PA Sport

Ancelotti sta con Mourinho: "Gesto comprensibile, basta con gli insulti"

Ancelotti sta con Mourinho: "Gesto comprensibile, basta con gli insulti"
Di Eurosport

Il 09/11/2018 alle 13:42Aggiornato Il 09/11/2018 alle 14:11

Il tecnico del Napoli, alla vigilia della trasferta contro il Genoa, è stuzzicato sull'episodio della settimana: "Essere insultati per 90′ non fa piacere, la sua reazione è comprensibile, anche perché non è stato volgare quanto invece ironico". E sulla partita col Genoa: "Sarà una partita intensa e fisica, ci serve fisicità per prevalere domani sera".

Sulla trasferta al Genoa

" Abbiamo fatto bene finora, ma credo si può far addirittura meglio, stiamo trovando il modo di farlo. Le insidie si devono superare tutti i giorni, domani anche è un’insidia, pericolosa e temibile. Andiamo in uno stadio dove abbiamo brutti ricordi, giocando contro una squadra in difficoltà, che sarà motivata. L’ambiente sosterrà al 100% la squadra. Per noi sarà una prova di maturità: trovare le motivazioni contro il PSG è normale, più complicato è trovarle dopo una partita dispendiosa e particolare. La maturità ti permette di essere al 100%. La valutazione dell’aspetto fisico è una di quelle che faremo. Sarà una partita intensa e fisica, ci serve fisicità per prevalere domani sera. L’aspetto fisico lo voglio considerare. "

Su un regalo del Milan con la Juve

" Non mi aspetto nessun regalo, il regalo da appassionato è vedere una bella partita. Noi dobbiamo pensare solo a fare il nostro, il campionato è lungo. Nell’approccio siamo migliorati, ma dobbiamo essere ancora più continui e convinti, leggendo ancora meglio quel che succede in campo. Credo che il miglioramento vada fatto nella lettura delle situazioni della partita. Contro il PSG abbiamo preparato un certo tipo di partita, alcune situazioni non le abbiamo lette bene e non siamo stati positivi come invece siamo stati nel secondo tempo. "

Gioca Mertens?

" Io voglio che tutti vogliano sempre giocare, poi ci sono le scelte, che dipendono dal carattere di ognuno di noi. L’importante è che ci sia la voglia di giocare, non mi piace un giocatore che è felice di stare in panchina. Mertens è completamente recuperato, sta bene."
Mertens - Napoli-PSG - Champions League 2018/2019 - Getty Images

Mertens - Napoli-PSG - Champions League 2018/2019 - Getty ImagesGetty Images

Sulle italiane in Champions

" Possibile, sarebbe bello per il nostro calcio. A questo punto la responsabilità cade su di noi, le altre tre forse sono già passate ormai. Noi col PSG abbiamo fatto due pareggi, il che ci dà un vantaggio che non è poco a questo punto, ma non ci rassicura del tutto. "

Sul Napoli a livello tattico: differenze Champions e Serie A

" L’atteggiamento cambia e non cambia. Varia il sistema offensivo, non quello difensivo. Molto dipende anche dalla disposizione dell’avversario. "

Sul gesto di Mourinho allo Juventus Stadium

" Penso che ognuno di noi, sul campo, ha una responsabilità, prima, durante e dopo le partite. Essere insultati per 90′ non fa piacere, la sua reazione è comprensibile, anche perché non è stato volgare quanto invece ironico. Il problema vera è che si tende ad offuscare i novanta milioni di insulti. Non mi riferisco solo allo Juventus Stadium, è una cultura generale del calcio, succede qui e a Milano. "
Jose Mourinho

Jose MourinhoGetty Images

Sui pericoli del Genoa, Piatek su tutti

" Sta facendo bene, tutti quelli che mostrano qualità sono quelli che possono aspirare a grandi squadre. Lui è pericoloso in area, va tenuto sotto controllo. "

Finale di nuovo sulla Champions

" La Champions sì, toglie molte energie fisiche e mentali, ma ci vuole sempre uno sforzo in più per evitare imprevisti. La Champions è la competizione più importante al mondo, il Napoli ha le caratteristiche per giocarla al meglio. "

Video - Ancelotti: "Sappiamo cosa dobbiamo fare contro il PSG, l'ambiente carico ci aiuterà"

00:33
0
0