Imago

L'Inter ha la prima mossa in volata Champions League: come reagiranno Roma, Lazio e Milan?

L'Inter ha la prima mossa in volata Champions: come reagiranno Roma, Lazio e Milan?

Il 16/04/2018 alle 21:27Aggiornato Il 16/04/2018 alle 21:36

Dopo i record negativi dell'ultima giornata in cui nessuna delle 4 pretendenti ha segnato, il turno infrasettimanale di Serie A sarà quello che apre il rush finale tra Inter - nell'anticipo col Cagliari - Roma, Lazio e Milan per un posto in Champions. Certo che a 6 mani dalla fine del campionato, sarà il caso di cambiare carte smettendo la partita a "ciapa nò"!

Nell’ultima giornata di campionato, sono arrivati cinque 0-0 e si sono prodotti solo 13 gol. Si tratta in entrambi in casi di record negativi eguagliati nella Serie A a venti squadre e, nel complesso, solo sette hanno trovato la rete e solo la Juve delle prime dieci in classifica. Eh sì, ci vorrebbe proprio una bella pausa, invece è già vigilia di campionato perché domani inizia il turno infrasettimanale e sarà l’Inter a tentare per prima un’inversione di rotta.

Con un affare scudetto ormai a tinte bianconere e comunque in stand-by fino allo scontro diretto di domenica (aspettando Juventus-Napoli, la squadra di Allegri va a Crotone mentre l’undici di Sarri ospita l’Udinese), la corsa alla Champions League sarà infatti il leimotiv del turno infrasettimanale aperto domani da Inter-Cagliari.

Certo che la Beneamata, insieme a Roma, Lazio e Milan, sta giocando a “Ciapa nò” restando alle osterie di Milano. Lo dimostrano le reti bianche di Atalanta-Inter, dell’ultima a San Siro (Donnarumma era di mazzo) e del derby capitale: mancano 6 mani alla fine del campionato e nessuno vuole prendersi il quarto posto, nemmeno il terzo.

L'ultimo calendario dell'Inter

Ora c’è da dire che le speranze del Milan sono ormai residue perché, come i cugini, la squadra di Gattuso non vince da tre turni mentre l’Inter - malgrado quest’impasse da zero gol fra derby, Torino e Atalanta - può favorire dell’anticipo col Cagliari per lo scatto finale. L'l’Inter affronterà infatti, oltre i sardi, il Chievo, la Juve, l’Udinese, il Sassuolo e la Lazio da qui al termine del campionato. Diciamo con una dote di 12/13 punti da presentare all’Olimpico?

Martedì 17 aprile Cagliari **
Domenica 22 aprile CHIEVO **
Sabato 28 aprile Juventus *****
Domenica 6 maggio UDINESE ***
Domenica 13 maggio Sassuolo *
Domenica 20 maggio LAZIO *****

In maiuscolo, le partite in trasferta / * Difficoltà

Icardi-Perisic per la Champions e il "riscatto"

Intanto, per battere il Cagliari, l’Inter ha bisogno di ritrovare i gol di Icardi, a secco da Marassi, o la migliore verve di Perisic per non pensare che la sua grande prova col Verona sia stata un suo ultimo fuoco di paglia... E poi ci vorrebbe il primo acuto di Rafinha perché - a tal proposito e a prescindere da un ritorno in Champions così atteso - il figlio di Mazinho e Joao Cancelo sono da riscattare: operazione complicata senza i soldi freschi della qualificazione.

Mauro Icardi e Ivan Perisic - Inter Serie A 2017-2018

Mauro Icardi e Ivan Perisic - Inter Serie A 2017-2018Getty Images

Roma: è tutto da rifare tra le sirene di Anfield

E le altre? In Serie A, la Roma non vince da un mese e nei prossimi giorni il campionato non sarà forse in cima alla lista dei suoi pensieri - ma non ditelo a Di Francesco - sta di fatto che il suo merito di terza forza sembrava certo e invece adesso è tutto da rifare tra esigenze di turnover per le sirene di Liverpool e un appuntamento con la storia. Si parte da Roma-Genoa (mercoledì sera), poi SPAL, Chievo, Cagliari, Juve (in casa e forse a scudetto assegnato) e Sassuolo.

La Lazio si rialza ma ha il calendario peggiore

Infine la Lazio che forse, sulla carta, è la squadra più penalizzata dall’ultimo calendario e da una grande stagione scalfita infine da cocenti amarezze: dall'epilogo di Coppa Italia all’Olimpico a una semifinale di Europa League che sembrava ormai scontata. Vero anche che la Lazio ha giocato un buon derby, però ora deve ripartire dal Franchi (delle quattro contendenti, è il turno infrasettimanale decisamente più ostico) e poi affrontare Sampdoria, Torino, Atalanta, Crotone e Inter.

Che l’ultima giornata non sia decisiva per decidere chi giocherà la prossima Champions League? Sarà intanto il caso, proprio per tutte, di cambiare marcia.

Video - Spalletti: "Bisognava difendere, ma Icardi non è quel tipo di giocatore"

01:51
0
0