LaPresse

Milinkovic-Savic inguaia il Crotone: 2-2 allo Scida, Inter ancora in corsa per la Champions

Milinkovic-Savic inguaia il Crotone: 2-2 allo Scida, Inter ancora in corsa per la Champions

Il 13/05/2018 alle 16:59Aggiornato Il 13/05/2018 alle 18:30

La Lazio agguanta il pareggio e lascia i pitagorici al terzultimo posto in classifica: sarà decisivo per i biancocelesti, che all'Olimpico avranno a disposizione due risultati su tre, lo scontro diretto coi nerazzurri all'ultima giornata. I calabresi tenteranno il tutto per tutto a Napoli.

Crotone e Lazio danno vita a una partita intensa, per certi versi spietata e dai tanti volti. I biancocelesti vanno in vantaggio con il rigore trasformato da Lulic ma vengono ribaltati dalla voglia di restare in Serie A dei pitagorici, spinti da un pubblico caldissimo e generoso anche al termine della gara, nonostante un risultato amaro. In coda, infatti, vincono tutte tranne la SPAL e i calabresi si ritrovano al terzultimo posto a causa degli scontri diretti sfavorevoli con la squadra di Semplici. L’illusione della vittoria, data dai gol di Simy e Ceccherini, viene spazzata via da Milinkovic-Savic, il migliore in campo, all’84’. Per Inzaghi non resta che completare l’opera all’Olimpico all’ultima giornata quando i suoi avranno due risultati su tre a disposizione: l’Inter, però, è ancora viva nella corsa alla Champions League.

La cronaca della partita

Milinkovic-Savic si presenta con un destro terrificante a fil di palo. Lulic viene atterrato in area da Ceccherini e guadagna il rigore: i padroni di casa protestano per un possibile precedente fallo dello stesso Lulic su Sampirisi prima dell’ingresso in area. Lulic fa 1-0 dal dischetto. Nalini, con un bel diagonale, la mette in mezzo ma Simy non arriva per un soffio sulla sfera. Al 29’ il cross di Martella è un assist perfetto per Simy che di testa pareggia. Caicedo si divora un gol fatto, Cordaz si supera su Milinkovic e Leiva non inquadra lo specchio.

Nwanko Simy Crotone Lazio 2018

Nwanko Simy Crotone Lazio 2018LaPresse

Su cross di Felipe Anderson, Caicedo apre la ripresa con una traversa di testa, ma al 61’ Ceccherini mette dentro al volo sulla punizione calciata da Barberis. De Vrij salva sulla linea il 3-1 di Rohden a portiere battuto, Milinkovic ci prova ancora e all’84’ viene premiato: lancio di Felipe Anderson, de Vrij sfiora di testa e il Sergente fissa il 2-2 prima di andare vicino al gol anche nel finale.

La statistica chiave

4 - Due successi e due pareggi per il Crotone nelle ultime quattro sfide interne di campionato: i calabresi sono rimasti imbattuti per quattro partite di fila allo Scida per la prima volta nella Serie A 2017/18.

Il tweet da non perdere

Il migliore in campo

Sergej Milinkovic-Savic: il migliore per distacco. Prova in tutti i modi a segnare e trova un grande Cordaz a rovinargli i piani, prima del guizzo del 2-2 a sei minuti dalla fine. Leader, giocatore che alza il livello della squadra e uomo-mercato. Il Sergente è l’ultimo a mollare.

Il peggiore in campo

Felipe Caicedo : è difficile non far rimpiangere il capocannoniere Ciro Immobile. Sciagurato nel primo tempo quando si divora un gol già fatto in beata solitudine davanti a Cordaz. Sfortunato nella ripresa sul colpo di testa che centra la traversa.

La dichiarazione

Senad Lulic : “Abbiamo avuto tante occasioni per chiuderla in anticipo. Il problema sono i gol subiti, ma potevamo farne anche di più. Il rammarico c’è ma non è finito niente”.

Il tabellino

Crotone (4-3-3): Cordaz; Sampirisi, Ceccherini, Capuano, Martella; Barberis (88' Ricci), Mandragora, Rohden; Faraoni (59’ Stoian), Simy, Nalini (74’ Trotta). All. Zenga

Lazio (3-4-2-1): Strakosha; Wallace, de Vrij, Radu (55’ Caceres); Basta (65’ Nani), Murgia (55’ Patric), Lucas Leiva, Lulic; Milinkovic-Savic, Felipe Anderson; Caicedo. All. Inzaghi

Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni della Sezione di Bergamo

Gol: 17’ rig. Lulic (L), 29’ Simy (C), 61’ Ceccherini (C), 84’ Milinkovic-Savic (L)

Note: ammoniti Radu, Murgia, Nalini, Nani

Video - Spalletti: "E' un risultato pesante e in spogliatoio si sente"

01:58
0
0