Getty Images

Allegri: "In 5 giorni siamo passati dal fallimento alla finale di Madrid. Ronaldo non è convocato"

Allegri: "In 5 giorni siamo passati dal fallimento alla finale di Madrid. Ronaldo non è convocato"

Il 16/03/2019 alle 14:38Aggiornato Il 16/03/2019 alle 14:56

Il tecnico della Juventus parla alla vigilia della trasferta del Ferraris contro il Genoa: "CR7 ha bisogno di recuperare".

Ronaldo non convocato

" L'ho lasciato a casa, ha bisogno di recuperare perché ha giocato tanto. Poi ha le due partite della Nazionale, quindi era rischioso portarlo e farlo giocare ancora. Squalificato assolutamente no. Martedì credo che tra quelli in campo e quelli sugli spalti tutti hanno fatto un'esultanza diversa. Quindi assolutamente nessuna squalifica"
"Ronaldo ha giocato tantissime partite quest’anno. Ci siamo confrontati e lui ha condiviso serenamente la mia idea sulla sua gestione nelle prossime partite fino alla Champions"

Video - Tutti i numeri di Cristiano Ronaldo, il Re della Champions, la bestia nera dell'Atletico

01:10

Equilibrio

" In questo momento deve regnare l'equilibrio come sempre, ma ogni tanto si va all'eccesso da una parte e dall'altra. La Juventus ha fatto una cosa straordinaria martedì a ribaltare la partita dell'andata contro una grande squadra. In una serata speciale, bella, vissuta con grande emozione. Questo è il segnale: niente è scontato e le cose vanno vissute e non sono scontate"

Scudetto

" Ci mancano ancora cinque vittorie. Domani è una partita in cui giochiamo alle 12.30 in casa loro. Ci servono tre punti, all’andata ne abbiamo lasciati due. Bisogna fare una partita giusta sull’entusiasmo dell’andata. Serve equilibrio. Non eravamo scarsi prima, e non siamo in finale di Champions ora"

Social

" Non ci torno assolutamente. Sono uscito perché volevo semplicemente uscire. La semplicità e la normalità sono due caratteristiche importanti"

Atletico Madrid

" Non è stata la partita della mia carriera, a parte quel colpo di tacco che ho fatto. La cosa che mi fa piacere e aver visto le persone emozionate da quella serata. Ora dobbiamo mantenere il profilo basso e allenarci per bene. Io ho solo messo undici giocatori in campo. L’obiettivo era non farli tirare un calcio d’angolo e in quello i ragazzi sono stati molto bravi"

Dybala

" Ha iniziato a fare le cose bene, può essere il nuovo acquisto per i prossimi tre messi"

Ajax

" Questa formula mi piace. Facile o difficile? L’Ajax è una squadra veloce con ragazzi di grande qualità. In casa loro sono molto bravi, come con l’Atletico saranno due partite differenti. Ci vuole calma: 5 giorni fa eravamo fuori dalla Champions, ora siamo in finale. Bisogna vivere le cose con serenità"

Mandzukic più di Kean

" Perin domani gioca. Mandzukic? Non è affaticato, ha preso una botta. Martedì l’ho tolto nel momento in cui stava facendo meglio. Avere uno come lui in area è fondamentale perché ti tiene occupati due centrali. Lui si è sacrificato lavorando sulla linea dei difensori. Domani o gioca lui o gioca Kean. Se no Kean sarà un cambio importante. E' probabile che domani riposino Matuidi e Chiellini, che vanno gestiti"

Cuadrado e gli altri infortunati

" Cuadrado pensavo peggio, l’ho visto tornare a muoversi meglio del solito. De Sciglio sarà a disposizione con l’Empoli. Mercoledì Douglas Costa farà un esame e lì capiremo se riuscirà a tornare per l’andata dei quarti. Barzagli da valutare, Khedira dobbiamo capire in che condizione è"

Tattica

" È questione di caratteristiche. La differenza è che a destra De Sciglio è meno offensivo di Cancelo, Dybala non ha le stesse caratteristiche di Bernardeschi mentre Emre ha più fisicità di Bentancur. Ho cambiato solo i protagonisti, il modo di giocare doveva essere lo stesso. A Madrid ci siamo riusciti un po' peggio"

Giovani

" Nicolussi ha già debuttato con l’Udinese. Kean è un 2000 è ha già debuttato l’anno scorso. Tra i ragazzi giovani Nicolussi è quello un po’ più pronto. Poi ci sono altri 2000e 2001 che fisicamente sono meno pronti ma stanno con noi, si allenano e migliorano"

De Ligt

" Dicono tutti che uno dei giovani più forti al mondo. Avremo l’occasione di vederlo dal vivo. Gli emissari dell'Ajax? Non c’è alcuna partita a scacchi, se vengono si vedranno Genoa-Juventus"

Agnelli e il futuro

" Abbraccio con Agnelli dopo l'Atletico? No, il pregio che abbiamo è che diciamo una cosa e basta. Sulla partita eravamo tutti felici, ci siamo tutti abbracciati perché è stata una bella serata da ricordare. Ma ora bisogna andare avanti, perché non abbiamo fatto niente. Il futuro non dipendeva dall'Atletico, a fine anno come abbiamo deciso parleremo col presidente, con Paratici, con Nedved e vedremo il da fare. In questo momento però non ha senso parlarne, viviamo e godiamoci questo momento"

Video - Allegri: "Chi critica deve farsi curare e servono dottori bravi, in 5 anni qualcosa abbiamo vinto"

01:55
0
0