Getty Images

Giampaolo è a Milano: tutto pronto per la firma sul contratto con il Milan

Giampaolo è a Milano: tutto pronto per la firma sul contratto con il Milan

Il 13/06/2019 alle 14:27Aggiornato Il 13/06/2019 alle 14:34

L'ormai ex allenatore della Sampdoria è pronto a sposare la causa rossonera: firmerà un biennale con opzione per una terza stagione. 10 anni dopo essere stato sedotto e abbandonato dalla Juventus, si tratterà della sua prima esperienza in una big.

Adesso ci siamo veramente. Ottenuto il definitivo via libera dalla Sampdoria, Marco Giampaolo è pronto a diventare il nuovo allenatore del Milan e a prendere così il posto del dimissionario Gennaro Gattuso. Niente Simone Inzaghi, niente Di Francesco, niente Jardim: toccherà all'ormai ex tecnico blucerchiato la missione di riportare in alto i colori rossoneri. Questione di qualche ora e la panchina del Diavolo, vacante ormai da fine maggio, avrà ufficialmente un nuovo inquilino.

Biennale con opzione per una terza stagione

Giampaolo sarà a Milano oggi, dove incontrerà la dirigenza del Milan e, dopo aver sistemato gli ultimi dettagli, metterà finalmente nero su bianco sul suo contratto: firmerà per due anni, con opzione per una terza stagione. Il club rossonero sistema così il primo tassello in vista del prossimo campionato, in attesa di definire con precisione l'organigramma societario dopo l'addio di Leonardo. Quanto al campo, mentre si attende di capire il futuro di Suso e senza Bakayoko che tornerà al Chelsea per fine prestito, il primo acquisto dovrebbe essere quello di Rade Krunic, elemento di centrocampo che Giampaolo conosce molto bene: l'ha allenato all'Empoli nella stagione 2015/16, l'unica trascorsa in Toscana.

Rade Krunic

Rade KrunicGetty Images

Prima esperienza in una big

Specialmente dopo il rinnovo di Inzaghi con la Lazio, Giampaolo è ben presto divenuto il piano A del Milan, affascinato dal gioco spesso brillante impartito alla Sampdoria e dalla capacità di valorizzare gli elementi di prospettiva incontrati lungo il proprio cammino: ieri Skriniar e Schick, oggi Praet e Andersen. Per il tecnico abruzzese si tratterà della prima esperienza in una grande del nostro campionato: nel 2009 era stato a un passo dalla Juventus, che però aveva scelto di puntare su Ciro Ferrara. Dopo la firma, attesa già per la giornata odierna, il suo sogno diventerà finalmente realtà.

Video - Maldini si è convinto: "Sarai dt del Milan? Assolutamente sì"

00:36
0
0