LaPresse

Con Hallfredsson e De Maio l'Udinese ribalta e batte il Cagliari a domicilio

Con Hallfredsson e De Maio l'Udinese ribalta e batte il Cagliari a domicilio

Il 26/05/2019 alle 22:39Aggiornato Il 26/05/2019 alle 23:12

Dopo il vantaggio di Pavoletti nel primo tempo, gli uomini di Tudor cambiano tutto nella ripresa, trovando prima il pareggio - con un tiro-cross improbabile - con Hallfredsson e dopo 10' la rete decisiva grazie al colpo di testa di De Maio.

L’Udinese ribalta il match nella ripresa e vince 2-1 alla Sardegna Arena. Al vantaggio di Pavoletti nel primo tempo, rispondono Hallfredsson – con un gol rocambolesco su tiro cross da fuori area – e De Maio, che al 70’ sigla la rete che vale i 3 punti e il sorpasso in classifica.

La cronaca della partita

La prima occasione arriva al 15’, con Lykogiannis che col mancino impegna severamente Musso alla parata. E’ il prologo al gol del vantaggio rossoblu: la lunga e insistita azione della squadra di Maran porta al vantaggio firmato da Leonardo Pavoletti, che insacca di testa su sponda di Pisacane. La reazione dell’Udinese arriva anche se compassata. Teodorczyk è il più mobile, pur se effettivamente poco pericoloso. Al 30’ sono ancora i padroni di casa a rendersi attivi in zona Musso, con Barella che calcia di prima e impegna l’estremo difensore avversario nell’intervento a respingere. Meglio il Cagliari nel primo tempo, che si chiude senza altri spunti interessanti sull’1-0.

Secondo tempo che parte senza grosse emozioni, ma l’apatia lascia spazio ai fuochi d’artificio dopo un quarto d’ora. Nel momento di maggior stanca del match ci pensa una vera magia - involontaria a quanto sembra - di Hallfredsson al 60’ a svegliare tutti. Cross di sinistro da fuori area e palla che prende una traiettoria imprendibile per Cragno, andando a insaccarsi sotto la traversa. Qui cambia il match, con gli ospiti che dopo altri 10 minuti vanno avanti. Punizione dalla trequarti sinistra per la testa di De Maio, che indisturbato realizza l’1-2. E’ il colpo del k.o. e nonostante l’arrembaggio finale dei padroni di casa, il risultato resta questo fino al triplice fischio. Vittoria per l’Udinese di Tudor, che con questi tre punti supera in classifica i diretti avversari, chiudendo il campionato con una salvezza, tutto sommato, tranquilla.

La statistica chiave

16: i gol di Leonardo Pavoletti in questo campionato, suo record personale in Serie A. La sua precedente miglior annata fu nel 2015-16, quando realizzò 14 reti. Peccato che la sua rete non sia servita a regalare il successo ai suoi.

Il tweet da non perdere

Il migliore

Emil Hallfredsson: segna un gol incredibile, il classico “della domenica”, che cambia però di fatto il corso del match, dando fiducia ai suoi che poi arrivano alla vittoria. Disputa, più in generale, una gara tosta e di sostanza.

Il peggiore

Lucas Castro: gara senza spunti, viene sostituito a inizio ripresa

Il tabellino

Cagliari-Udinese 1-2

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna (76’ Padoin), Pisacane, Klavan, Lykogiannis; Ionita (82? Cerri), Bradaric, Barella; Castro (67’ Birsa), Joao Pedro, Pavoletti. All. Maran

UDINESE (3-5-2): Musso; De Maio, Ekong, Samir; Ter Avest, Badu (82’ Wilmot), Hallfredsson, Mandragora (88’ Micin), D'Alessandro; Pussetto (77’ Lasagna), Teodorczyk. All. Tudor

Arbitro: Volpi della sezione di Arezzo

Gol: 18’ Pavoletti, 60’ Hallfredsson, 70’ De Maio

Note: Ammoniti: Srna, Klavan, Wilmot

Video - Sarri: "Se il mio futuro dovesse dipendere dall'esito della finale, meglio lasciarsi subito"

00:50
0
0