Getty Images

Edicola: Chelsea, fiducia a tempo per Sarri. Il Tottenham prenota Perisic per giugno

Edicola: Chelsea, fiducia a tempo per Sarri. Il Tottenham prenota Perisic per giugno

Il 12/02/2019 alle 08:54Aggiornato Il 12/02/2019 alle 09:12

Tabloid inglesi scatenati sul destino di Maurizio Sarri, secondo il Telegraph la dirigenza del Chelsea valuterà con particolare attenzione il lavoro del tecnico italiano nelle prossime due settimane. Se la situazione non migliorerà, l'esonero sarà inevitabile con Zola promosso come tecnico ad interim. Per il Tutto Sport, Perisic è promesso sposo del Tottenham a giugno.

Chelsea, fiducia a tempo a Sarri: due settimane per tenersi la panchina

Dopo l’umiliante 6-0 subito contro il City, la panchina di Maurizio Sarri è più che mai traballante. La faccia sconsolata del tecnico toscano campeggia su tutti i tabloid britannici e il Daily Telegraph, soprattutto, crede che la fiducia di Abramovich nei confronti di Sarri possa essere a tempo. Il patron russo si attende un’inversione di tendenza entro due settimane, se i Blues perderanno male la finale di Carabao Cup contro il Manchester City a Wembley e non farà una bella figura nel doppio impegno contro il Malmoe, Sarri potrebbe davvero saltare. Abramovich in caso di tracollo, promuoverebbe Zola come coach ad interim fino a giugno quando Abramovich potrebbe scegliere di affidare i destini del club a una leggenda dei Blues come Frank Lampard, attuale manager del Derby County.

  • La nostra opinione : Dopo un inizio di stagione incoraggiante, i giocatori del Chelsea stanno mostrando problemi a seguire il credo e i rigidi dettami del tecnico toscano. I continui sfoghi in conferenza stampa e richiami sul fatto che la squadra sbaglia ad interpretare la gara e a tradurre in campo il verbo “sarrista” inizia a diventare un bel problema. La squadra soprattutto sembra fragile e quando subisce gol (9 nelle ultime 8 gare) fatica a reagire. Dopo un’iniziale cotta, anche il rapporto fra il giocatore più talentuoso della squadra (Eden Hazard) e l’ex allenatore del Napoli sembra essere andato a sud e tanti altri elementi partiti bene, sono tornati a deludere le attese (da David Luiz a Marcos Alonso solo per fare qualche problema). Sarri per salvare la stagione ora deve fare i risultati, ricompattare i ranghi e serrare le fila. La storia di Abramovich è quella di un presidente che non si è fatto mai problemi a licenziare un tecnico (12 in 15 anni) quando le cose andavano male, l’unica via è dunque invertire la rotta e tenersi la panchina tornando a fare punti e risultati.

Video - Sarri: "Non ho stretto la mano a Guardiola perché non l'ho visto. Esonero? Chiedete al club"

01:01

Inter, Perisic al Tottenham a giugno. Nell’affare entra anche Sissoko?

Il Tutto Sport non ha dubbi, a giugno il futuro di Ivan Perisic sarà a Londra, destinazione Tottenham. Pochettino si sarebbe convinto a puntare forte su croato dopo averlo visto da vicino nel doppio confronto contro l’Inter nei gironi di Champions League. Gli Spurs hanno fatto un tentativo già a gennaio ma l’Inter ha tenuto duro, visto che era difficile anche trovare un sostituto all’altezza. A giugno però la cessione sarà realtà e, stando al Tutto Sport, nell’affare potrebbe entrare anche il centrocampista franco-maliano Moussa Sissoko, vecchio pallino dei nerazzurri e che sarebbe di gradimento sia per Conte che per Spalletti.

  • La nostra opinione : Se a gennaio il matrimonio non si è interrotto per mancanza di tempo ed opportunità a giugno, l’uscita di Perisic non sarà più rimandata e la Premier League potrebbe davvero essere nel suo destino. Per la sua funzionalità nel tridente alle spalle delle punte e per le doti fisiche e di resistenza: Perisic si adatterebbe perfettamente nel 4-2-3-1 del Tottenham di Pochettino. L’Inter però, come successo anche a gennaio, non transigerà nel chiedere meno di 30-35 milioni di euro. Con l’inserimento nella trattativa di Sissoko o Aurier però la trattativa potrebbe decollare, con l’Inter che realizzerebbe una plusvalenza e volterebbe definitivamente pagina salutando un giocatore importante ma che ormai considera chiusa la sua parentesi milanese.

Arsenal e Chelsea guardano in casa Milan: mirino su Suso e Kessié

Chiudiamo questa edizione dell’edicola, con una notizia riportata dal Corriere dello Sport e che parla di un interesse reale di Arsenal e Chelsea per due pilastri del Milan di Gattuso: Jesus Suso e Franck Kessié. In particolare il ghanese potrebbe essere usato, secondo il quotidiano sportivo romano, come contropartita per abbassare il prezzo di riscatto di Bakayoko, giocatore per cui i rossoneri dovranno scucire 35 milioni per riscattarlo.

  • La nostra opinione : A prescindere dalla qualificazione alla prossima Champions League, il Milan a giugno per rispettare il regime di Financial Fair Play avrà bisogno di una cessione importante e Suso o Kessié saranno certamente due degli indiziati a partire. Lo spagnolo, pescato a zero dal Liverpool, ha una clausola per l’estero di 40 milioni di euro e in caso di proposta adeguata potrebbe lasciare il Milan, nonostante il legame che lega lo spagnolo ai rossoneri. Per Kessié al Chelsea molto dipenderà anche dal futuro di Sarri... Staremo a vedere ma ci sembrano ancora discorsi prematuri.

Video - Marotta: "Su Icardi mi chiarirò con Spalletti ma non esiste nessun caso"

01:03
0
0