LaPresse

Gattuso: "Abate è stato sorprendente da centrale. Ibra? Io penso a Paquetà"

Gattuso: "Abate è stato sorprendente da centrale. Ibra? Io penso a Paquetà"

Il 02/12/2018 alle 16:45Aggiornato Il 02/12/2018 alle 16:46

L'allenatore del Milan fa i complimenti a tutta la sua squadra per l'impegno profuso contro il Parma nel lunch match. Tutti hanno dato il loro contributo, compreso Abate che ha sorpreso in un ruolo non suo. Poi sul mercato...

Il tecnico dei rossoneri è felice per l’abnegazione mostrata dai suoi in questo momento difficile. Nonostante la situazione infortunati, il Milan vince contro il Parma dopo il pari in casa della Lazio.

" Merito dei ragazzi che credono in quello che propongo, come Abate schierato da centrale che è stato sorprendente. Sono tutti ragazzi intelligenti, disponibili e sono sempre pronti al confronto. Il segreto della squadra è questo, sono contento delle prestazioni soprattutto di chi gioca fuori ruolo. Meriti anche al Parma, non è un caso che si trovi in quella posizione. È una squadra fastidiosa, che si difende bene. Noi abbiamo esagerato con i cross nel primo tempo, ma abbiamo messo il cuore e la tecnica, facendo una buonissima partita"

Cutrone?

" Lui ha questa dote innata, di un giocatore che ha il veleno addosso e che vive per il gol. Sembra tarantolato, ha dato continuità giocando dall'inizio. Ma deve continuare così, perché ha ampi margini di miglioramento"

E il tridente Higuain-Cutrone-Ibrahimovic?

" C'è anche Paquetá. In questo momento mancano 6 gare alla sosta, poi vediamo. A me piace giocare con tanti giocatori offensivi, ma ci vuole equilibrio e sbagliare il meno possibile. Ora pensiamo a finire bene l'anno poi vedremo il mercato che si farà, poi li sfrutteremo nel modo migliore"

Classifica?

" Mancano ancora tante partite, ma dobbiamo recuperare ancora tanti giocatori. Ora dobbiamo ritrovare energie, preparare partita dopo partita e poi vedremo dove arriveremo. Polemiche sull'orario? Non volevo farle, ho solo detto che recuperare in 48 ore non è facile. Poi è andata bene anche perché con questo orario abbiamo avuto 10 mila spettatori in più allo stadio"

Il rigore?

" Non ho visto l'azione. Non mi sono accorto di nulla, ma rivedendolo ci può anche stare. Bisogna decidere, o non li si danno proprio certi rigori o si rispetta l'interpretazione dell'arbitro"

Video - Van Basten, la storia del gol di testa al Real Madrid che consacrò il Milan di Sacchi

01:02
0
0