LaPresse

Le pagelle di Lazio-Roma 0-0: Schick evanescente, Milinkovic-Savic maestoso

Le pagelle di Lazio-Roma 0-0: Schick evanescente, Milinkovic-Savic maestoso

Il 15/04/2018 alle 23:32Aggiornato Il 15/04/2018 alle 23:38

Migliori e peggiori della sfida dell'Olimpico, il sentitissimo derby di Roma. Man of the match Milinkovic, Schick e Lulic dietro la lavagna.

Le pagelle della Lazio

Thomas STRAKOSHA 6 – Non infonde proprio il massimo della sicurezza ai compagni, ma nel finale si prende la rivincita con la super parata sull’incornata di Dzeko.

Stefan DE VRIJ 6 – Qualche disattenzione che richiama alla mente i disastri di Salisburgo, ma nel complesso una prova tignosa del centrale olandese.

Luiz FELIPE 6,5 – Questa volta il centrale brasiliano disputa una signora partita. Puntuale e concentrato, a tratti in trance agonistica.

Stefan RADU 5,5 - La sua leggerezza nel finale per poco non costa la sconfitta alla sua Lazio: irruento.

Adam MARUSIC 6 – Cresce con il passare dei minuti e sfiora il colpaccio nel finale quando sbucca da sotto le foglie e manda in tilt la difesa giallorossa: solo uno stoico El Shaarawy gli nega la gioia del gol.

Marco PAROLO 6 – Bene in termini di apporto quantitativi, come sempre, ma è poco lucido sotto porta. Le palle buone sarebbero anche transitate dai suoi piedi…

Sergej MILINKOVIC-SAVIC 7 – Per distacco il migliore in campo del derby della Capitale: giocatore totale che da solo riesce a indirizzare le partite. Assist, ricami e un quasi gol da casa sua all’ultimo respiro: se compie il salto definitivo in termini di continuità di rendimento può diventare uno dei migliori centrocampisti d’Europa. Spettacolo per gli occhi.

Lucas LEIVA 6,5 – L’ammonizione ne condiziona inevitabilmente la performance: rischia grosso ma non tira mai indietro la gamba. Prova di personalità.

Senad LULIC 5 – Pessimo derby il suo: distratto in fase difensiva (da matita blu il suo errore su filtrante di Nainggolan), poco efficace da metà campo in su (59’ LUKAKU 6 – meglio del compagno con proposizioni costanti su

Felipe ANDERSON 6 – Non demerita il brasiliano: facilità di corsa e intraprendenza, difensori giallorossi mai tranquilli con lui (59’ Luis ALBERTO 6 – Sfiora il gol con gran diagonale radente)

Ciro IMMOBILE 6 – Sgomita e fa a sportellate con i centrali giallorossi, ma non riesce a trovare la zampata risolutiva nonostante gli sforzi profusi: per i compagni però è un punto di riferimento imprescindibile. (82’ BASTOS 5,5 – Entra e viene “sbranato” da Dzeko).

Allenatore Simone INZAGHI 6,5 - La Lazio non molla un centimetro e sfodera una prova gagliarda e tignosa: fino all'espulsione di Radu addirittura avrebbe meritato ai punti. Poi, comprensibilmente, va in affanno ma trova comunque il modo di rendersi pericolosa. Con questa Lazio bisognerà fare i conti sino all'ultima giornata. Il tracollo austriaco è già dimenticato?

Felipe Anderson Juan Jesus Lazio Roma 2018

Felipe Anderson Juan Jesus Lazio Roma 2018LaPresse

Le pagelle della Roma

ALISSON 6 – Qualche affanno con la palla tra i piedi, ma il brasiliano se la cava sempre e comunque. Che spavento nel finale su quel tiro “dal parcheggio” di Milinkovic-Savic.

Federico FAZIO 6 – Non irreprensibile nella prima parte di gara, poi corregge il tiro.

Kostas MANOLAS 6,5 – Debilitato dalla febbre, non può essere al 100% ma tiene botta ed è efficace in marcatura su Immobile e compagni. (74’ FLORENZI 6 – Subito in partita con un gran pallone scodellato al centro per Dzeko)

Juan JESUS 5,5 – Prova “border-line” per il centrale brasiliano: il tackle su Parolo era più da giallo che da rosso.

BRUNO PERES 6 – Un palo clamoroso nel primo tempo e poi tanta applicazione, prima a destra poi a sinistra. (82' EL SHAARAWY 6,5 - Gran chiusura su Marusic, sgusciante anche nell'altra area di rigore).

Daniele DE ROSSI 6 – Rischiatutto su quella maldestra deviazione che poteva costare l’autorete, il resto è una battaglia lunga 94 minuti.

Kevin STROOTMAN 6 – Pochi ricami, tanta legna a beneficio della causa giallorossa; ruvido a tratti, comunque efficace ed essenziale.

Aleksandar KOLAROV 6 – A corrente alternata, ma non disdegna discese sulla fascia e serve almen o un grande assist sui piedi di Dzeko.

Radja NAINGGOLAN 6,5 – Bene da trequartista in appoggio delle punte: un cioccolatino quello servito a Bruno Peres.

Patrik SCHICK 5 – Passo indietro rispetto alla Champions: evanescente e mai realmente dentro il match. Nel frattempo fanno 734 minuti senza segnare in Serie A con la Roma: una maledizione, o poco ci manca (54’ UNDER 6,5 – Entra ed è subito tutta un’altra musica; decisamente un’altra cosa rispetto all’attaccante ceco, chiedere per conferma ai difensori biancocelesti)

Edin DZEKO 6,5 – L’attaccante bosniaco latita a lungo, poi si ridesta nel finale sfiorando il gol per ben tre volte nell’arco di un paio di minuti: non trova il gol per una questione di centimetri. Altra prova gagliarda dell’eroe giallorosso dopo quella monumentale contro il Barcellona.

All. Eusebio DI FRANCESCO 6 - Roma a corrente alternata oggi: in affanno a tratti per la foga agonistica della Lazio, comunque in grado di contenere l'urto e ripartire per l'intero arco del match; per poco nel finale non sbanca, ma nel complesso non sarebbe stato un successo meritato. Non sarà facile gestire il doppio impegno, ma la rosa è attrezzata: bene l'apporto della panchina.

Video - Roma pazza di gioia: una notte di festa indimenticabile

01:59
0
0