Getty Images

Ancelotti e il grande ritorno a Milano: le 5 sfide a San Siro che non potrà mai dimenticare

Ancelotti e il grande ritorno a Milano: le 5 sfide a San Siro che non potrà mai dimenticare

Il 25/12/2018 alle 19:30

Il tecnico di Reggiolo torna ad assaporare l'atmosfera del Meazza a distanza di 8 anni dall'ultima volta. Dal primo storico successo con il Parma agli indimenticabili derby di Champions contro l'Inter del 2003, abbiamo selezionato le partite più significative che hanno visto protagonista Ancelotti alla Scala del calcio, sia da allenatore che da giocatore.

Santo Stefano dal sapore speciale per Carlo Ancelotti, che torna a calcare il prato di San Siro a otto anni di distanza dall'ultima volta. Era il 24 febbraio 2010, andata degli ottavi di finale di Champions League: il tecnico di Reggiolo guidava il Chelsea e quella sera l'Inter di Mourinho gli riservò una brutta sorpresa. La lunga carriera di Ancelotti è stata contraddistinta da sfide epocali disputate alla Scala del calcio, sia da giocatore che da allenatore. Abbiamo selezionato le 5 più significative.

24 aprile 1988 - Milan-Inter 2-0: l'ipoteca sullo scudetto di Sacchi

"Presidente, mi compri Ancelotti e vinco lo scudetto". Parole di Arrigo Sacchi, che nell'estate 1987 convince Silvio Berlusconi a portare a Milano Carlo Ancelotti, reduce da 8 stagioni con la maglia della Roma. Detto, fatto. Il tecnico di Fusignano vince il titolo al suo primo tentativo e il derby del 24 aprile 1988 è la partita chiave: Inter battuta 2-0 e aggancio in vetta alla classifica al Napoli, fermato sull'1-1 dal Verona al Bentegodi. Una settimana dopo i rossoneri vinceranno 3-2 al San Paolo completando il sorpasso e mettendo le mani sul tricolore, il secondo da giocatore per Ancelotti dopo quello conquistato con la Roma nel 1983.

27 ottobre 1996 - Inter-Parma 3-1: il debutto in A al Meazza da allenatore

Conquistata la promozione in Serie A con la Reggiana nel 1995-96, Ancelotti viene ingaggiato dal Parma per la stagione successiva e vive per la prima volta il brivido di allenare per la prima volta in carriera nel calcio che conta. Il suo battesimo a San Siro promette bene: Hernan Crespo fulmina Pagliuca dopo 2 minuti, ma la risposta della squadra allenata da Roy Hodgson è immediata. Zamorano firma l'1-1 al 6', Zanetti al 23' e ancora Zamorano al 51' fissano il risultato sul definitivo 3-1 per i nerazzurri. La prima alla Scala del calcio è amara.

22 dicembre 1996 - Milan-Parma 0-1: il primo colpaccio a San Siro

Meno di due mesi dopo, tuttavia, Ancelotti festeggia la sua prima vittoria da allenatore al Meazza. E lo fa proprio contro il Milan, la squadra che pochi anni dopo avrebbe portato sul tetto d'Europa e del mondo. A decidere la gara è una rete del croato Mario Stanic in chiusura di primo tempo.

13 maggio 2003 - Inter-Milan 1-1, il passepartout per Manchester

Si tratta senza ombra di dubbio del derby più sofferto in carriera per Carlo Ancelotti. Di per sé già sentita per la rivalità cittadina, stavolta la sfida con l'Inter è diversa da tutte le altre: è una semifinale di Champions League e mette in palio la qualificazione alla finale di Manchester. Dopo lo 0-0 dell'andata si decide tutto in casa dei nerazzurri di Hector Cuper. Shevchenko sblocca il risultato poco prima del riposo, Martins pareggia all'83'. Il Milan resiste all'assedio finale dell'Inter e vola a Manchester dove, il 28 maggio, conquisterà la coppa battendo la Juventus ai rigori.

Carlo Ancelotti ai tempi del Milan - Stagione 2002-03

Carlo Ancelotti ai tempi del Milan - Stagione 2002-03LaPresse

24 febbraio 2010 - Inter-Chelsea 2-1: da Mourinho il semaforo rosso in Europa

L'ultimo precedente di Ancelotti a San Siro risale al 24 febbraio 2010, andata degli ottavi di finale di Champions League. Il tecnico di Reggiolo, lasciato il Milan nell'estate 2009, è finito a Londra sponda Chelsea: il sorteggio assegna ai Blues l'Inter di Mourinho, quella che a fine stagione metterà a segno lo storico Triplete. Kalou risponde al vantaggio lampo di Milito, poi Cambiasso al 54' firma il definitivo 2-1. Il ritorno a Stamford Bridge sarà ugualmente amaro per i londinesi: è un gol di Eto'o a regalare ai nerazzurri il pass per i quarti di finale e a scrivere la parola fine all'avventura europea di Ancelotti. Almeno per quella stagione.

L'esultanza di Esteban Cambiasso in Inter-Chelsea del 24 febbraio 2010

L'esultanza di Esteban Cambiasso in Inter-Chelsea del 24 febbraio 2010LaPresse

Video - Ancelotti: "A gennaio il Napoli non farà nulla sul mercato"

00:54
0
0