse

Kolarov è una sentenza: la Roma espugna Torino e si riporta in quota

Kolarov è una sentenza: la Roma espugna Torino e si riporta in quota

Il 22/10/2017 alle 16:52Aggiornato Il 22/10/2017 alle 17:25

Il serbo conferma di vivere un momento d'oro: sua la punizione che, nella ripresa, consente agli uomini di Di Francesco di uscire vincitori per 1-0. I giallorossi tornano al quinto posto, i granata senza Belotti non vincono più.

Sempre Aleksandar Kolarov. Una sentenza, ormai. Dopo aver fatto il diavolo a quattro contro il Chelsea, mercoledì sera, l'ex terzino del Manchester City è anche il protagonista (assoluto, stavolta) del ritorno al successo in campionato della Roma. Napoli dimenticato: l'1-0 con cui i giallorossi espugnano il Grande Torino, affondando il coltello nella piaga della crisi dei granata, è firmato da una sua punizione, utile per segnare un punto di svolta in una gara non esaltante. Poche le occasioni da rete da ambo le parti: il Toro paga oltremisura l'assenza per infortunio di Belotti, affidandosi a un Sadiq spaesato, mentre la Roma soffre forse un po' di stanchezza da doppio impegno. Ed è qui che entra in scena Kolarov, sempre più un big del ruolo. La squadra di Di Francesco supera nuovamente la Sampdoria riportandosi al quinto posto solitario del campionato (e con la gara contro gli stessi blucerchiati da recuperare), mentre Mihajlovic è sempre più sulla graticola: il successo non arriva ormai da più di un mese.

La cronaca

La Roma cerca il gioco manovrato, il Torino qualche lancio lungo verso un Sadiq che ha però qualche problema con la linea del fuorigioco. Di occasioni al Grande Torino, così, non se ne vedono fino al 23': Pellegrini centra per Dzeko, che di testa spizza di poco a lato. Qualche minuto dopo potrebbe segnare anche Nainggolan, che dal limite spara però altissimo. Meglio il finale di tempo, anche per merito della squadra di Mihajlovic: Ljajic tocca dentro per Sadiq, che gira però alle stelle. Mentre Juan Jesus è bravissimo ad anticipare Iago Falque al momento della conclusione da pochi passi. Clamoroso, invece, quel che si divora Strootman a pochi secondi dall'intervallo: l'olandese non ha la prontezza per indirizzare un angolo al veleno di Kolarov, pur con la porta lasciata sguarnita dall'uscita imperfetta di Sirigu.

Torino-Roma - 2017

Torino-Roma - 2017Getty Images

Poche opportunità da ambo le parti anche nella ripresa: qualche mezza occasione per Dzeko e Strootman, una botta nuovamente alta di Nainggolan e poco altro. Ci prova anche Ljajic, che spara dal limite non trovando i pali di Alisson. Al 69', ecco l'episodio decisivo: Kolarov calcia una punizione concessa da Damato per un fallo di De Silvestri su El Shaarawy, superando la barriera e battendo un Sirigu forse non irreprensibile. Il Torino si getta in avanti alla ricerca del pareggio, ma l'entrata di Boyé porta più che altro confusione e Alisson non corre seri rischi. Anzi, nel recupero è l'ex Bruno Peres a chiamare Sirigu all'intervento. Finisce 0-1: la Roma torna al quinto posto e guarda con l'acquolina in bocca al prossimo impegno contro il Crotone, mentre il Torino si lecca le ferite di un momento delicatissimo.

La statistica chiave

Sadiq è finito in fuorigioco per ben 6 volte durante la partita: dato che rappresenta lo specchio delle enormi difficoltà del Torino senza Belotti.

Il tweet

Il migliore in campo

Kolarov. Che momento per l'ex laziale, già protagonista contro il Chelsea: tiene agevolmente a bada lo spento Iago Falque, si propone con discreta continuità in avanti e firma un gol tanto bello quanto importante.

Il peggiore in campo

Sadiq. Ha tanta volontà e svaria lungo tutto il fronte offensivo, ma non incide per nulla. Ben contenuto dalla coppia centrale giallorossa, compie scelte sbagliate che fanno arrabbiare il pubblico e finisce continuamente in fuorigioco.

La dichiarazione

Eusebio Di Francesco: "Noi in corsa per lo scudetto? Psicologicamente la gara che dobbiamo ancora recuperare contro la Sampdoria può essere un vantaggio. Continuiamo in questo modo".

Il tabellino

Torino (4-2-3-1): Sirigu; De Silvestri, Nkoulou, Moretti, Molinaro (65' Barreca); Rincon, Baselli (82' Valdifiori); Iago Falque, Ljajic, Niang (74' Boyé); Sadiq. All. Mihajlovic

Roma (4-3-1-2): Alisson; Florenzi (86' Bruno Peres), Moreno, Juan Jesus, Kolarov; Strootman, De Rossi, Pellegrini (63' Ünder); Nainggolan; Dzeko, El Shaarawy (80' Perotti). All. Di Francesco

Arbitro: Antonio Damato di Barletta

Gol: 69' Kolarov

Note: ammonito Niang

0
0