LaPresse

Bernardeschi al 93’ salva il debutto di Cristiano Ronaldo: la Juventus vince 3-2 al Bentegodi

Bernardeschi al 93’ salva il debutto di Cristiano Ronaldo: la Juventus vince 3-2 al Bentegodi

Il 18/08/2018 alle 19:56Aggiornato Il 19/08/2018 alle 16:24

Il Chievo si arrende in extremis dopo essere passato in vantaggio sui bianconeri grazie alle reti di Stepinski e Giaccherini che avevano ribaltato il gol di Khedira: un autogol di Bani e Bernardeschi regalano la vittoria ad Allegri.

La prima è già incredibile. Non perché il debutto di Cristiano Ronaldo con la Juventus sia coinciso con una vittoria strabordante. Ma perché il successo dei bianconeri al Bentegodi è stato il frutto di una partita dalle mille sfaccettature. 38 minuti a senso unico, con punte di possesso palla all’80% in favore degli uomini di Massimiliano Allegri, passati in vantaggio con Khedira al primo tiro in porta e raggiunti dalla prima conclusione nello specchio di Stepinski. Un dominio proseguito anche nella ripresa, quando però a mettere la testa in avanti è stato il Chievo grazie a un rigore di Giaccherini.

Alla fine, per strappare i tre punti, è stata necessaria l’artiglieria pesante. Bernardeschi per Cuadrado e Mandzukic per Douglas Costa, con lo spostamento di CR7 sulla fascia sinistra. Il dominio si è tramutato in assedio e, nonostante un monumentale Sorrentino, la Juventus è riuscita a strappare i tre punti in extremis con Bernardeschi, dopo il 2-2 momentaneo di Bonucci deviato nella propria porta da Bani. Sintomo di una Juventus dalle potenzialità inaudite nonostante la fase d’assemblaggio. Ma forse anche l’avvisaglia di un campionato che non sarà la comoda passeggiata pronosticata da molti.

L'esultanza di Leonardo Bonucci dopo il 2-2

L'esultanza di Leonardo Bonucci dopo il 2-2Getty Images

La cronaca

D’Anna lascia fuori dalla formazione di partenza Birsa per scegliere un atteggiamento più equilibrato con Depaoli e Giaccherini a supporto di Stepinski. Allegri mette dal 1’ Cancelo, Bonucci e Cristiano Ronaldo tra i nuovi acquisti, con Emre Can in panchina. Cuadrado viene preferito a Bernardeschi sull’out di destra del 4-2-3-1 bianconero. La Juventus parte in scioltezza e dopo 3’ è già in vantaggio. Punizione dalla destra di Pjanic, Chiellini tocca male di testa ma la palla resta lì e Khedira insacca sul primo palo. Inizia un autentico monologo ospite durante il quale Cancelo (9’), Ronaldo (18’) e Douglas Costa (33’) vanno a un passo dal raddoppio. La Juventus arriva fino all’80% di possesso palla. Eppure, alla prima distrazione, viene punita. Cross dalla sinistra di Giaccherini e stacco di Stepinski tra Chiellini e Bonucci: un 1-1 clamoroso (38’).

L'esultanza di Stepinski dopo il gol del momentaneo 1-1

L'esultanza di Stepinski dopo il gol del momentaneo 1-1Imago

I bianconeri ricominciano a premere in avvio di ripresa, ma rimediano un altro schiaffone. Giaccherini salta Cancelo e il portoghese lo mette giù in area. Rigore, trasformato dallo stesso ex di turno (56’). Tutto ribaltato. Allegri corre ai ripari mettendo Bernardeschi per Cuadrado (57’) e Mandzukic per Douglas Costa (59’). Cristiano Ronaldo si sposta a sinistra e il Chievo va in tilt. A tenerlo in piedi è un Sorrentino monstre, autore di cinque parate di spessore. Al 75’, però, ecco il pareggio. Corner di Bernardeschi, Bonucci stacca sul primo palo e sfrutta la deviazione di Bani per insaccare il 2-2. Il Chievo non ha più forze e all’87’ capitola su un colpo di testa di Mandzukic. Cristiano Ronaldo, però, commette fallo su Sorrentino e l’arbitro Pasqua annulla con l’ausilio della VAR. Il portiere di casa lascia il posto a Seculin e la Juventus infligge il colpo del ko. Alex Sandro scappa ancora a sinistra e Bernardeschi trova la stoccata definitiva al 93’. Con il massimo sforzo, dopo il massimo dominio, la Juventus coglie la prima vittoria stagionale.

La statistica chiave

Cristiano Ronaldo debutta in Italia restando a secco. Mette così fine a una serie di 10 partite consecutive di campionato in cui era andato a segno (18 gol prodotti nel parziale). Ma, visto quanto prodotto in campo, si tratta di tutto fuorché un problema irrisolvibile.

Cristiano Ronaldo al debutto con la Juventus

Cristiano Ronaldo al debutto con la JuventusLaPresse

Il tweet della partita

Il migliore

Stefano SORRENTINO – Se ne va come un guerriero, battuto soltanto da una carica di Cristiano Ronaldo e costretto a lasciare il campo in barella sul 2-2. Fino a quel momento, era stato il migliore in campo con una serie di parate notevoli che stavano guastando il debutto di Cristiano Ronaldo e della corazzata juventina.

Il peggiore

Mattia BANI – Sfortunato in occasione dell’autorete sul colpo di testa di Bonucci, in ritardo sul 3-2 di Bernardeschi. In ogni caso, la sua prestazione è stata spesso macchiata da sbavature cancellate da un eccellente Cacciatore.

La dichiarazione

Federico Bernardeschi: "Nonostante tutti i campioni che avevamo in campo e la grande squadra che siamo, il campo ha dimostrato che sulla carta non vale tutto questo. Durante la partita può accadere di perdere le misure, ad inizio stagione è difficile mantenere i ritmi alti per novanta minuti".

L'esultanza di Sami Khedira dopo la rete in Chievo-Juventus, Getty Images

L'esultanza di Sami Khedira dopo la rete in Chievo-Juventus, Getty ImagesGetty Images

Il tabellino

Chievo (4-5-1): Sorrentino (dal 46’ st Seculin); Tomovic, Rossettini, Bani, Cacciatore; Depaoli, N. Rigoni, Radovanovic, Hetemaj (dal 33’ st Obi), Giaccherini; Stepinski (dal 21’ st Djordjevic). All.: D’Anna.

Juventus (4-2-3-1): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira (dal 39’ st Can), Pjanic; Cuadrado (dal 12’ st Bernardeschi), Dybala, Douglas Costa (dal 19’ st Mandzukic); Cristiano Ronaldo. All.: Allegri.

Arbitro: Pasqua di Tivoli.

Ammoniti: 15’ st Radovanovic.

Reti: 3’ pt Khedira, 38’ pt Stepinski, 11’ st rig. Giaccherini, 30’ st aut. Bani, 48’ st Bernardeschi.

0
0