Getty Images

Da 0 a 10, il Pagellone della 37a giornata di Serie A: leggenda Barzagli, Empoli show, panico Inter

Da 0 a 10, il Pagellone della 37a giornata di Serie A: leggenda Barzagli, Empoli show, panico Inter

Il 20/05/2019 alle 11:19

Il Napoli si diverte, il Parma si salva, l'Empoli ci crede. Malissimo Montella, il Genoa a un passo dal baratro, l'Inter rischia un "suicidio" sportivo. Ecco tutti i migliori e peggiori della 37a giornata

Voto 10...ai commoventi saluti ad Andrea Barzagli, Ignazio Abate e Sergio Pellissier

Sergio Pellissier saluta i tifosi del Chievo - Chievo-Sampdoria Serie A 2018-19

Sergio Pellissier saluta i tifosi del Chievo - Chievo-Sampdoria Serie A 2018-19Getty Images

Video - Gattuso: "Abate? Mi ricordo i fischi contro di lui, ma ha saputo rifarsi con umiltà"

01:51

Voto 9...al Napoli, che chiude in bellezza al San Paolo

4-1 all'Inter, dominata grazie a un calcio spumeggiante. Il Napoli é tornato a mostrare le qualitá apprezzate nel girone d'andata e, pur in vacanza da tempo, ha confermato la sua netta superioritá tecnica e mentale sui nerazzurri. Ancelotti voleva vincere, magari per prolungare le speranze Champions del suo Milan. De Laurentiis ha potuto godersi la vittoria in un San Paolo ristrutturato, grazie alla nuova pista e a nuov seggiolini. Un restyling che ha sicuramente portato bene.

Mertens - Napoli-Inter - Serie A 2018/2019 - Getty Images

Mertens - Napoli-Inter - Serie A 2018/2019 - Getty ImagesGetty Images

Voto 8...al Parma, che con orgoglio si salva

Dopo almeno tre mesi bui, di alti e bassi e troppe sconfitte, la rivincita piú attesa. L'1-0 sulla Fiorentina basta a certificare la matematica salvezza per un Parma che se l'era vista brutta. Invischiata improvvisamente nella lotta per non retrocedere, nonostante una prima parte di stagione di spessore, la squadra ducale é riuscita comunque a centrare l'obiettivo stagionale con una giornata d'anticipo. Complimenti a un gruppo orgoglioso, sempre trascinato dallo splendido e caloroso pubbico del Tardini.

I giocatori del Parma festeggiano per il gol salvezza. Parma-Fiorentina

I giocatori del Parma festeggiano per il gol salvezza. Parma-FiorentinaGetty Images

Voto 7...all’Empoli, che schianta il Torino e si presenta carico a San Siro

Quattro sberle al Torino, terza vittoria consecutiva e sorpasso sul Genoa. L'Empoli di Andreazzoli ora ci crede e si presenterá carichissimo a San Siro per giocarsi gli ultimi 90 minuti di fuoco. Con un successo in casa dell'Inter arriverebbe la matematica salvezza, ma potrebbe anche bastare un pareggio qualora il Genoa non vincesse a Firenze. Ci sbilanciamo: per gioco espresso, per entusiasmo, per aver lanciato giocatori molto interessanti come Traoré, Pajac, Di Lorenzo e Bennacer, la squadra toscana meriterebbe piú di tante altre la permanenza nel massimo campionato.

Voto 6... al Milan, che ora deve sperare in favori altrui

Salvato da Donnarumma sul punteggio di 0-0, il Milan si sbarazza del giá retrocesso Frosinone, ritrova Piatek e si gode la prodezza di Suso. La squadra di Gattuso ha fatto il suo dovere, é rimasta in scia di Atalanta e Inter, ma ora dovrá sperare in un passo falso di una delle due e in una contemporanea vittoria a Ferrara per centrare la qualificazione alla prossima Champions League. Serve un mezzo miracolo, ma nulla é ancora scritto.

Krzysztof Piatek, Milan-Frosinone, Getty Images

Krzysztof Piatek, Milan-Frosinone, Getty ImagesGetty Images

Voto 5...alla Samp, da una vita in vacanza

0-0 in casa del fanalino di coda Chievo, in una partita giocata a ritmi soporiferi e in modo svogliato. La Samp é in vacanza da tempo e non ha mai davvero creduto alle possibiltá di qualificarsi per le coppe europee. Un girone di ritorno giocato sotto ritmo e sotto un livello accettabile, che ha lasciato un pelino di amaro in bocca ai tifosi blucerchiati, che si erano abituati a ben altri standard.

Voto 4...a Federico Bernardeschi e al suo 2019 rivedibile

Il cartellino rosso ricevuto nel recupero contro l'Atalanta chiude il campionato di Federico Bernardeschi. Nemmeno un gol in Serie A da gennaio ad oggi, per un giocatore che é partito svariate volte titolare nel tridente della squadra otto volte campione d'Italia. Escludendo la super prestazione contro l'Atletico, tutto il 2019 di Bernardeschi rimane abbastanza deludente. Con un nuovo allenatore la possibile svolta: o sale di livello e si impone, o rischia tanta panchina.

Federico Bernardeschi posa con lo scudetto, Getty Images

Federico Bernardeschi posa con lo scudetto, Getty ImagesGetty Images

Video - Allegri: "Giovedì ho capito che non sarei stato più l'allenatore della Juventus"

01:05

Voto 3...al Genoa di Prandelli, a un passo dal baratro

Potrebbe non bastare il rigore di Criscito che ha regalato un punto nel match casalingo contro il Cagliari. Il Genoa non vince dal 17 marzo contro la Juventus e si presenta all'ultimo turno di campionato in terz'ultima posizione, virtualmente retrocesso in Serie B. Il destino non é piú nelle mani del Grifone, che ora andrá a Firenze da sfavorito. Un mezzo disastro la gestione Prandelli, un vero disastro l'intera gestione di questa stagione rossoblú. Il baratro é vicinissimo.

L'esultanza dei giocatori del Cagliari - Genoa-Cagliari Serie A 2018-19

L'esultanza dei giocatori del Cagliari - Genoa-Cagliari Serie A 2018-19Getty Images

Voto 2...al Torino, che crolla e saluta i sogni europei

Subito una premessa: applausi al grande campionato disputato dal Torino. La squadra di Mazzarri crolla ad Empoli, incassa per la prima volta in stagione quattro reti e saluta i sogni europei con 90 minuti d'anticipo. Granata nervosi, poco compatti, trafitti dalle rapidissime ripartenze toscane. Una giornata negativa per tutto il gruppo piemontese, che in estate verrá sicuramente rinforzato.

Voto 1...alla Fiorentina, a Montella e a un disastro evitabile

Cinque sconfitte e due pareggi in campionato. Sei sconfitte e due pareggi se includiamo la Coppa itala. Fallimento su ogni fronte per Vincenzo Montella, che sta riuscendo in un'impresa epica: rischiare di far retrocedere una squadra presa a metá classifica e ignara di qualsiasi brutto pensiero. La sconfitta di Parma resta l'ennesima pagina negativa di un finale di campionato indecente. Ora lo scontro diretto con il Genoa, in un Franchi che contesterá apertamente societá, allenatore e giocatori. Clima rovente, situazione grottesca. Era tutto evitabile.

Video - Montella: "Faccio fatica a commentare: la squadra gioca ma perde"

00:30

Voto 0...all’Inter, che è vicina a un tragico suicidio sportivo

Perdere a Napoli ci puó stare. Perdere in questo modo, venendo dominati da una squadra senza alcuna ambizione di classifica, un po' meno. L'Inter si é totalmente persa e ora rischia una riedizione (sicuramente piú modesta rispetto ad allora) del famoso 5 maggio. Stavolta a compiere il sorpasso potrebbero essere i cugini rossoneri. La squadra di Spalletti non é maturata e, esattamente come nel 2017/18, arriva all'ultima giornata a giocarsi la qualificazione alla prossima Champions. Vantaggio in classifica dilapidato e ora un Empoli difficile da affrontare. Sará psicodramma o sará sospiro di sollievo. Lo scopriremo domenica a San Siro.

Video - Spalletti: "Non guardo indietro, io ho tentato di fare sempre il massimo"

01:00