Getty Images

Gattuso: "Higuain non è al meglio, ma contro la Juve ci sarà"

Gattuso: "Higuain non è al meglio, ma contro la Juve ci sarà"

Il 10/11/2018 alle 16:03Aggiornato Il 10/11/2018 alle 20:41

Dopo la catastrofe che si è abbattuta sull'infermeria rossonera, falcidiata da infortuni a effetto-domino, arriva finalmente una buona notizia proprio da parte del mister.

" Higuain per il carattere che ha le sente le partite: gli consiglio di giocare tranquillo, il nervosismo non porta da nessuna parte. Noi dobbiamo giocare con lucidità e voglia, lui sta facendo di tutto per esserci. Non è al massimo ma se le deve godere e lottare con tutta la squadra "

Così Rino Gattuso, allenatore del Milan, nel corso della conferenza stampa alla vigilia della partita contro la Juve. Una squadra difficile da affrontare.

" La Juve è una squadra piena di campioni, da sette anni che vince in Italia e con il Barcellona è una delle più forti d'EuropaLoro hanno una grande mentalità, poi è arrivato un campione come Ronaldo che ha dato ancora più tecnica, forza e mentalità. Noi con tutti i problemi che abbiamo ce la giochiamo, consapevoli che hanno qualcosa più di noi, ma nel calcio può succedere di tutto."

Ancora sul valore di Milan-Juventus, Gattuso dichiara: "Non ha un peso diverso dalle altre partite, giochiamo contro una Juve nettamente più forte di noi ma ci sono punti importanti in palio. Siamo incerottati ma abbiamo voglia di giocarcela e di farla bene, con mentalità. Se saranno più forti di noi, gli faremo un applauso. Noi comunque daremo battaglia, stringendo i denti e senza alibi". Sul momento della squadra, Gattuso sottolinea:

" Siamo sfortunati, vedi l'infortunio di Musacchio, ma guardiamo avanti perchè i ragazzi stanno dando tanto. Tutto quello che sta succedendo ha ricompattato la squadra, vedo lo spirito e gli occhi che piacciono a me. Vedo coesione e voglia di fare le cose insieme."

Gattuso ha appena ricevuto i complimenti da parte di Sacchi e Allegri. "Max è stato il mio allenatore, è un amico e ci sentiamo spesso - racconta - Ha fatto quei complimenti per l'amicizia che ci lega. Sacchi è un maestro, parliamo spesso e quello che mi dice ha ragione, so anche io che devo migliorare in tante cose. Complimenti che fanno piacere". Così Rino Gattuso, allenatore del Milan, nel corso della conferenza stampa alla vigilia della partita contro la Juve. "Le discussioni che ho avuto con Allegri e con Leonardo mi hanno aiutato a fare questo mestiere, quando si è dall'altra parte non lo capisci quando arriva il tuo momento. Questo vissuto mi è servito, questa dinamiche mi hanno aiutato ad affrontare molti problemi", aggiunge.

"Nella Juventus ci sarà Cristiano Ronaldo, ma Rino non è impressionato: "Non ho mai avuto nessuna attenzione speciale per lui, è un campione assoluto, per marcarlo dovevo solo farmi sentire e quando gli ho fatto qualche fallo ho sempre chiesto scusa. Oggi è più maturo, con meno tocchetti, ma con un motorino nelle gambe e dei muscoli incredibili. L'ho sempre rispettato, si vede che ora è molto più con la testa", aggiunge il tecnico rossonero.

Infine, si torna a parlare del gesto di Mourinho contro la Juve:

" Io ho ho fatto anche di peggio, figuratevi se ora mi metto a dire cosa può o non può fare Mourinho. Spalletti, in questo senso, ha ragione, quando il leone dorme va lasciato dormire. Tutti riceviamo offese, non sta a me giudicare. Vero è che sentire offese per 90 minuti non è il massimo diciamo..."

Video - Gattuso: "Manca il veleno, sul gol abbiamo cazzeggiato. Higuain? Ha sentito una fitta alla schiena"

01:43
0
0