LaPresse

Prandelli: "Era il momento giusto per tornare, la storia del Genoa mi emoziona"

Prandelli: "Era il momento giusto per tornare, la storia del Genoa mi emoziona"

Il 08/12/2018 alle 12:40Aggiornato Il 08/12/2018 alle 13:36

L'ex ct della Nazionale è stato presentato ufficialmente dal club rossoblù: "La squadra ha le potenzialità per uscire da questo momento difficile, sto pensando a piccoli cambiamenti per esaltare le individualità del gruppo. Qui ci sono giocatori molto interessanti, dobbiamo solo capire come valorizzarli al meglio. Il modulo? Cercherò di non essere dogmatico".

"La storia del Genoa mi emoziona"

" Era arrivato il momento giusto per tornare, ho una grande determinazione e voglia. Domani dobbiamo essere pronti e non penso al passato. Ho sempre vissuto di emozioni e oggi sono molto emozionato, basta vedere i colori e la storia di questa società. Spero di poter veramente aiutare la squadra e sono convinto che dalla sfida di domenica contro la Spal riusciremo con i tifosi a intraprendere la giusta strada. Sicuramente daremo tutto, i nostri tifosi sono il valore aggiunto"

"Cambiare troppo in questo momento sarebbe una follia"

" Sto pensando a piccoli cambiamenti per esaltare le individualità di questa squadra. Il capitale offensivo è molto interessante, Piatek e Kouamé possono fare anche molto di più. Per quanto riguarda i gol subiti bisogna analizzarli uno per uno, dipende se nascono per problemi di reparto o per errori individuali. Con organizzazione e compattezza possiamo rimediare ai nostri limiti""
Cesare Prandelli mostra la maglia del Genoa

Cesare Prandelli mostra la maglia del GenoaLaPresse

"Criscito e Pandev due punti di riferimento"

" Ho parlato con Criscito e Pandev, sono due punti di riferimento. Abbiamo un capocannoniere (Piatek, ndr) e dobbiamo sfruttare questo capitale immenso, ma dobbiamo avere una buona organizzazione senza essere dogmatici. Qui ci sono giovani molto interessanti, ma dobbiamo capire come farli crescere e trovare il contesto giusto"

"Questa per me è un'avventura a lungo termine"

" Ognuno di noi spera sempre di trovare il grande amore e di portare avanti un progetto condiviso. Quando parti con un'avventura così, in una società storica come questa, devi per forza pensare a lungo termine. La squadra sta attraversando un momento particolare ma ha le potenzialità per uscirne"

"Mercato? Valuteremo con calma il da farsi"

" "Rinforzi? In questo momento dobbiamo pensare a capitalizzare il potenziale che abbiamo, poi valuteremo con calma il da farsi. Quando c'è un cambio è sempre un piccolo trauma, ma la vita va avanti. Spero di avere un po' di fortuna rispetto a prima"

"Mi hanno insegnato a tenere i toni bassi"

" Sono cresciuto con persone che mi hanno insegnato che per incidere bisogna abbassare i toni. L'importante è creare un rapporto con la squadra: cercherò di trovare un'empatia con il gruppo e con lo staff, il mio non è un lavoro solitario."

Video - Cesare Prandelli riparte dal Genoa: il ritorno in Serie A 8 anni dopo

01:20
0
0