Getty Images

Balotelli ha scelto il Brescia, le cifre dell’affare e una scelta di cuore

Balotelli ha scelto il Brescia, le cifre dell’affare e una scelta di cuore

Il 14/08/2019 alle 14:54

Mario Balotelli declinerà la generosa offerta del Flamengo per accettare quella del Brescia: i termini dell'offerta formulata dal patron Massimo Cellino sarebbero i seguenti: tre anni di contratto a un milione di euro fisso a stagione. Milioni che potrebbero diventare 3 (per ognuna delle stagioni) con i bonus legati alle presenze e, soprattutto, ai gol. Giovedì il "sì" del giocatore.

Altro capovolgimento nella vicenda di mercato riguardante lo svincolato Mario Balotelli. Dopo l'offerta da 15 milioni sino a gennaio 2020 da parte del Flamengo (e sistemazione del fratello Enoch al Boavista, nella Serie D brasiliana), il Brescia si sarebbe rifatto sotto con una controproposta che alletterebbe il giocatore, il quale avrebbe la "benedizione" di Roberto Mancini nella corsa a Euro 2020 e la possibilità di giocare per la squadra della propria città.

Le cifre dell'affare: stipendio fisso e bonus

I termini dell'offerta formulata dal patron-general manager Massimo Cellino sarebbero i seguenti: tre anni di contratto a un milione di euro fisso a stagione. Milioni che potrebbero diventare 3 (per ognuna delle stagioni) con i bonus legati alle presenze e, soprattutto, ai gol. Balotelli, secondo le indiscrezioni dlel'esperto di mercato Gianluca Di Marzio, sarebbe in procinto - già domani - di accettare la proposta delle Rondinelle.

Mario Balotelli feiert sein Tor für Marseille gegen Saint-Etienne

Mario Balotelli feiert sein Tor für Marseille gegen Saint-EtienneImago

Brescia scelta romantica, ma non solo...

Si diceva della particolare scelta. Che non è da inserire solamente nell'ambito del romanticismo. Certo, c'è una città, la sua città, che dopo tanti anni ritrova la massima serie dopo - peraltro - anni di "vacche grasse" degli acerrimi rivali atalantini. Qui Balotelli, se mai decidesse di giocarsi bene le proprie carte, potrebbe vivere da profeta in patria, da idolo portato in trionfo dalla propria gente. Soprattutto, però, dietro a questa preferenza c'è la "logistica" di potersi mostrare ogni weekend al commissario tecnico della nazionale italiana Roberto Mancini, suo padre calcistico e disposto a dargli ancora una possibilità nella corsa ai prossimi campionati europei itineranti.

Italia, Nazionale, Roberto Mancini e Mario Balotelli (Getty Images)

Italia, Nazionale, Roberto Mancini e Mario Balotelli (Getty Images)Getty Images

La nostra opinione

Sì, Brescia è la strada giusta per Balotelli. Una scelta di responsabilità: non solo per dare una mano alla squadra della propria città ma anche per dare una chance in più alla sua carriera, che ha avuto più sussulti, strappi (un po' troppi) più che continuità.

Video - Mancini: "Balotelli? Può fare di più, si accontenta e non va bene. La convocazione dipende da lui"

02:10
0
0