Getty Images

Allegri: "In Champions un errore mentale; Higuain è tra i migliori al mondo"

Allegri: "In Champions un errore mentale; Higuain è tra i migliori al mondo"
Di Eurosport

Il 10/11/2018 alle 12:36Aggiornato Il 10/11/2018 alle 14:13

Vigilia di Milan-Juventus: Massimiliano Allegri prima chiude la parentesi Manchester United e poi si focalizza sul big match di domenica sera in conferenza stampa.

Ko con il Manchester United? Troppa emotività

" Mercoledì l'unica cosa che abbiamo sbagliato è stato capire il momento della partita dopo il pareggio del Manchester. Poi errori tecnici in una partita ce ne sono tanti, ma quello è stato il momento. Noi in quel momento ci siamo fatti prendere un po' troppo dall'emotività, forse perché il pareggio poteva sembrare un'ingiustizia, ma quei momenti bisogna essere molto lucidi. Perché la Champions non ce la consegnavano mercoledì, ma la Champions la consegnano l'1 giugno e quindi era una tappa di avvicinamento. Intanto mettevamo al sicuro il passaggio e quasi il primo posto e quello è stato un errore. Poi può capitare, è andata."

Higuain è uno dei migliori centravanti al mondo

" Più che avvelenato, Higuain farà una partita da ex. Ha dato tantissimo alla Juve, è stato determinante nelle vittorie della Juventus, poi quest'estate è stata fatta una scelta da entrambe le parti e il Milan ha fatto un grande acquisto perché Gonzalo è uno dei migliori centravanti al mondo."
Massimiliano Allegri parla di Gonzalo Higuain

Con il Milan tornare a vincere

" Più che reagire bisogna continuare a fare come fatto finora. Dopo la sconfitta dell'altro giorno ci siamo rimasti male perché non eravamo più abituati, era dall'aprile scorso che la Juve non perdeva più una partita. Diciamo che abbiamo perso la partita che può avere meno importanza ai fini della classifica della Champions. Domani è sempre Milan-Juventus, sono sempre partite equilibrate. Giocheremo davanti a 70.000 persone in uno stadio che spingerà il Milan. Noi dobbiamo fare una grande partita sotto il piano della tecnica e anche della fisicità per uscire da San Siro con un risultato positivo. Il Milan è in un grande momento perché nelle ultime sei ha perso solo all'ultimo minuto nel derby, poi ha vinto le ultime cinque. Bisogna chiudere nel migliore dei modi e dobbiamo farlo domenica sera."

Bonucci non ha bisogno di consigli

" Non ho niente da dire a Leo. Torna al Milan da ex anche se è stato solo un anno. Leo non ha bisogno dei miei consigli. Più gol presi con lui? Perché il calcio non è una scienza esatta. Vero che in Italia si gioca abbastanza sui binari, ma se nessuno sbagliasse le partite finirebbero 0-0. Poi ci sno gli avversari, momenti della partita... L'altro giorno non abbiamo preso gol se non su due palle inattiva, contro il Genoa abbiamo preso un gol con la palla che sembrava uscita. Quando al squadra difende, difende bene."

Chi c'è e chi non c'è

" Emre Can sta bene, la prossima settimana dovrebbe rientrare a Torino. Speriamo perché è un giocatore importante, ci dà un cambio a centrocampo anche con la sua fisicità. Mandzukic domani potrebbe giocare. Ha recuperato un po' di energie, ma è anche normale. Ha giocato la finale del campionato del mondo, quindi doveva recuperare energie mentali, più che fisiche. Lo stesso Matuidi che ho cercato di gestrie ha giocato tre partite da 45 minuti, ma avrebbe bisogno di una settimana di recupero al mare. Se ci fosse stato Emre Can l'avrei mandato, ma non ce l'ho quindi deve continuare a correre. Khedira? Ho bisogno di lui, anche di Bentancur che ha giocato tante partite. Praticamente Khedira non giocava da due mesi e per 45 minuti ha fatto una grande partita, poi gli ultimi 15 minuti è calato un po'. Domani un cambio è giusto che me lo tenga perché di questi tre due possono pagare il fatto di aver giocato molto."

Gattuso? Bisogna fargli i complimenti

" Rino è intraprendente, è migliorato molto sia in campo che fuori. È un genuino e trasmette alla squadra, oltre al fatto di giocare bene, perché il Milan gioca bene, i valori del DNA del Milan che lui ha dentro. In questo momento è uno degli allenatori giovani più bravi perché allenare il Milan non è semplice, ci sono grandi pressioni. Lui è quarto, è in lotta per l'Europa League e sta facendo un'annata importante. Bisogna fargli i complimenti per come è migliorato."

Video - Allegri: "Gli errori ci stanno, però in Champions bisogna essere molto lucidi"

01:45
0
0