Getty Images

Le pagelle di Milan-Genoa 0-0

Le pagelle di Milan-Genoa 0-0
Di Eurosport

Il 22/10/2017 alle 17:43Aggiornato Il 22/10/2017 alle 18:09

I voti dei protagonisti di San Siro: Suso migliore in campo, Bonucci sciagurato. Bene Zapata, Borini e Romagnoli; del Genoa pungono gli ex: Taarabt, Bertolacci e Lapadula.

Le pagelle del Milan

Gianluigi DONNARUMMA 6 - Le uniche parate le compie su Rigoni di riflesso e Lapadula a gioco fermo. Occhio perché sbaglia con rischio un altro rinvio.

Cristian ZAPATA 7 – Abbiamo la notizia: Zapata è il migliore della difesa rossonera con un salvataggio decisivo su Lapadula.

Leonardo BONUCCI 4 - La pressione era altissima, il momento è delicato. Rosso diretto per gomitata: forse gli farà bene saltare due (o tre?) partite.

Ricardo RODRIGUEZ 6 - Da grande acquisto del primo mese a capro espiatorio di un derby perso al novantesimo, gioca una partita di prudenza: Sei meno meno.

Fabio BORINI 6,5 - Il Milan s’aggrappa al suo jolly che, già tra i migliori contro l’Inter, si conferma impegnando Perin nella parata della partita.

Franck KESSIE 6 - Di media tra il 5 in stato confusionale della prima ora e un 7 da scatenato nel finale. Infine che duello con Bertolacci.

Franck Kessié Milan Genoa 2017

Franck Kessié Milan Genoa 2017LaPresse

Hakan CALHANOGLU 6 - Inizia bene in fraseggio e stacca di testa dopo pochi minuti: sacrificato da Montella, capisce il momento senza polemiche.

Dal 26’ Alessio ROMAGNOLI 6,5 - Entra a freddo per l’espulsione di Bonucci giocando un match di grande responsabilità.

Lucas BIGLIA 5,5 - Soffocato da Rigoni, spreca l’unica chance al tiro strozzando un destro al volo. In momenti così, si spara sul regista.

Giacomo BONAVENTURA 5,5 - La voglia non manca ma in dieci, raddoppiato, si fa dura: infortunato a inizio ripresa, altra tegola per Montella.

Dal 67’ Davide CALABRIA 6 - S’appiccica a Taarabt liberando Borini... E poco altro da segnalare.

Suso - Milano-Aek - 2017

Suso - Milano-Aek - 2017LaPresse

SUSO 7 - Migliore in campo: tutte le cose migliori escono dai suoi piedi, dalla sua corsa, dal suo fiuto. È la migliore risorsa dell’undici rossonero.

Nikola KALINIC 5 - Ha le polveri bagnate e pasticcia, fallendo due controlli in area piccola. Dall’84’ Patrick Cutrone s.v.

Allenatore Vincenzo Montella 6 - Senza colpe specifiche perché il Milan, prima e dopo l’espulsione di Bonucci, dà tutto per vincere e scacciare una crisi aperta.

Le pagelle del Genoa

Matteo PERIN 7 - Decisivo su Borini e attento sulle palle vaganti della ripresa.

Armando IZZO 6,5 - È ruvido e rischia tanto, però è davvero un gioiellino “di destra” della difesa a tre.

Luca ROSSETTINI 7 - Un muro davanti alla porta di Perin, cancella Kalinic e, visto che il croato non è in giornata, va a immolarsi sui tiri di Suso e Borini.

Ervin ZUKANOVIC 5,5 - Più dolente perché contro Suso che lo salta a ripetizione.

Aleandro ROSI 5 - Stordito dalla gomitata di Bonucci dopo un difficile avvio contro Bonaventura, dà forfait a inizio ripresa.

Dal 52’ LAZOVIC 6 - Dovrebbe spingere e un paio di ripartenze ripartono dalle sue zolle, però che confusione

Luca RIGONI 6,5 - Il suo match di schermo su Biglia è la prima chiave tattica del match... E si toglie il solito sfizio in inserimento sfiorando un gol di testa. Dal 77’ Federico Ricci s.v.

Miguel VELOSO 5,5 - Compassato, pure troppo, a centrocampo rallentando qualche contropiede.

Andrea BERTOLACCI 6,5 - È gran duello con Kessie e, a conti fatti, il suo destro a giro dal limite è la migliore occasione del match.

Serie A 2017/18, Milan-Genoa

Serie A 2017/18, Milan-GenoaLaPresse

Diego LAXALT 5 - Con le sue qualità di corsa in progressione, dovrebbe spaccare una partita in superiorità numerica.

Adel TAARABT 7 - Ex scatenato, non sbaglia un dribbling nello stretto e quanti assist, da ogni posizione del campo, per i suoi avanti.

Andrej GALABINOV 6 - Richiamato da Juric a inizio ripresa, eppure aveva inciso di rimessa nel primo tempo.

Dal 52’ Gianluca LAPADULA 6 - Si mangia l’erba di San Siro come un anno fa, entrando con la voglia di spaccare il mondo. Zapata gli nega il gol dell’ex.

Allenatore Ivan Juric 6 - La squadra è sempre un po’ slegata tra i reparti ma finalmente, dopo tante critiche, non prende gol.

0
0