Getty Images

Icardi: ultimo tentativo per fare pace, ma l'Inter può e forse vuole fare a meno di lui

Icardi: ultimo tentativo per fare pace, ma l'Inter può e forse vuole fare a meno di lui

Il 19/03/2019 alle 12:46

L'ex capitano lancia un segnale sui social dando seguito alle parole di Wanda Nara per una possibile riapertura con i nerazzurri: l'Inter, però, si è resa conto di poter fare a meno di lui e riconquistare la fiducia di buona parte del gruppo e dei tifosi resta davvero difficile.

Come riconquistare la fiducia dei tifosi?

Il problema, però, era e rimane la fiducia del gruppo, dell'ambiente Inter e dei tifosi. E non è una cosa da poco. Con il suo comportamento l'attaccante argentino l'ha persa. Il tecnico, buona parte dei compagni e della tifoseria non si fidano più di Icardi, non tanto come giocatore ma come uomo. L'ambiente Inter dà a chi dimostra di essere attaccato alla maglia, ma allo stesso tempo toglie a chi non la mette al primo posto. Icardi è mancato all'Inter nel momento decisivo della stagione, in Europa League (obiettivo ormai sfumato) e in una partita sentita come il derby. Il termometro dei tifosi non è fraintendibile: per molti di loro l'argentino non merita di essere reintegrato e, se davvero si optasse per il rientro, dovrebbe stare in panchina. Il nodo della questione è proprio questo: l'Inter si è resa conto di poter andare avanti senza Icardi e la delusione dei tifosi è diventata rabbia, quella rabbia di chi sostiene che l'ex capitano non merita più di indossare la maglia dell'Inter.

L'esultanza di Lautaro Martinez, Milan-Inter, Getty Images

L'esultanza di Lautaro Martinez, Milan-Inter, Getty ImagesGetty Images

Il confronto con Lautaro Martinez

L'INTER CON ICARDI L'INTER CON LAUTARO
28 Gare 29
13 Vittorie 14
6 Pareggi 8
9 Sconfitte 7
1,6 Media punti 1,72
15 Gol 9
3 Assist 2
1 ogni 158' Media gol 1 ogni 164'

Spalletti e il gruppo

Tutto passa dal confronto con il tecnico e, in particolare, con i compagni. Questa è la partita più difficile per Icardi: essere di nuovo accettato e riconosciuto dalle persone con cui deve condividere campo e obiettivi di squadra. Ritrovare un equilibrio con il centravanti argentino è anche la sfida più dura di Spalletti, dopo certe "dediche" in mondovisione.

Video - Vecino: "Bravi a dimenticare la brutta figura in Europa League. Icardi? Lo aspettiamo"

00:26
0
0