Getty Images

Callejon-Milik, il Napoli va: 2-1 alla Lazio e allungo sull'Inter

Callejon-Milik, il Napoli va: 2-1 alla Lazio e allungo sull'Inter

Il 20/01/2019 alle 22:26Aggiornato Il 20/01/2019 alle 23:27

Con due gol in pochi minuti, dal 34' al 37', la squadra di Ancelotti inizia nel migliore dei modi il 2019 e prende il largo sui nerazzurri. Inutile la rete biancoceleste firmata nella ripresa da Immobile. Espulso Acerbi, che salta la Juventus.

Senza Koulibaly, senza Allan, senza Insigne, e dunque senza la propria spina dorsale, il Napoli non sbaglia. Più forte delle assenze, la formazione di Ancelotti si impone per 2-1 su una Lazio generosa, ma tradita da troppi errori individuali e dalla vena degli avversari: su tutti Callejon, che realizza l'1-0 azzurro, e soprattutto Milik, autore del raddoppio. Il grande protagonista del posticipo è proprio il polacco, che segna una volta e colpisce due pali. Mentre la Lazio parte bene, si spegne nella seconda parte del primo tempo e si rialza dopo l'intervallo, rinvigorita dall'ingresso in campo di Correa fino ad arrivare all'illusoria rete di Immobile. A trasformare il sogno del pari in amara realtà è il rosso ad Acerbi, che salterà la Juventus interrompendo una striscia pazzesca di presenze consecutive. La vicecapolista vince ancora, dunque, e ora si prepara a ritrovare i propri titolarissimi. La classifica sorride nuovamente: la Juventus si avvicina momentaneamente a -6, ma è soprattutto la terza posizione dell'Inter a essere distante 7 lunghezze dopo il pareggio nerazzurro con il Sassuolo. La Lazio conferma invece la propria idiosincrasia agli scontri diretti, pur uscendo a testa altissima, e si vede scavalcata dalla Roma: in attesa del Milan, impegnato domani in casa del Genoa, il quarto posto è ora di proprietà giallorossa.

La cronaca della partita

Il primo spavento è provocato da Milinkovic-Savic, il cui colpo di testa ravvicinato è respinto da Meret. Poi entra in scena Milik, che per due volte in 9 minuti fa le prove del gol, centrando in entrambi i casi i legni di Strakosha: la prima volta con una meravigliosa girata al volo, la seconda con un tuffo di testa ravvicinato. Inzaghi perde per infortunio Luiz Felipe, rimpiazzato da Bastos, e al 34' cede: errore in disimpegno di Lucas Leiva e Callejon ne approfitta per fulminare Strakosha, segnando il suo primo gol stagionale. Il raddoppio arriva tre minuti più tardi: fallo al limite concesso per una spinta di Acerbi su Mertens e punizione calciata in maniera perfetta da Milik, che fa una fotografia al portiere. Una perla.

Milik - Napoli-Lazio - Serie A 2018/2019 - Getty Images

Milik - Napoli-Lazio - Serie A 2018/2019 - Getty ImagesGetty Images

Durante l'intervallo Inzaghi inserisce Correa, passando alla difesa a 4, ma è sempre il Napoli ad avere l'occasione più chiara per ampliare il punteggio: botta di Fabian Ruiz e altro palo. Le palle gol si susseguono da una parte e dall'altra: Meret salva su Immobile, poi Callejon (in fuorigioco) sbatte contro l'ennesimo legno della partita. Al 65' la Lazio accorcia: Correa per Immobile, che in area si stacca da Albiol e mira il pallone all'angolino di un impietrito Meret. Peccato che poco dopo Acerbi, già ammonito, rimedi il secondo giallo e il conseguente rosso per un fallo su Callejon. Nel finale la Lazio, pur in 10, tiene sulle corde un Napoli incapace di chiudere i conti. Ma nessuno segna più: finisce con un 2-1 che fa urlare di gioia il San Paolo.

La statistica chiave

47 punti dopo 20 giornate per il Napoli: in Serie A i partenopei hanno fatto meglio solo nel 2017/18 e nel 1987/88 (51 punti, contandone sempre tre a vittoria) (fonte: dati Opta).

Il tweet

Il migliore in campo

Milik. Prende a pallate Strakosha e la sua porta per un tempo intero, colpendo due pali e disegnando una perla su punizione. Senza Insigne è lui a trascinare in alto il Napoli.

Il peggiore in campo

Luis Alberto. Gira a vuoto non riuscendo praticamente mai ad accendere la luce, neppure dopo l'ingresso di Correa. Grossa delusione.

La dichiarazione

Simone Inzaghi: "Quando abbiamo riaperto la partita mi sarebbe piaciuto giocarmela con tutti gli uomini a disposizione. L'espulsione di Acerbi è inventata, così come era già stato regalato un rigore al Torino. Ma questi non sono alibi".

Il tabellino

Napoli (4-4-2): Meret; Malcuit, Albiol, Maksimovic, Mario Rui; Callejon (88' Hysaj), Fabian Ruiz, Diawara (72' Verdi), Zielinski; Mertens (82' Ounas), Milik. All. Ancelotti

Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe (28' Bastos), Acerbi, Radu; Lulic, Parolo, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic (72' Patric), Lukaku (46' Correa); Luis Alberto; Immobile. All. Inzaghi

Arbitro: Gianluca Rocchi di Firenze

Gol: 34' Callejon (N), 37' Milik (N), 65' Immobile (L)

Note: ammoniti Milinkovic-Savic, Acerbi, Luis Alberto, Zielinski; espulso Acerbi

Video - Da Koulibaly a Piatek: la top 11 del girone di andata

02:00
0
0