Getty Images

Benatia: "Lasciare la Juventus? L'ho fatto per i miei figli. Non ho paura di perdere la Nazionale"

Benatia: "Lasciare la Juventus? L'ho fatto per i miei figli. Non ho paura di perdere la Nazionale"

Il 06/02/2019 alle 17:30Aggiornato Il 06/02/2019 alle 18:15

Il difensore marocchino si è presentato all’Al-Duhail, specificando il perché della sua scelta di lasciare una squadra come la Juventus per andare in Qatar. Non per soldi, ma per il bene dei propri figli. E poi sulla Nazionale...

È stata una delle operazioni più discusse del mercato invernale. Benatia via dalla Juventus per l’Al-Duhail, club qatariota con il quale il difensore marocchino si è legato fino al 2021. Un’operazione a perdere per la Juventus, che resta senza un centrale affidabile come Benatia nel momento in cui ci sono assenti per infortunio Barzagli, Chiellini e Bonucci, proprio qualche settimana prima l’inizio della Champions.

Questione di soldi si è detto, soprattutto per Benatia. Il classe ’87 guadagnerà 4 milioni a stagione all’Al-Duhail, ma l’ex Roma ha voluto specificare il perché della sua decisione durante la conferenza stampa di presentazione.

" Ho giocato in grandi squadre come Bayern Monaco, Roma e Juventus e ho vinto tanti trofei. Oggi, il mio obiettivo è quello di vincere la Champions League asiatica con l'Al-Duhail. Una scelta strana quella di lasciare la Juventus? Una scelta difficile, ma ci ho riflettuto bene. Vorrei che tutti rispettassero questa decisione, voglio che i miei figli crescano in un'atmosfera islamica. È stata la scelta migliore per me e per la mia famiglia. Sarei potuto andare negli Emirati Arabi o in Arabia Saudita, ma ho scelto il Qatar"

Le polemiche ci sono state. Non per la religione, ma per la qualità del campionato qatariota. A lamentarsi sono proprio i tifosi della Nazionale marocchina. Era meglio giocare nella Juventus e in Champions League...

" Sono diversi i giocatori della Nazionale che sono venuti a giocare in Qatar e hanno comunque la stima e l'attenzione di Hervé Renard. Il ct mi conosce bene. Se dovesse avvertire che non ho più il livello per giocare in Nazionale, rispetterò la sua scelta"

Video - Non solo Ramsey: i 10 migliori svincolati del 2019, grandi occasioni per gennaio

01:42
I commenti per questa notizia sono disabilitati