LaPresse

Higuan si sblocca, ma il Milan non espugna la Sardegna Arena: 1-1 a Cagliari

Higuan si sblocca, ma il Milan non espugna la Sardegna Arena: 1-1 a Cagliari

Il 16/09/2018 alle 22:22Aggiornato Il 16/09/2018 alle 23:41

Cagliari subito in vantaggio alla Sardegna Arena in virtù del gol di Joao Pedro, nella ripresa Gonzalo Higuain firma il definitivo 1-1 siglando il suo primo gol in campionato. Juventus e Napoli hanno già fatto il vuoto, mezzo passo falso della banda Gattuso a Cagliari che non riesce a incamerare il bottino pieno.

Aveva un'occasione importante il Milan di Gennaro Gattuso questa sera a Cagliari: approfittare dei passi falsi di Inter e Roma superando in classifca le rivali nonostante il match da recupera. I rossoneri non l'hanno sfruttata a dovere toppando piuttosto clamorosamente l'approccio al match e non riuscendo a spingere adeguatamente alla ricerca del gol vittoria dopo il pareggio di Higuain. Alla fine la notizia più incoraggiante per i tifosi rossoneri è proprio legata al centravanti argentino, che si è sbloccato alla Sardegna Arena ed è uscito dal campo rabbuiato, sintomo di fame e ambizioni: quelle qualità che da ora in avanti dovrà dimostrare di possedere partita dopo partita. Fronte Cagliari impressiona sempre di più l'impetuosa crescita del classe 1997 Nicolò Barella, ormai serio canditato a un posto al sole nella Nazionale di Mancini.

La cronaca della partita

Parte a razzo Il Cagliari alla Sardegna Arena: il palo e Donnarumma fermano Leonardo Pavoletti, Joao Pedro ribadisce in rete con destro sporco ma efficace. Il Cagliari potrebbe addirittura raddoppiare, ma è il palo interno a strozzare l'urlo in gola a Nicolò Barella. È Bonaventura ad avere sui piedi la palla dell'1-1, ma il sinistro sottto misura del centrocampista rossonero finisce clamorosamente sopra la traversa.

Aumenta il forcing rossonero nella ripresa: Kessie borseggia il pallone a Padoin, Higuain dribbla Cragno e deposita in rete a porta sguarnita sbloccandosi in classifica marcatori. Il Milan non riesce a dare continuità alla sua azione e solo nel finale torna a rendersi pericoloso dalle parti di Cragno: il portiere è miracoloso sul sinistro teso e angolato di Suso, poi Higuain di testa non riesce a centrare la porta su cross al bacio di Laxalt.

La statistica chiave

3 - João Pedro ha segnato con il suo terzo pallone giocato in questo campionato. Ritorno.

Il tweet della partita

Il migliore

Nicolò BARELLA – Signore assoluto del centrocampo, portentoso mix di qualità, quantità e personalità. Segnale grosso come una casa lanciato all’indirizzo del ct della Nazionale Roberto Mancini

Il peggiore

Alessio ROMAGNOLI – Si fa bruciare in velocità da Leonardo Pavoletti, non esattamente un fulmine di guerra, in occasione del momentaneo 1-0. Errore che è pesato tremendamente pesato nell’economia del match quello del capitano rossonero.

Il tabellino

Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Srna, Romagna, Klavan, Padoin; Castro (84' Dessena), Bradarić, Barella; João Pedro (64' Sau); Farias (52' Ionita), Pavoletti.

Milan (4-3-3): Donnarumma; Rodriguez (85' Laxalt); Calabria; Musacchio; Romagnoli; Bonaventura (66' Bakayoko); Biglia: Kessie; Calhanoglu (73' Castillejo); Higuain; Suso

Arbitro: Abisso

Gol: 4' Joao Pedro; 55' Higuain

Note - Ammoniti: Srna; Kessie

Video - Biglia: "È il Milan degli argentini? No, è il Milan di Gattuso!"

01:46
0
0