LaPresse

Gattuso: "Calhanoglu? È un fesso, poteva fare gol. Paquetà ci dà una grandissima mano"

Gattuso: "Calhanoglu? È un fesso, poteva fare gol. Paquetà ci dà una grandissima mano"

Il 10/02/2019 alle 23:40Aggiornato Il 10/02/2019 alle 23:46

Il tecnico del Milan loda le prestazioni di Calhanoglu e Paquetà, soprattutto per il loro spirito di sacrificio. E poi dice con soddisfazione: "Erano anni che il Milan non si giocava un posto in Champions in primavera".

È un Gattuso felice quello che arriva in conferenza stampa dopo il 3-0 al Cagliari. Felipe per le prestazioni dei singoli e della squadra, anche se dopo il 2-0 si è abbassato un po’ il ritmo. Pensare all’Atalanta? C’è tempo: “Ora godiamoci questa vittoria”.

" Godiamoci questa giornata, da martedì penseremo all'Atalanta. Sappiamo che sarà difficile però ci godiamo il momento. Dopo il 2-0 non abbiamo lavorato bene con centrocampisti e difensori, e li abbiamo mandati troppo facilmente al cross, rischiando un po'. Ma siamo molto contenti per una partita giocata molto bene. Atalanta? Dobbiamo rispettare l'avversario, ha forza fisica, esprime un buon calcio ed è in un bellissimo momento"

Paquetà subito importante in questo Milan

" Paquetà, per l'età che ha, può giocare tre partite a settimane. Ha cambiato tipologia di lavoro, a livello tecnico-tattico ci può dare una grandissima mano. Rimaniamo coi piedi per terra, sono 6-7 anni che il Milan non si gioca l'accesso Champions in primavera. L'obiettivo deve essere quello di giocarsi le carte fino in fondo con entusiasmo. Voglio sentire la parola "noi" e non la parola "io", è una componente importante"

La prestazione di Çalhanoglu?

" È un fesso perché poteva fare gol e levarsi questo peso che ha addosso. Però finalmente l’ho visto tirare due o tre mine anche se può tirare più forte. Hakan a livello qualitativo, e questo lo dico sempre, può dare molto di più. Ma è un giocatore che si sacrifica tanto. Per il giocatore che è, e la gente se lo ricorda bene, può fare di più, ma noi ce lo teniamo stretto, come tutti i calciatori. Io non butto a mare nessuno, sono tutti importanti"

Donnarumma?

" Ieri ho detto che Magni ha il merito per quello che ha fatto, quest’anno abbiamo cambiato con Fiori che ho voluto io. La fortuna è di avere trovato un portiere come Reina che non pensa solo al suo orticello, ma ha messo a disposizione la sua carriera per Donnarumma. È cambiato il rapporto, non è più un ragazzino, è grande. C’è un rapporto di grande stima, non gli si dice solo 'bravo', ma anche quando ha sbagliato "

Video - Gattuso si indispettisce al commento di Salvini su Calhanoglu: "Altra domanda, prego"

00:39
0
0